Storia del teatro e dello spettacolo

CODICE: 52703
SSD: L-ART/05
DOCENTE: Roberto TROVATO

Storia del teatro e dello spettacolo L-ART/05

Docente: Roberto TROVATO

II semestre

Crediti in totale: 6

Modulo unico (crediti 6)

Edizioni dei testi teatrali italiani del Rinascimento.
La drammaturgia italiana del Rinascimento.

Bibliografia

Una nonografia che verrà indicata a lezione.
F. BERTINI, Sosia e il doppio nel teatro moderno, Genova, Il Melangolo, 2010.
L. RADIF, Le Maschere di Machiavelli, Imperia, Ennepilibri, 2010.
L. ZORZI- G. INNAMORATI- S. FERRONE, Il teatro del Cinquecento, Perugia, Morlacchi, 2008.
Studio dei seguenti testi:
L. ARIOSTO, La Cassaria in versi (a cura di V. GRITTI), Firenze, Cesati Editore, 2005 e La Lena, in qualsiasi edizione.
N. MACHIAVELLI, La Mandragola, in qualsiasi edizione.
RUZANTE, tre pièces a scelta,in qualsiasi edizione.
Anonimo, La Venexiana, in qualsiasi edizione.
LASCA, due pièces a scelta,in qualsiasi edizione.

Altre notizie

PER CHI NON FREQUENTA IL MODULO UNICO in aggiunta:
M. PIERI, La nascita del teatro moderno, Torino, Bollati Boringhieri, 1989

Approfondire le conoscenze nel settore del teatro e dello spettacolo considerato strategico nella società e nella cultura odierne, attraverso le sue figure più rappresentative e i suoi testi più rilevanti.

Roberto Trovato si è laureato in Lettere a Bologna. Ha insegnato all’Università della Calabria Semiologia dello spettacolo e a Genova Storia del teatro e dello spettacolo e Storia del teatro rinascimentale. Nel 1997 è stato insignito del Premio Città di Genova per la cultura. Dal novembre 2005 al novembre 2007 è stato Direttore della Biblioteca del Polo Imperiese. È professore Associato nell’Università di Genova e insegna Drammaturgia e Istituzioni di regia. Ha curato sette edizioni critiche di inediti del teatro italiano fra ’500 e ’900, un lungo saggio sul teatro in Liguria del ’900, un volume sui manoscritti francesi di argomento teatrale esistenti presso una Biblioteca di Bologna e due monografie. Ha curato l’edizione di cinque pièces del Rinascimento in un volume imperniato sulla figura dell’ecclesiastico. Si è occupato di un regista italiano e di quindici commediografi italiani e dialettali, dal ’600 ad oggi, nonché di uno italo-americano. Nel settore della drammaturgia dell’attore, è autore di un volume e di due saggi. Principali linee di ricerca: il teatro italiano del ’500, Albergati Capacelli e Goldoni e la critica teatrale sui periodici liguri dell’800. E' attualmente Presidente del Consiglio di Corso di laurea in DAMS e di quello in Scienze dello Spettacolo.