Sede amministrativa: GE
Classe delle lauree in: Classe delle lauree magistrali in SCIENZE STORICHE (classe LM-84)
Durata: 2 anni
Indirizzo web: http://www.scienzeumanistiche.unige.it/2014-2015/scienze_storiche
Dipartimento di riferimento: DIPARTIMENTO DI ANTICHITÀ, FILOSOFIA E STORIA
Coordinatore: Sandra Origone

REQUISITI DI AMMISSIONE

Sono ammessi alla laurea magistrale in Scienze Storiche i laureati di area umanistica del vigente e del pregresso ordinamento, in possesso diploma di laurea triennale o diploma universitario di durata triennale, nonché di titoli equipollenti conseguiti all'estero ai sensi della normativa vigente, che abbiano acquisito almeno 60 cfu nei settori scientifico-disciplinari presenti nel Manifesto del Corso triennale in Storia, in particolare: M-STO/01, M-STO/02, M-STO/03, M-STO/04, M-STO/ 05, M-STO/08, M-STO/09, M-GGR/01, L-FIL-LET/08, L-FIL-LET/10, L-OR/01, M-DEA/01, M-FIL/02, M-FIL/03, M-FIL/06, M-FIL/07,M-FIL/08,SECSP/12,SPS/05. Sono ammessi, inoltre, previa verifica curriculare e colloquio, i laureati di altre aree disciplinari, sia dei vecchi sia del nuovo ordinamento, purché maturino, nelle modalità previste nel regolamento didattico del corso, i requisiti sopraelencati. I requisiti curriculari devono essere posseduti prima della verifica della preparazione individuale.  Le modalità di tale verifica,  cui sono tenuti indistintamente tutti gli studenti,  sono definite nel Regolamento del Corso di laurea.

FINALITÀ  E OBIETTIVI FORMATIVI

Il percorso formativo del Corso di laurea in Scienze Storiche presenta una struttura didattica coerente con le indicazioni introdotte dal DM 270 e finalizzata a favorire l'inserimento dei laureati nel mondo del lavoro. Il Corso afferisce alla classe LM-84. Il laureato dovrà configurarsi come esperto in campo storico, storiografico e metodologico sulla base di una qualificazione fondata sulla piena padronanza degli strumenti della ricerca storica e dei lessici storiografici, con particolare attenzione a fasi ed aspetti specifici propri della tradizione degli studi storici  e delle fonti, analizzate tanto nelle loro caratteristiche contenutistiche e formali quanto nelle modalità e nelle tecniche di produzione, conservazione e salvaguardia.

Gli obiettivi formativi  del Corso mirano pertanto ad  acquisire:  avanzate competenze nelle metodologie delle scienze storiche e nelle tecniche di ricerca finalizzate al reperimento, all'analisi critica e all'utilizzazione delle fonti;  conoscenza specifica delle culture e delle civiltà, nonché delle teorie e delle metodologie delle scienze sociali ed economiche;  formazione specialistica approfondita degli aspetti fondamentali di un'epoca storica nelle sue differenti dimensioni, compresa quella di genere, nel quadro di una conoscenza generale della storia mondiale;  conoscenze relative relative ai campi dell'archivistica, della bibliografia, della biblioteconomia, della storia del documento, del libro manoscritto e dell'editoria; capacità di organizzare progetti di ricerca  storica;  capacità di progettare e programmare l'organizzazione di eventi culturali e di esposizioni temporanee;  capacità di utilizzare pienamente i principali strumenti informatici negli ambiti specifici di competenza; capacità di fornire conoscenze e metodi di ricerca ai fini della comunicazione divulgativa e multimediale;  capacità di utilizzare, in forma scritta e orale,  almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

