Filologia bizantina

CODICE: 65435
SSD: L-FIL-LET/07
DOCENTE: Lia Raffaella CRESCI

Filologia bizantina L-FIL-LET/07

Lia Raffaella CRESCI

I semestre

Crediti in totale: 9

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Nonno di Panopoli come ponte tra tradizione poetica antica e bizantina.

 

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Nonnos de Panopolis, Les Dionysiaques.Tome VI: Chants XIV-XVII, texte établi et traduit par B. Gerlaud, Paris, Les Belles Lettres, 1994.
B. Harries, The Pastoral Mode in the Dionysiaca, in N. Hopkinson (ed.), Studies in the Dionysiaca of Nonnus, Cambride, Cambridge University Press, 1994.

 

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Nonno di Panopoli come ponte tra tradizione poetica antica e bizantina.Attività laboratoriale e seminariale sul testo delle Dionisiache di Nonno: ms. Laurentianus gr. 32,16 e il P. Berol. 10567.

 

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Nonnos de Panopolis, Les Dionysiaques.Tome VI: Chants XIV-XVII, texte établi et traduit par B. Gerlaud, Paris, Les Belles Lettres, 1994.
B. Harries, The Pastoral Mode in the Dionysiaca, in N. Hopkinson (ed.), Studies in the Dionysiaca of Nonnus, Cambride, Cambridge University Press, 1994.
Nonnos de Panopolis, Les Dionysiaques, Tome I: Chants I-II. Texte établi et traduit par F. Vian, Paris, Les Belles Letteres, 1990.

 

Altre notizie

Gli obiettivi formativi mirano a far acquisire le seguenti conoscenze,competenze e abilità:
-conoscere attraverso la lettura diretta dei testi i principali generi letterari dell'età bizantina attraverso il loro sviluppo diacronico e l'apporto dei singoli autori;
-saper condurre una esegesi filologica, linguistica, stilistica e storico-letteraria dei testi appartenenti alla cultura letteraria bizantina;
-saper contestualizzare i testi sia a livello di rapporto con l'eredità culturale attica e cristiana, sia nella specifica configurazione letteraria e culturale del medioevo ellenico;
-saper individuare il ruolo di singoli testi e autori nella fortuna di temi letterari e ideologici.

Lia Raffaella Cresci si è laureata in Lettere classiche presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Genova nel 1972. Assistente ordinaria di Letteratura greca, professore associato e attualmente ordinario di Filologia bizantina. E’ autrice di edizioni critiche, di saggi, articoli e recensioni pubblicati in sedi scientifiche italiane e straniere. Principali linee di ricerca: romanzo antico, epigramma ellenistico, storiografia bizantina dei secoli VI e X-XIII, retorica bizantina, poesia innografia del VI secolo, poesia bizantina dei secoli VII e X-XII, traduzioni in slavo ecclesiastico di testi agiografici bizantini, ricerca didattica sull’insegnamento della lingua e della letteratura greca antica.