Bibliografia

CODICE: 72592
SSD: M-STO/08
DOCENTE: Anna Giulia CAVAGNA

Bibliografia M-STO/08

Anna Giulia Cavagna

annuale

Crediti in totale: 12

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Il corso considera la bibliografia espressione - pratica e teoretica - della organizzazione della informazione scritta e pubblicata, realizzata su vari supporti (cartacei, digitali, in rete). Indaga alcune realizzazioni culturalmente significative, (repertori, banche dati, bibliografie) delle discipline letterarie, storiche, filosofiche. Il corso vuol rendere autonomo e competente lo studente nella conoscenza di fonti inerenti la vita intellettuale (e materiale) dell’Europa moderna e contemporanea, conferir padronanza nella scelta e uso di strumenti utili alla ricerca (per tesi, lavoro redazionale, intellettuale, vita quotidiana ecc...), nel tempo variabili, offrire i criteri basilari per valutarne la reale affidabilità e qualità informativa e per coglierne l'evoluzione (in senso democratico, quantitativo, contenutistico). Son previste esercitazioni indispensabili per impratichirsi con le ricerche on line.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

1.Santoro M.-G. Crupi, Lezioni di bibliografia, Milano, Biliografica, 2012 E voce BIBLIOGRAFIA p.74-141 in M. Guerrini, Biblioteconomia, Milano, Bibliografica, 2007
2.Serrai A.- F. Sabba, Profilo di storia della bibliografia, Milano, Bonnard, 2005 p. 7-23 PIù 2 paragrafi a scelta (di contenuto diverso da quanto esposto al punto 1)
3.Metitieri F., Il grande inganno del web 2.0, Bari, Laterza, 2009, oppure G. Granata, Introduzione alla biblioteconomia, Bologna, Il mulino, 2009 o D. F. McKenzie, Bibliografia e sociologia dei testi, Milano, Bonnard, 1999
4.Capacità d’uso delle banche dati d’ateneo e dei repertori bibliografici cartacei e on line testata con esercitazione.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 12 cfu

Oltre a quanto spiegato nella prima parte, il corso approfondirà praticamente quanto appreso in precedenza e, con l’ausilio della dr.Scappaticci (leandra.scappaticci@beniculturali.it) affronterà problematiche di natura musicologica con la conoscenza, uso e valutazione di strumenti indispensabili sia per la ricerca scientifica che per l’identificazione o catalogazione di libri di contenuto musicale. Son presentati gli strumenti: per il reperimento della letteratura sulla musica; alcuni repertori storici; riviste musicali e cataloghi editoriali; dizionari, enciclopedie, bibliografie generali; pubblicazioni per la localizzazione dei testimoni (RISM); cataloghi, collane. Si faran brevi cenni su: Internet e la ricerca musicologica; produzione e caratteristiche del libro di musica, individuazione delle notazioni; principali concetti di filologia musicale e di tradizione testuale.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 12 cfu

Ai punti 1-4 del programma da 6cfu si aggiunga: 5)G. Merizzi, La ricerca bibliografica nell'indagine storico-musicologica, Bologna, CLUEB, 1996; 6)S. Boorman, Bibliography of Music, in The New Grove Dictionary of Music and Musicians, London, Macmillan, 2001, vol. 3, p.535-550 7)Il libro di musica. Per una storia materiale delle fonti musicali in Europa, a c. di C. Fiore, Palermo, L’Epos, 2004; 8)M. Caraci-Vela, Introduzione, in La critica del testo musicale, a cura di M.Caraci-Vela, Lucca, LIM, 1995 (Studi e testi musicali. n.s.4), p.3-35 o G.Baroffio p.143-192 in Guida a una descrizione uniforme dei manoscritti e al loro censimento, a c. di V. Jemolo, Roma, ICCU,1990.

Altre notizie

Coloro che devono conseguire solo 6cfu frequentano solo la prima parte BASILARE. Gli studenti NON FREQUENTANTI devono concordare via mail un incontro per fissare i contenuti dell’esame ENTRO DICEMBRE 2012; è chiesta una esercitazione scritta da valutare in sede d’esame. È caldamente consigliata la frequenza; altre indicazioni e materiali sono forniti a lezione. Sono previste esercitazioni pratiche e lezioni seminariali presso la Biblioteca Universitaria di Genova. Non è richiesta competenza musicale.

Il corso considera la bibliografia espressione - pratica e teoretica - della storia e organizzazione della informazione e comunicazione libraria, indipendentemente dalla loro espressione su supporti vari (tradizionali cartacei o digitali) soffermandosi particolarmente sulle recenti organizzazioni in rete, sulle modalità di consultazione e uso. Conoscenza dei principali standard catalografici inerenti ai documenti musicali e alle problematiche attinenti alle biblioteche musicali (storia e organizzazione). Conoscenza dei principali strumenti (elettronici e cartacei) per la ricerca musicale e musicologica.