Fonti e metodologie della storia contemporanea

CODICE: 56276
SSD: M-STO/04
DOCENTE: Antonio GIBELLI

M-STO/04 -  Fonti e metodologie della storia contemporanea

Docente: Antonio GIBELLI

II semestre

Crediti in totale: 12

Modulo I (crediti 6)

Scritture di gente comune e storia contemporanea. Seminario permanente
Il modulo intende fornire gli strumenti metodologici per accostarsi all’uso delle fonti disponibili per una storia della gente comune coinvolta negli eventi e nei processi dell’età contemporanea, con particolare riferimento alle fonti che documentano la soggettività dei protagonisti: testimonianze orali e scritture personali di tipo epistolare, diaristico, memorialistico.Il corso si soffermerà su temi quali: le scritture di emigrazione, le scritture di guerra e di prigionia, le scritture di detenzione e di segregazione, le scritture scolastiche e infantili, le scritture di deferenza, rivendicazione, supplica.

Bibliografia

A.Bartoli Langeli, La scrittura dell’italiano,Il Mulino, Bologna 2000
M. Bergamaschi (a cura di), “Caro papa’ Di Vittorio…”. Lettere al segretario generale della CGIL, Guerini e Associati, Milano 2008
M.Boarelli, La fabbrica del passato. Autobiografie di militanti comunisti (1945-1956), Feltrinelli, Milano 2007
S.Portelli, Storie orali. Racconto, immaginazione, dialogo, Donzelli, Roma 2007
F. Caffarena, Lettere dalla Grande Guerra. Sscritture del quotidiano, monumenti della memoria, fonti per la storia. Il caso italiano, Unicopli, Milano 2005

Modulo II (crediti 3+3)

Esercitazioni sui temi svolti nel modulo 1

Bibliografia

Le indicazioni bibliografiche saranno fornite durante lo svolgimento delle esercitazioni

Altre notizie

Il corso, a carattere seminariale, richiede la frequenza e lo svolgimento di esercitazioni scritte. Chi fosse impossibilitato a frequentare è tenuto a prendere contatto con il docente per concordare un programma alternativo

Antonio Gibelli. Si è laureato in Lettere presso l’Università di Genova ed è attualmente Professore Ordinario di Storia contemporanea nel corso di laurea in Storia di questa Università, dove insegna anche Fonti e metodologie della storia contemporanea. È stato Coordinatore del Dottorato in Storia ed è ora Presidente della scuola di dottorato in Società, culture, territorio. E’ inoltre Direttore del Dipartimento di Storia moderna e contemporanea (DISMEC). Ha svolto attività all’estero partecipando a convegni di studio e come componente di commissioni di dottorato, particolarmente in Francia (Lille, Bordeaux, Montpellier), Spagna (Alcalà de Henares), Irlanda (Trinity College di Dublino). È autore di circa 90 pubblicazioni escluse le recensioni, le presentazioni e gli articoli su quotidiani, tra cui una decina di volumi e curatele presso i maggiori editori italiani (Bollati Boringhieri, Einaudi), nonché di molti articoli, saggi e recensioni su riviste italiane e straniere. Il suo volume La grande guerra degli italiani ha vinto il Premio Acqui Storia nel 1999. Ha fondato e diretto l’Archivio Ligure della Scrittura Popolare, con sede presso il DISMEC, una delle principali istituzioni italiane che si occupano di raccogliere e studiare le scritture private di gente comune (lettere, diari, memorie). E’ membro del comitato scientifico internazionale dell’Historial de la Grande Guerre di Peronne (Somme). Le sue principali linee di ricerca vertono sulla prima guerra mondiale, le politiche totalitarie, i processi migratori, le pratiche sociali di scrittura tra Ottocento e Novecento.