Storia della chiesa

CODICE: 65145
SSD: M-STO/07
DOCENTE: Luciano MALUSA

Storia della chiesa M-STO/07

Docente: Luciano MALUSA

II semestre

Crediti in totale: 9

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Storia della Chiesa cattolica dal Rinascimento al Concilio Vaticano II. Illustrazione delle vicende ecclesiali attraverso i Concili Ecumenici di Trento, Vaticano I e Vaticano II, e la lettura esemplificativa di due rilevanti encicliche papali: Quanta
cura (Pio IX:1864), Aeterni Patris (Leone XIII: 1879).

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Commento di alcune pagine dalle encicliche e dagli atti dei tre Concili ecumenici.
Si fa riferimento a: H. Denzinger, Enchiridion Symbolorum Definitionum et Declarationum de rebus fidei et morum, edizione bilingue a cura di P. Hünermann, Dehoniane, Bologna 2003.
Sono da consultare i documenti dei tre concili e quelli riguardanti le encicliche sopra citata, con le relative introduzioni dei curatori dell’edizione del Denzinger.
Verranno poste a disposizione dei frequentanti e di coloro che ne facessero richiesta le parti da consultare. Informazioni dettagliate verranno fornite all’inizio del corso.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Storia della Chiesa cattolica dal Rinascimento al Concilio Vaticano II. Illustrazione delle vicende ecclesiali attraverso i Concili Ecumenici di Trento, Vaticano I e Vaticano II, e la lettura esemplificativa di due rilevanti encicliche papali: Quanta
cura (Pio IX:1864), Aeterni Patris (Leone XIII: 1879).
Aspetti delle polemiche dottrinali dell’Ottocento nella Chiesa cattolica: la condanna delle opere di Vincenzo Gioberti (1852). L’acuto conflitto tra cristianesimo e modernità evidenziato dalle dottrine giobertiane e dall’ostilità nei loro confronti.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Si fa riferimento a: H. Denzinger, Enchiridion Symbolorum Definitionum et Declarationum de rebus fidei et morum, edizione bilingue a cura di P. Hünermann,
Dehoniane, Bologna 2003. Sono da consultare i documenti dei tre concili e quelli riguardanti le encicliche sopra citata, con le relative introduzioni dei curatori dell’edizione del Denzinger. Verranno poste a disposizione dei frequentanti e di coloro che ne facessero richiesta le parti da consultare. Informazioni dettagliate verranno fornite all’inizio del corso.
L. Malusa - L. Mauro, Cristianesimo e modernità nel pensiero di Vincenzo Gioberti.
Il “Gesuita Moderno” al vaglio delle Congregazioni romane (1848-1852). Da documenti inediti, FrancoAngeli, Milano 2005.
Vincenzo Gioberti e le Congregazioni romane. Il processo del 1849-1852, i giudizi, le procedure e la condanna del pensiero giobertiano nei nei documenti inediti dell’Indice e del Sant’Uffizio, a cura di L. Malusa e P. De Lucia Fabrizio Serra Editore, Pisa-Roma 2011 (soprattutto l’Introduzione).

Altre notizie

Indicazioni dettagliate sulle modalità di studio dei testi indicati verranno fornite all'inizio del corso. Gli studenti con difficoltà di frequenza assidua possono rivolgersi al docente per informazioni  010/20951976, oppure e.mail: 53539@unige.it

Far conoscere la storia della chiesa cattolica nei suoi rapporti con le altre chiese cristiane, specialmente dopo la Riforma protestante. Essa condivide con le altre chiese nel corso dei secoli l’aspirazione ad essere la vera chiesa di Cristo: dopo un periodo in età moderna di contrapposizione al Protestantesimo ed alle chiese orientali, essa ha assunto nei loro confronti, nel Novecento, e soprattutto dopo il Concilio ecumenico Vaticano II, un atteggiamento di dialogo e di disponibilità a perseguire obiettivi comuni. Oggetto della storia della chiesa sono pertanto le specificità della chiesa cattolica (papato, gerarchia episcopale, sacerdozio sacramentale, ordini religiosi, missionarietà) e le differenze nei confronti delle altre confessioni (relativamente alla dottrina della grazia, del libero esame delle Scritture, del sacerdozio universale dei cristiani). Trattare la storia della chiesa inoltre significa un’attenzione particolare nei confronti degli aspetti istituzionali, artistici, normativi, educativi e “politici” delle comunità che si riconoscono nel Primato del vescovo di Roma.