NORME DIDATTICHE

Il Corso di laurea ha la durata di due anni durante i quali lo studente deve acquisire 120 crediti formativi universitari (CFU), di norma distribuiti tra i due anni in modo uniforme. Il CFU misura il lavoro di apprendimento richiesto a uno studente nell’attività formativa prevista dagli ordinamenti didattici e corrisponde a 25 ore di attività formativa. La didattica è organizzata perlopiù in forma seminariale, prevede esercizi sulle fonti e la bibliografia storiografica e contributi autonomi degli studenti. Gli insegnamenti intendono fornire le metodologie delle scienze storiche e delle tecniche di ricerca l’ uso critico delle fonti documentarie e bibliografiche, con attenzione agli aggiornamenti tematici e metodologici.
I singoli corsi di insegnamento sono costituiti da 6, 9, 12 CFU, corrispondenti rispettivamente a trentasei, cinquantaquattro, settantadue ore di insegnamento (con eventuali esercitazioni e seminari). Per verificare il progressivo conseguimento dei risultati di apprendimento attesi, i docenti possono prevedere prove intermedie, scritte o orali, della preparazione acquisita dagli studenti. L’acquisizione da parte dello studente dei crediti stabiliti per ciascun insegnamento è subordinata al superamento delle relative prove d’esame che danno luogo a votazione in trentesimi, ai sensi della normativa vigente. Nessun insegnamento ufficiale può dar luogo all’acquisizione di meno di 6 crediti. Gli esami di profitto consistono in prove orali o scritte, valutate da una commissione composta di almeno due membri e presieduta dal responsabile dell’insegnamento. Nella valutazione finale si tiene conto anche dei risultati conseguiti in eventuali prove di verifica durante lo svolgimento del corso e in attività seminariali.

 

AVVERTENZE

Nel caso in cui uno stesso insegnamento sia attivato su più corsi di laurea, gli studenti sono tenuti a inserire nel piano di studi l'insegnamento appositamente attivato nel Corso di Laurea in Scienze storiche. Gli studenti che nell'anno accademico 2014-15 si iscrivono al II anno devono fare riferimento al Manifesto 2013-14. Solo dietro motivata richiesta indirizzata al Coordinatore del Corso di laurea, previo parere del docente della disciplina, che assegnerà un programma individuale, è possibile iterare non più di un insegnamento, da inserire nel piano di studi preferibilmente come esame a scelta.

 

 

AMBITI OCCUPAZIONALI PREVISTI PER I LAUREATI

Il laureato del corso di laurea magistrale in Scienze storiche  potrà operare con funzioni di elevata responsabilità, in ambiti quali: ricerca universitaria e attività presso  istituzioni specifiche come archivi, biblioteche, soprintendenze e musei, anche con funzioni di alta dirigenza, a seguito di corsi di specializzazione e master professionalizzanti; istituzioni e enti, anche non di ambito prettamente umanistico (per esempio banche, fondazioni, industrie), che richiedano personale altamente qualificato nella valorizzazione, trasmissione e conservazione di ogni tipo di documento storico;  attività di organizzazione di mostre ed eventi culturali, in particolare di quelli collegati alla cultura storica, archivistica e biblioteconomica;  direzione di organismi e unità di studio di valorizzazione e conservazione del patrimonio documentario e librario presso enti e istituzioni, pubbliche e private;  attività connesse ai settori dei servizi e delle iniziative culturali;  centri studi e di ricerca pubblici e privati;  istituzioni governative e locali nei settori dei servizi culturali e del recupero di attività e tradizioni locali; giornalismo, aziende editoriali, informatiche, di comunicazione di massa, turistiche che svolgano attività di ideazione e diffusione dell'informazione storica;  tutte le attività di formazione che comportino capacità di comprensione, organizzazione e progettazione responsabile in contesti non prevedibili che richiedano l'attitudine all'innovazione, alla flessibilità e alla creatività. I laureati possono prevedere come occupazione l'insegnamento nella scuola,  una volta completato il processo di abilitazione  e superati i concorsi previsti dalla normativa vigente. Il Corso di laurea, a seguito di convenzioni stipulate a livello di Ateneo e di Scuola  con enti pubblici e privati, avvalendosi del  supporto del Dipartimento organizza stages e tirocini per completare la formazione prevista dagli obiettivi. Professioni di riferimento Codifiche ISTAT: Storici - 2.5.3.4.1; Giornalisti -2.5.4.2.0; Archivisti - 2.5.4.5.1; Bibliotecari - 2.5.4.5.2.

