Glottologia (parte del corso in comune con Linguistica generale)

CODICE: 64912
SSD: L-LIN/01
DOCENTE: Moreno MORANI

Glottologia L-LIN/01

Docente: Moreno Morani

I semestre

Crediti in totale: 12

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu devono fare riferimento al SECONDO modulo del corso di 12 cfu.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Sono i testi del II modulo dell'insegnamento di 12 CFU

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu frequenteranno la prima parte del I modulo e il SECONDO modulo del corso di 12 cfu.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

G. Gobber-M. Morani, Linguistica generale, ed. McGraw-Hill, Milano
e i testi del II modulo del corso di 12 CFU

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 12 cfu

I modulo, 6 CFU
(comune con l'insegnamento di Linguistica Generale)
Scopo del modulo è di introdurre gli studenti alla riflessione sulla lingua e le sue problematiche, dando anche un profilo sommario di storia della disciplina. Per ogni problematica affrontata saranno presi in considerazione le tesi delle principali scuole linguistiche moderne. In particolare saranno svolte le seguenti tematiche:
Che cosa sono le lingue e come funzionano.
Studio sincronico e diacronico.
Fonetica e fonologia.
La morfologia.
La variabilità delle lingue
Problemi di classificazione linguistica.

II modulo, 6 CFU
Le lingue indueropee. L'indeuropeo ricostruito: foneologica e morfologia dell'indeuropeo.
Lettura di testi in lingue indeuropee antiche.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 12 cfu

Per il I modulo:
G. Gobber-M. Morani, Linguistica generale, ed. McGraw-Hill, Milano
E. Coseriu, Sincronia, diacronia e storia (primo capitolo dell'omonimo volume, ediz. Boringhieri, Torino)

lettura consigliata:
F. de Saussure, Corso di linguistica generale (trad. ital.), ed. Laterza, Bari

Per il II modulo:
M. Morani, Profilo di linguistica indeuropea, II ed., Aracne, Roma, 2011

testi di consultazione:
V. Pisani, Glottologia indeuropea, Torino, Rosenberg & Sellier
P. Milizia, Le lingue indoeuropee, Carocci, Roma
O. Szemerényi, Introduzione alla linguistica indoeuropea, Unicopli, Milano

I testi proposti per la lettura glottologica saranno dati in fotocopia agli studenti

Altre notizie

La prova d'esame sarà orale

Introduzione alla linguistica storico-comparativa: Classificazione delle lingue: parentele e affinità
linguistica (con speciale riguardo alle lingue indeuropee). Comparazione e ricostruzione: obiettivi, metodo e limiti / Profilo di grammatica comparata dell'indeuropeo: Letture e commento glottologico di testi in lingue indeuropee antiche./ Gli sviluppi della scienza linguistica dall'Ottocento al Novecento.

Moreno Morani, nato a Milano, si è laureato in lettere (indirizzo classico) all'Università Cattolica di Milano. È stato ricercatore nella medesima università. Ha insegnato glottologia nelle Università di Trento (per contratto) e poi (come professore straordinario) nell'Università di Catania, dove ha tenuto anche il corso di Linguistica generale. Dal 1990 è professore ordinario del settore L-Lin/01 all'Università degli Studi di Genova, dove insegna Glottologia e Glottologia (S), e dove ha avuto per alcuni anni la supplenza di Lingua e letteratura sanscrita. Ha prodotto pubblicazioni in vari ambiti della linguistica indeuropea (tra cui i manuali: Introduzione alla linguistica greca, Alessandria 1999; Introduzione alla linguistica latina, München 2000; Lineamenti di linguistica indeuropea, Roma 2007), mostrando interesse soprattutto per varie problematiche della semantica e della traduzione (diversi studi riguardano i problemi di antiche versioni orientali, in particolare armene, di testi greci) e della filologia classica (ha curato per la Collezione Teubner la nuova edizione critica del De natura hominis di Nemesio di Emesa, 1987). Diversi lavori trattano problematiche riguardanti il lessico religioso di varie lingue indeuropee. Inoltre ha prodotto numerosi testi di interesse più generale (Cultura classica e ricerca del divino, 2002, in collaborazione con Giulia Regoliosi) e traduzioni da varie lingue (in particolare dal greco le Tragedie di Eschilo, Torino 1987, e dal sanscrito la S'akuntala riconosciuta di Kâlidâsa, Milano 1982).