Istituzioni romane

CODICE: 62142
SSD: L-ANT/03
DOCENTE: Maria Federica PETRACCIA

Istituzioni romane L-ANT/03

Docente: Maria Federica PETRACCIA

II semestre

Crediti in totale: 9

Modulo I (crediti 6)

Il corso si propone di delineare la storia delle principali istituzioni dell'età romana, soprattutto in relazione ai fenomeni politici che ne determinarono l'evoluzione, nonché di fornire gli strumenti bibliografici essenziali per un avviamento allo studio e alla ricerca in questo settore.

Bibliografia

1) G. Poma, Le istituzioni politiche del mondo romano, Il Mulino, Bologna 2009.
2) Una lettura a scelta tra le seguenti opere:
F. JACQUES, J. SCHEID, Roma e il suo Impero. Istituzioni, economia, religione,Editori Laterza, Roma-Bari, 1999;
C. NICOLET, Il mestiere del cittadino nell'antica Roma, Editori Riuniti, Roma, 1992.

Modulo II (crediti 3)

Nel II modulo si intende approfondire la figura della donna così come appare dalla documentazione letteraria epigrafica e archeologica.

Bibliografia

Francesca Cenerini, La donna romana, Bologna 2002 (editore Il Mulino Universale Paperbacks)

Altre notizie

 

Maria Federica Petraccia. Si è laureata in Lettere classiche presso l’Università di Padova, specializzandosi in Epigrafia greca e latina presso la Scuola Nazionale di Archeologia di Roma. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia antica e successivamente, grazie ad una borsa di studio CNR, ha trascorso tre anni presso l’Ecole Pratique des Hautes Etudes con sede a Parigi (La Sorbonne–Paris IV). E’ attualmente Professore associato presso il DISAM dell’Università di Genova dove insegna Storia romana, Istituzioni romane e La comunicazione a Roma. Fa parte del Collegio Docenti della Scuola di Dottorato di ricerca in culture classiche e moderne–corso di Scienze storiche dell’antichità, e del Master universitario di I livello ‘Tra Oriente e Occidente nell’antichità: storia, archeologia, tradizione letteraria’. E’ stata Visiting Professor presso le Università di Paris IV–Sorbonne e di Pamplona. E’ autrice di otto volumi e curatele e di numerosi articoli, saggi e recensioni su riviste italiane e straniere. Sue principali linee di ricerca sono: le magistrature municipali dell’Italia antica, l’esercito romano, il culto imperiale nelle province orientali dell’Impero, problemi di ordine pubblico, spie e segreti a Roma, erudizione e storiografia antica nell’Italia dell’Ottocento.