Per gli studenti interessati alla carriera di insegnante nella scuola media: ai fini dell'eventuale partecipazione, dopo la laurea, ai tirocini formativi attivi (TFA), si raccomanda di fare riferimento alla parte generale del Manifesto, dove sono indicati i settori scientifico-disciplinari necessari per accedere alle diverse classi.

MODALITÀ PER IL RICONOSCIMENTO DEI CREDITI

Il numero massimo di crediti formativi riconoscibili per conoscenze utili per l’inserimento nel mondo del lavoro, attività di tirocinio e abilità professionali, maturate durante la laurea magistrale e certificate individualmente, ai sensi della normativa vigente in materia e secondo quanto previsto dall’ordinamento didattico del Corso di laurea, è fissato a 3. Le attività formative pregresse, già riconosciute ai fini dell’attribuzione dei crediti formativi universitari nell’ambito dei corsi di primo livello, non possono essere nuovamente riconosciute come crediti formativi durante il percorso della laurea magistrale. La Commissione di professori nominata dal Corso di laurea valuterà la congruenza e la corrispondenza in crediti dell’attività formativa certificata. Lo studente che chiede il riconoscimento di crediti per altre attività deve produrre, almeno due mesi prima della discussione della prova finale, le attestazioni rilasciate in forma ufficiale, da cui risultino l’attività svolta, la competenza acquisita, la durata, espressa in ore, dell’attività stessa. Il termine di fine delle attività e presentazione delle relative attestazioni due mesi prima della laurea è da ritenersi ultimativo. La Commissione “altri cfu”, nel caso in cui vengano presentate attestazioni inadeguate, in ottemperanza ai propri compiti si riserva di respingere le richieste di riconoscimento dei crediti ritenute non conformi ai requisiti formali e sostanziali necessari. Nel caso la Commissione abbia respinto le attestazioni presentate, per potersi laureare, gli interessati dovranno provvedere a soddisfare il proprio debito, eventualmente rimandando la laurea a una successiva sessione.

ORGANIZZAZIONE DEL CORSO DI LAUREA E PIANO DI STUDI

Gli insegnamenti inseriti nel Manifesto comprendono, oltre a quelli attivati dallo stesso Corso di laurea, anche quelli mutuati da altri corsi di laurea dell’Ateneo. Dopo l’iscrizione, non oltre la scadenza fissata, lo studente dovrà compilare il proprio piano di studio secondo le indicazioni del Manifesto. Si raccomanda allo studente di avvalersi degli studenti tutores e di consultare la Commissione piani di studio. Il Corso non prevede più di 12 esami.
In ottemperanza all’Ordinamento didattico del Corso di laurea, una volta acquisiti i necessari 99 crediti formativi lo studente è ammesso a sostenere la prova finale (21 crediti) per il conseguimento del titolo.
Ai fini del raggiungimento dei 120 crediti richiesti per il conseguimento della laurea, lo studente deve acquisire, oltre agli 87 CFU previsti per le attività formative “Caratterizzanti” e “Affini o integrative”, anche i seguenti crediti:
a. 9 crediti, scegliendo liberamente un insegnamento coerente col percorso formativo;
b. 3 crediti a scelta per ulteriori attività formative (conoscenze informatiche, ulteriori conoscenze linguistiche, tirocini formativi e di orientamento, altre conoscenze utili per l’inserimento nel mondo del lavoro, quali partecipazione a laboratori, seminari ecc.);
c. 21 crediti relativi alla prova finale.
Dopo l’iscrizione al primo anno e a ciascuno degli anni successivi, gli studenti devono presentare il proprio piano di studi non oltre la data fissata, di cui sarà data tempestiva notizia.
Gli studenti possono presentare, con le modalità e nei termini previsti dalla normativa vigente, propri piani di studio individuali, che dovranno essere esaminati secondo le procedure ed entro le scadenze stabilite dalle norme richiamate.
Il piano di studi individuale, ovvero non aderente al Manifesto, deve tuttavia essere conforme all’Ordinamento didattico del Corso di Laurea (RAD) ed essere approvato sia dal Consiglio di Corso di laurea, sia dal Consiglio di Dipartimento di competenza: cfr. Regolamento didattico di Ateneo, Parte generale, art. 27, comma 3, che legifera anche in materia di “ piano articolato su una durata più breve rispetto a quella normale”, sottoposto ad analoga approvazione degli stessi organi.

