Storia e critica del cinema

CODICE: 52704
SSD: L-ART/06
DOCENTE: Saverio ZUMBO

Storia e critica del cinema L-ART/06

Docente: Saverio ZUMBO

II semestre

Crediti in totale: 6

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Il cinema di Marco Bellocchio

Verrà analizzata la complessa parabola creativa di Marco Bellocchio, mettendo in luce con particolare attenzione le profonde implicazioni psicoanalitiche e la problematizzazione dello statuto dell'immagine che, senza propriamente scaturire nel surrealismo, ne mina l'attendibilità sul piano della verosimiglianza naturalistica, per approdare ad una originalissima rappresentazione delle "figure" dell'inconscio.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

A. APRA', Marco Bellocchio. Il cinema e i film, Venezia, Marsilio, 2005.
P. CAPRONI, Lo sguardo inquieto. Marco Bellocchio tra immaginario e realtà, Recco, Le Mani, 2009

Approfondire le conoscenze nel campo della storia del cinema, con particolare riguardo per il cinema moderno, e apprendere adeguati strumenti teorici per l'analisi del testo filmico.

Saverio Zumbo si è laureato in Lettere presso l’Università di Genova. È stato nel 1989 tra i fondatori della rivista di cinema “Visionario”, di cui è stato co-direttore e redattore sino al 1997, anno di cessazione della pubblicazioni.
È fra i fondatori della casa editrice Falsopiano, tra le più importanti a livello nazionale nel settore dell’editoria specializzata in cinema. Il 24 marzo 2005 alle Edizioni Falsopiano è stato assegnato, presso la sala Pietro da Cortona dei Musei Capitolini al Campidoglio, il premio Filmcritica Umberto Barbaro per la miglior casa editrice di cinema.
Dal 2000 al 2004 ha tenuto dei corsi di storia del cinema presso il Master in spettacolo della Facoltà di Architettura dell’Università di Genova. Dal 2002 insegna materie cinematografiche presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova.
Ha pubblicato volumi dedicati all’opera di Kubrick, di Wenders, di Antonioni, di Hitchcock ed alla trasposizione cinematografica delle commedie del Rinascimento.