Antropologia

CODICE: 65629
SSD: BIO/08
DOCENTE: Antonio GUERCI

Antropologia BIO/08

Docente: Antonio GUERCI

I semestre

Crediti in totale: 9

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Quanto attiene allo studio dell'uomo è spesso a rischio di caduta in un facile riduzionismo, tanto sul versante biologico come su quello culturale. Il corso presenta un'ampia introduzione ai contenuti fondamentali dell'antropologia: a partire dal secolare dibattito su natura e cultura, verranno affrontati i temi della variabilità, del differenziamento, dell'adattamento, dell'evoluzione, dell'ecologia e delle molteplici e variabili strategie bio-culturali messe a punto nel tempo (e nello spazio) dalle diverse popolazioni umane.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

A. GUERCI, Dall'antropologia all'antropopoiesi. Breve saggio sulle rappresentazioni e costruzioni della variabilità umana. Milano: C. Lucisano Editore, 2007.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Quanto attiene allo studio dell'uomo è spesso a rischio di caduta in un facile riduzionismo, tanto sul versante biologico come su quello culturale. Il corso presenta un'ampia introduzione ai contenuti fondamentali dell'antropologia: a partire dal secolare dibattito su natura e cultura, verranno affrontati i temi della variabilità, del differenziamento, dell'adattamento, dell'evoluzione, dell'ecologia e delle molteplici e variabili strategie bio-culturali messe a punto nel tempo (e nello spazio) dalle diverse popolazioni umane.
Particolare attenzione sarà dedicata all'antropologia della salute e delle malattie e ai sistemi medici, occidentali e non. La salute non è uno stato di perfetto equilibrio, ma un gioco dinamico tra fisiologia, l'ambiente circostante e le strutture socio-culturali, che chiama in causa la malattia come fase di tale processo.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

A. GUERCI, Dall'antropologia all'antropopoiesi. Breve saggio sulle rappresentazioni e costruzioni della variabilità umana. Milano: C. Lucisano Editore, 2007.

In oltre un testo a scelta fra i seguenti:
G. BARBUJANI, L'invenzione delle razze. Milano: Bompiani, 2006.
L. CAVALLI-SFORZA, Geni, popoli e lingue. Milano: Adelphi, 1996.
P. COPPO, Tra psiche e culture: elementi di etnopsichiatria. Torino: Bollati Boringhieri, 2003.
R. LEWONTIN, Biologia come ideologia. Torino: Bollati Boringhieri, 1993.

Altre notizie

Per gli studenti non frequentanti vale lo stesso programma di studio.

Il corso introduce ai contenuti fondamentali dell’antropologia, a partire dal secolare dibattito su natura e cultura, affrontando i temi della variabilità, del differenziamento, dell’adattamento, dell’evoluzione, dell’ecologia e delle molteplici strategie bio-culturali messe a punto dalle diverse popolazioni umane.

Antonio Guerci si è Laureato in Scienze biologiche presso l’Università di Genova, è professore ordinario di Antropologia nel Dipartimento di Scienze antropologiche. Insegna Antropologia in Facoltà di Lettere e Filosofia e in Facoltà di Medicina, Storia della medicina, in Facoltà di Medicina e Sociologia delle relazioni etniche/Mediazione culturale, in Facoltà di Giurisprudenza. E’ stato Direttore del Dipartimento di Scienze antropologiche, Presidente del Corso di Laurea in Geografia, Vice-preside della Facoltà di Lettere e Filosofia. E’ responsabile scientifico del Museo di Etnomedicina A. Scarpa dell'Università degli Studi di Genova. Inoltre è Vice-Presidente della Société Européenne d'Ethnopharmacologie, Strasburgo (Francia); Expert Adviser dalla Chinese University of Hong Kong per il programma Traditional Medicines (Cina); Professore Onorario della Universidad Cientifica del Sur, Lima (Perù); Membro onorario del Centro Internacional de Medicina Traditional, Cuzco (Perù); Membro onorario dell’Arbeitsgeneinschaft Ethnomedizin, Heidelberg (Germania); Membro permanente del GDR 2526 Marsiglia (Francia); Membro del Comitato Scientifico Nazionale Francese del CNRS Parigi (Francia) per il quadriennio 2007-2010. Ha pubblicato oltre 350 lavori scientifici tra volumi, monografie, articoli, comunicazioni, su riviste e per editori nazionali e internazionali. Principali linee di ricerca sono: antropologia della salute e delle malattie, secular trend, antropologia dell’invecchiamento, variabilità umana nel tempo e nello spazio.