AVVERTENZE

Non si possono sostenere esami inferiori a 6 CFU. Nel caso in cui lo stesso insegnamento sia attivato su più corsi di laurea gli studenti sono tenuti a inserire nel piano di studi gli insegnamenti appositamente attivati nel corso di laurea in Scienze storiche, archivistiche e librarie.
Gli studenti che nell’anno accademico 2014-2015 si iscrivono al II anno devono fare riferimento al Manifesto 2013-14.
Iterazioni: solo dietro motivata richiesta indirizzata al Coordinatore del Corso di laurea e con programma individuale stabilito dal docente della disciplina, sarà possibile iterare non più di un insegnamento, preferibilmente da inserire nel piano di studi come esame a scelta dello studente.

CARATTERISTICHE DELLA PROVA FINALE

La prova finale prevede la presentazione e discussione, di fronte ad apposita Commissione, di un elaborato scritto, nel quale il candidato esponga una ricerca su un argomento concordato con il docente relatore dimostrando un buon livello di rigore scientifico e caratteri di originalità in relazione almeno a uno dei seguenti aspetti: impostazione dell'argomento, utilizzazione delle fonti, confronto col dibattito storiografico. Dovrà altresì dimostrare:  capacità di sviluppare in forma scritta e con chiarezza argomentativa la ricerca svolta; proprietà di linguaggio e ricchezza di contenuti nel presentare e discutere i risultati ottenuti. La  prova finale è considerata un momento importante nel completamento dello sviluppo formativo dello studente, atto a perfezionare le sue competenze strumentali, metodologiche e comunicative. Per essere ammesso alla prova finale lo studente deve avere conseguito 99 crediti.

    Attività formative

    CFU

    Attività formative caratterizzanti

    72

    DISCIPLINE STORICHE, SOCIALI E DEL TERRITORIO

    15

    FONTI, METODOLOGIE, TECNICHE E STRUMENTI DELLA RICERCA STORICA

    24

    STORIA DEI PAESI EXTRAEUROPEI

    6

    STORIA GENERALE ED EUROPEA

    27

    Attività formative affini o integrative

    15

    Ambito affine

    15

    Altre conoscenze - Tirocini, laboratori etc.

    3

    A scelta dello studente

    9

    Tesi di Laurea

    21

    Totale CFU

    120


    I Anno (60 CFU )

    Attività formative caratterizzanti (57 CFU)

    FONTI, METODOLOGIE, TECNICHE E STRUMENTI DELLA RICERCA STORICA

    A scelta 24 CFU tra:

    M-STO/08 STORIA DEL LIBRO E DELL'EDITORIA (LM) (12 CFU)

    M-STO/08 ARCHIVISTICA SPECIALE (LM) (12 CFU)

    M-STO/09 CANCELLERIE E DOCUMENTI DELLE ISTITUZIONI CITTADINE (12 CFU)

    STORIA DEI PAESI EXTRAEUROPEI

    A scelta 6 CFU tra:

    L-OR/01 RELIGIONI DEL VICINO ORIENTE ANTICO (LM) (6 CFU)

    SPS/05 EUROPA E MISSIONI CATTOLICHE IN CANADA E STATI UNITI (LM) (6 CFU)

