Economie e societŕ dell’Europa orientale

CODICE: 56270
SSD: M-STO/03
DOCENTE: Lauro GRASSI, Roberto SINIGAGLIA

M-STO/03 -  Economie e società dell’Europa orientale

Docente: Roberto SINIGAGLIA, Lauro GRASSI

I semestre

Crediti in totale: 12

Modulo I (crediti 6) Docente: Lauro GRASSI

Imperi, etnie e stati nazionali in Europa centrale e danubiano-balcanica (1848-1941).

Bibliografia

J. BÉRENGER, Storia dell’impero asburgico, 1700-1918, Il Mulino, Bologna, 2003 (limitatamente alle pp. relative all’epoca successiva al 1848).
M. WALDENBERG, Le questioni nazionali nell’Europa centro-orientale, Il Saggiatore, Milano, 1994 (limitatamente alle pp. 25-100).
L. GRASSI (a cura di), Dall’Austria-Ungheria alla nuova Europa centrale. Un’antologia storiografica, Istituto per gli Incontri Culturali Mitteleuropei, Gorizia, 2000.
E. HÖSCH, Storia dei Balcani, Il Mulino, Bologna, 2006
L. GRASSI, Momenti

Modulo II (crediti 6) Docente: Roberto SINIGAGLIA

Ebrei e questione ebraica in Russia da Caterina II a Stalin.

Bibliografia

R. CALIMANI, storia del pregiudizio contro gli ebrei. Antigiudaismo, antisemitismo, antisionismo, Mondadori, Milano, 2007 (limitatamente alle pp. 97-184; 289-366).
C. DE MICHELIS, La giudeofobia in Russia, Bollati-Boringhieri, Torino, 2001.
R. TARADEL, L’accusa di sangue. Storia politica di un mito antisemita, L’Unità-Editori Riuniti, Roma 2008 (limitatamente alle pp. 241-265).

Offrire allo studente, oltre a una introduzione storico-critica e bibliografica  sull'Europa orientale in età moderna e contemporanea, l'opportunità di confrontarsi con i momenti centrali della storia economica e sociale di quest'area.

Roberto Sinigaglia. Ho sviluppato la mia attività scientifica prevalentemente nel settore slavistico con particolare attenzione alla storia della Russia nell'età moderna. I temi trattati sono stati: la rivoluzione russa, il movimento populista, la tecnica russa nel Settecento, i rapporti diplomatici tra la Repubblica di Genova e la Russia di Caterina II. Attualmente sto conducendo studi sulla realtà ebraica in età moderno-contemporanea soprattutto nell’area russa e romena e intendo portare a termine il filone dei rapporti diplomatici tra Genova e la Russia. Insieme a colleghi di altri Atenei italiani ho dato vita all’Istituto storico italo-romeno dell’università Babe?-Bolyai di Cluj-Napoca con annessa biblioteca. All’interno del mio dipartimento ho creato il CeSEO (centro studi sull’Europa orientale) che sarà dotato di una biblioteca di almeno tremila volumi, (spesso non altrimenti reperibili in Italia), prevalentemente pubblicati in lingua francese, inglese, tedesca, russa e romena.