Tradizioni iconografiche della letteratura e cultura latina

CODICE: 65069
SSD: L-FIL-LET/04
DOCENTE: Maria Teresa VITALE

Tradizioni iconografiche della letteratura e cultura latina L-FIL-LET/04

Docente: Maria Teresa Vitale

II semestre

Crediti in totale: 9

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

1. Testimonianze artistiche nell'epica virgiliana.
2. L'urbanistica a Roma in età imperiale.
3. Plinio e la pittura (nat. hist. XXXV).

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Antologia di testi latini. Itinerario artistico-archeologico, a cura di Sonia Laconi, Herder Editrice, Roma 2006 (obbligatorio per gli studenti non frequentanti).

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

1. Testimonianze artistiche nell'epica virgiliana.
2. L'urbanistica a Roma in età imperiale.
3. Plinio e la pittura (nat. hist. XXXV).
4. Il mito nelle "Metamorfosi" di Ovidio e la metamorfosi del mito nella storia dell'arte.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Antologia di testi latini. Itinerario artistico-archeologico, a cura di Sonia Laconi, Herder Editrice, Roma 2006 (obbligatorio per gli studenti non frequentanti).

Altre notizie

1. E' indispensabile la conoscenza del profilo storico della cultura e letteratura latina: quadro storico, politico, economico e culturale.
2. All'interno del corso si svolgeranno esercitazioni.
3. I brani oggetto di lettura saranno forniti dal docente.

L’insegnamento di Tradizioni iconografiche della Cultura e Letteratura latina, nel tenere costantemente presente l’evoluzione storica della Cultura e Letteratura latina, ha come obiettivo sia la ricezione ed il Fortleben del testo classico nell’arte, sia –attraverso proposte di lettura dell’immagine- l’individuazione della fonte letteraria archetipo o più emergente.

Maria Teresa Vitale, ricercatore confermato TP presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Genova, inquadrata nel settore L.FIL.LET/04-Lingua e letteratura latina, ha insegnato presso questa Facoltà Istituzioni di lingua latina per il CdS triennale in Conservazione dei beni culturali e Cultura latina per il CdS magistrale in Letterature e civiltà moderne.
Ha iniziato la sua attività di ricerca studiando i trattati dei grammatici latini, di cui ha approfondito aspetti e problematiche inerenti alla terminologia grammaticale o al valore semantico di prestiti e calchi. Ha poi volto i suoi interessi a studi di carattere specificatamente linguistico e morfologico e anche filologico, trattando questioni esegetico-testuali presenti nelle opere di Ennio, Pseudo-Seneca, Albinovano Pedone, Alcestis Barcinonensis, Aegritudo Perdicae. Ha anche indagato problemi di tecnica allusiva e di fortuna di alcuni autori latini in età medioevale, umanistica e rinascimentale. Ultimamente ha appuntato l’attenzione su temi relativi ad alcuni fenomeni della latinità (per es. la cultura della donna romana, i rapporti fra intellettuali e lo stato, la diffusione della cultura attraverso le biblioteche, il concetto di paraletteratura della latinità, etc.). Al momento sta interessandosi ad autori e testi medievali e umanistici, con particolare riguardo al teatro umanistico.