    SPS/05 STORIA DELL'AMERICA LATINA: PERCORSI DI RICERCA (LM) (6 CFU)

    STORIA GENERALE ED EUROPEA

    A scelta 18 CFU tra:

    M-STO/01 STORIA DEL MEDITERRANEO MED. E DELL'ORIENTE BIZANTINO (6 CFU)

    M-STO/02 STORIA DELLA CULTURA MATERIALE (6 CFU)

    M-STO/02 STORIA DEGLI ANTICHI STATI ITALIANI (LM) (6 CFU)

    M-STO/03 ECONOMIE E SOCIETA' DELL'EUROPA ORIENTALE (12 CFU)

    M-STO/04 STORIA DI GENERE (LM) (6 CFU)

    M-STO/04 STORIA DELLA COMUNICAZIONE NELL'ETA'CONTEMPORANEA (LM) (6 CFU)

    A scelta 9 CFU tra:

    L-ANT/03 LA COMUNICAZIONE A ROMA (LM) (9 CFU)

    M-STO/01 STORIA DELLE CITTA' NEL MEDIOEVO (LM) (9 CFU)

    M-STO/02 STORIA MARITTIMA E NAVALE (LM) (9 CFU)

    M-STO/04 STORIA E IMMAGINE (LM) (9 CFU)

    Altre conoscenze - Tirocini, laboratori etc. (3 CFU)

    Altre Conoscenze Utili per l'Inserimento Nel Mondo del Lavoro

    -- ALTRE CONOSCENZE (LM) (2 CFU)

    Tirocini Formativi e di Orientamento

    -- TIROCINI FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO (1 CFU)



    II Anno (60 CFU )

    Attività formative caratterizzanti (15 CFU)

    DISCIPLINE STORICHE, SOCIALI E DEL TERRITORIO

    A scelta 9 CFU tra:

    L-ANT/08 ARCHEOLOGIA DEL MEDITERRANEO MEDIEVALE (LM) (9 CFU)

    M-DEA/01 ANTROPOLOGIA DEL METICCIATO (LM) (9 CFU)

    M-STO/05 STORIA DELLA SCIENZA E DELLA TECNICA NELL'ETA' DELL'ILLUMINISMO (LM) (9 CFU)

    A scelta 6 CFU tra:

    IUS/18 ISTITUZIONI DI DIRITTO ROMANO (6 CFU)

    IUS/19 STORIA DEL DIRITTO MEDIEVALE E MODERNO (6 CFU)

    L-ANT/07 ARCHEOLOGIA E STORIA DELL'ARTE GRECA E ROMANA (6 CFU)

    M-DEA/01 ANTROPOLOGIA DELLE SOCIETA' COMPLESSE (6 CFU)

    M-DEA/01 ANTROPOLOGIA AFRICANISTA (LM) (6 CFU)

    M-GGR/01 GEOGRAFIA DELLA LIGURIA (6 CFU)

    M-GGR/01 STRUMENTI E METODI DELLA STORIA LOCALE (LM) (6 CFU)

    SECS-P/12 STORIA DELLE RELAZIONI ECONOMICHE INTERNAZIONALI (6 CFU)

    Attività formative affini o integrative (15 CFU)

    Ambito affine

    A scelta 6 CFU tra:

    ING-INF/05 SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI (6 CFU)

    L-FIL-LET/08 STORIOGRAFIA E LETTERATURA LATINA MEDIEV. E UMANISTICA (LM) (6 CFU)

    L-FIL-LET/10 LETTERATURA ITALIANA (LM) (6 CFU)

    SECS-P/08 ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE (6 CFU)

    A scelta 9 CFU tra:

    L-ANT/04 ARTE E ICONOLOGIA DELLA MONETA (LM) (9 CFU)

    L-FIL-LET/04 LETTERATURA LATINA (9 CFU)

    M-FIL/05 FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO (9 CFU)

    A scelta dello studente (9 CFU)

    Tesi di Laurea (21 CFU)