Storia moderna (Lettere)

CODICE: 64929
SSD: M-STO/02
DOCENTE: Giovanni ASSERETO

Storia moderna M-STO/02

Docente: Giovanni Assereto

I semestre

Crediti in totale: 9

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Temi e problemi della storia d'Europa fra XV e XIX secolo.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

C. Capra, Storia moderna (1492-1848), Le Monnier Università

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

1. Temi e problemi della storia d'Europa fra XV e XIX secolo.
2. Lo Stato moderno dalla formazione al declino.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

1. C. Capra, Storia moderna (1492-1848), Le Monnier Università
2. W. Reinhard, Storia dello Stato moderno, il Mulino
W. Reinhard, Storia del potere politico in Europa, il Mulino
Per il secondo modulo l'esame verterà sul primo dei due testi
di Reinhard e su almeno due capitoli del secondo.

Altre notizie

Tutti gli studenti - sia per l'esame da 6 crediti sia per quello da 9 - sono tenuti a svolgere una breve esercitazione scritta da
concordare preventivamente con il docente.

L'insegnamento si propone di trasmettere una conoscenza di base della storia del Novecento e di fornire gli strumenti critici necessari all'approfondimento delle sue questioni nodali

Giovanni Assereto si è laureato presso l’Università degli studi di Milano, si è perfezionato alla Fondazione Einaudi di Torino, ha insegnato nelle università di Trieste e di Genova, dove è ora professore ordinario di Storia moderna e coordinatore del Dottorato in Storia. Tra i suoi principali campi di ricerca: la Toscana moderna e contemporanea, i fenomeni pauperistici e le politiche assistenziali in Italia e in Europa, la storia politica, economica e sociale della Liguria fra XVI e XX secolo. Collabora da molti anni col Dizionario biografico degli Italiani e fa parte sin dalla fondazione del comitato editoriale di “Studi settecenteschi”. Nel 2001-2003 ha coordinato una ricerca sull’organizzazione militare della Repubblica di Genova, e attualmente ne coordina un’altra relativa alle forme di controllo del territorio e del mare in Liguria fra XVII e XIX secolo. Ha ricoperto diversi incarichi istituzionali nella Facoltà di Lettere, ha fatto parte del Comitato organizzatore della Scuola di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario, è stato membro di vari comitati scientifici, fra i quali quello per il riordinamento del Museo Navale di Genova.