Filosofia della mente

CODICE: 61401
SSD: M-FIL/02
DOCENTE: Luisa MONTECUCCO

Filosofia della mente M-FIL/02

Docente: Luisa MONTECUCCO

I semestre

Crediti in totale: 9

Modulo I (crediti 6)

Introduzione storica e tematica alla filosofia della mente.
L'orizzonte di riferimento delle lezioni è il rapporto tra il linguaggio mentalistico di senso comune e le indagini filosofica e scientifica sulla mente, reso ancor più problematico, ma anche più stimolante, dai recenti progressi nel campo delle neuroscienze. Tutte e tre le prospettive - di senso comune, filosofica e scientifica - saranno considerate per introdurre allo sviluppo storico di teorie della mente e alla ricerca su natura degli eventi mentali, rapporto mentale-fisico, coscienza cognitiva e coscienza fenomenica, intenzionalità, soggettività, identità personale. Questo percorso storico-concettuale costituirà anche la base per approfondire il tema del libero arbitrio nel secondo modulo.

Bibliografia

R. DESCARTES, Discorso sul metodo e Meditazioni metafisiche, con le obiezioni e risposte, Laterza, Roma-Bari 1978.
M. DI FRANCESCO, Introduzione alla filosofia della mente, Carocci, Roma 2002.
L. MONTECUCCO, Can supervenience save the mental?, in E. Agazzi, L. Montecucco (a cura di), Complexity and Emergence, World Scientific, Singapore 2002, pp. 161-180
S. NANNINI, L'anima e il corpo. Un'introduzione storica alla filosofia della mente, Laterza, Roma-Bari 2002.
J.R. SEARLE, Il mistero della coscienza, Raffaello Cortina, Milano 1998.

Modulo II (crediti 3)

Persona e libero arbitrio.
Che cosa significa agire (o scegliere) liberamente? Siamo agenti liberi? Domande come queste contribuiscono a identificare un problema che filosofi di ogni epoca hanno affrontato, anche perché collegato alla responsabilità morale, alla dignità e all'autonomia della persona, ai suoi obiettivi e alle sue realizzazioni. Le lezioni analizzeranno le nozioni di "libero arbitrio" e di "azione libera" con riferimenti a classici del pensiero, da Platone e Aristotele ad Agostino, Tommaso, Descartes, Hobbes, Leibniz, Hume, Kant, Schopenhauer. Il confronto cruciale sarà con le forme di determinismo sostenute dalla conoscenza scientifica, con esiti "compatibilisti" e "incompatibilisti" rispetto ai tentativi di conciliare la radicata presupposizione di libero arbitrio con l'adesione al determinismo, secondo cui per ogni evento che accade nel mondo esistono antecedentemente delle cause sufficienti a determinarne l'accadere.

Bibliografia

M. DE CARO, Il libero arbitrio: una introduzione, Laterza 3 ed., Roma-Bari 2009.
M. DI FRANCESCO, M. MARRAFFA (a cura di), Il soggetto. Scienze della mente e natura dell'io, Bruno Mondadori, Milano 2009.
B. LIBET, Mind Time. Il fattore temporale nella coscienza, Raffaello Cortina, Milano 2007.
J.R. SEARLE, La mente, Raffaello Cortina, Milano 2005.
G. WATSON (editor), Free Will, Oxford University Press, Oxford 1982 (2nd ed. 2003).

Altre notizie

Durante il corso saranno introdotti e commentati passi rilevanti di testi filosofici classici; gli studenti saranno incoraggiati a prendere parte attiva alle lezioni, anche tramite brevi relazioni su aspetti specifici degli argomenti in programma. Per la preparazione dell'esame, saranno precisati quali testi o parti di essi utilizzare, in base anche ai singoli curricula.
Gli studenti non frequentanti sono tenuti a prendere contatto con la Docente (luisa.montecucco@unige.it) entro il termine delle lezioni.