Teoresi filosofica

CODICE: 65027
SSD: M-FIL/01
DOCENTE: Francesco CAMERA

Teoresi filosofica M-FIL/01

Docente: Francesco CAMERA

II semestre

Crediti in totale: 9

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Lo scandalo del male e la teodicea in Kant.

Le lezioni intendono approfondire la trattazione del problema del male nel pensiero kantiano, con particolare riferimento al passaggio dalla morale alla religione e alla discussione sulla teodicea.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Bibliografia
I. Kant, "La religione nei i limiti della semplice ragione" (1794), in Id., Scritti di filosofia della religione, Mursia, Milano 1989, pp. 65-216.
S. Besoli, C. La Rocca, R. Martinelli (a cura di), L'universo kantiano. Filosofia, scienze, sapere, Quodlibet, Macerata 2010 (pp. 315-345; 437-464; 529-570).

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Lo scandalo del male e la teodicea in Kant

Le lezioni intendono approfondire la trattazione del problema del male nel pensiero kantiano, con particolare riferimento al passaggio dalla morale alla religione e alla discussione sulla teodicea.

Parte I
Il male radicale e il passaggio dalla morale alla religione.

Parte II
Impossibilità della teodicea e possibilità della religione in Kant.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Bibliografia
1) Per la parte I
I. Kant, "La religione nei i limiti della semplice ragione" (1794), in Id., Scritti di filosofia della religione, Mursia, Milano 1989, pp. 65-216.
S. Besoli, C. La Rocca, R. Martinelli (a cura di), L'universo kantiano. Filosofia, scienze, sapere, Quodlibet, Macerata 2010 (pp. 315-345; 437-464; 529-570).
2) Per la parte II
I. Kant, "Sull'insuccesso di ogni saggio filosofico di teodicea" (1791), in Id., Scritti di filosofia della religione, Mursia, Milano 1989, pp. 51-64.
G. Cunico, "Kant e la teodicea: il male, la storia, lo scopo finale", in Id., Da Lessing a Kant, Marietti, Genova 1992, pp. 133-215.
G. Cunico, "Teodicea e teleologia morale", in Id., Il millennio del filosofo, ETS, Pisa 2001, pp. 149-182.

Altre notizie

1) Per 6 cfu: L'esame richiede la conoscenza dei testi relativi alla parte I.
2) Per 9 cfu: L'esame richiede la conoscenza dei due testi di Kant e dei saggi indicati (parte I e II).
Inoltre gli studenti possono svolgere una relazione su un argomento concordato col docente sulla base di un elenco di testi di approfondimento fornito all'inizio delle lezioni. Le lezioni della parte II verranno svolte in collaborazione col Prof. Gerardo Cunico.

L'insegnamento mira a permettere agli studenti di approfondire temi teoretici sia classici sia attuali della riflessione filosofica e di prepararli a padroneggiare gli strumenti metodologici e critici per trattare autonomamente tali problemi, attraverso la diretta discussione seminariale di testi di riferimento fondamentali.

Francesco Camera ha compiuto i suoi studi presso l’Università di Genova, dove si è laureato in filosofia con Alberto Caracciolo. Successivamente, come borsista del D.A.A.D., ha svolto attività di ricerca in Germania, presso le Università di Bochum e Friburgo. Divenuto ricercatore confermato presso l’Ateneo genovese nel 1984, dal 1997 insegna Ermeneutica Filosofica e Propedeutica Filosofica. Ha insegnato anche presso la SSIS e nel 2006 ha conseguito l’idoneità a professore di seconda fascia di Filosofia Teoretica. Linee di ricerca: le problematiche del comprendere e dell’interpretare nel loro sviluppo storico e nelle loro articolazioni teoretiche, con particolare riferimento al dibattito novecentesco in area continentale (Heidegger, Gadamer); lo studio del rapporto tra linguaggio filosofico (argomentativo o apofantico) e altri tipi di linguaggi (tra i quali la parola poetica); esegesi e commento dei principali classici del pensiero occidentale quale parte integrante di una filosofia ermeneutica che si confronta con la tradizione.