Ontologia

CODICE: 52620
SSD: M-FIL/01
DOCENTE: Carlo PENCO

M-FIL/05 -  Ontologia

Docente: PENCO Carlo

I semestre

Crediti in totale: 6

Modulo unico (crediti 6)

Nel corso di presenteranno le linee di fondo di una ontologia della realtà sociale: cosa si intende per "fatti istituzionali" e in particolare come classificare gli artefatti o oggetti non naturali (siano essi artefatti tecnologici od opere d'arte).

Parte del corso potrà essere insegnato in inglese nel caso di presenza di studenti non italiani.

-------------

We will give the main lines of an ontology of social reality: what do we mean with "institutional facts" and how may we classify artifacts?

Part of the course might be taught in English, depending upon the presence of foreign students wishing to attend

Bibliografia

John R. Searle, The Construction of Social Reality, Free Press, N.Y., 1995
John R. Searle, La costruzione della realtà sociale, Einaudi, Torino, 2006
Altra bibliografia e informazioni sul corso verrà fornita su AULAWEB.

L'ontologia è una delle discipline filosofiche più antiche che oggi rivive un momento di espansione sia nel dibattito filosofico sia nelle applicazioni informatiche. L'ontologia - che si definisce come "studio dell'essere" - ha tra i suoi compiti quello di dare una definizione delle categorie generali e del tipo di oggetti che fanno parte di un ambito di conoscenze. E' dunque connessa ai problemi della classificazione e della organizzazone delle conoscenze. Obiettivo del corso è dare un'idea sommaria della storia dell'ontologia, fare alcuni esempi "classici" (da Aristotele a Frege) ed introdurre gli studenti alle applicazioni e alle discussioni contemporanee dell'ontologia, in particolare su cosa si intende per "oggetti sociali" (tra cui documenti, oggetti artistici, oggetti culturali, istituzioni, ecc.).L'ontologia è una delle discipline filosofiche più antiche che oggi rivive un momento di espansione sia nel dibattito filosofico sia nelle applicazioni informatiche. L'ontologia - che si definisce come "studio dell'essere" - ha tra i suoi compiti quello di dare una definizione delle categorie generali e del tipo di oggetti che fanno parte di un ambito di conoscenze. E' dunque connessa ai problemi della classificazione e della organizzazone delle conoscenze. Obiettivo del corso è dare un'idea sommaria della storia dell'ontologia, fare alcuni esempi "classici" (da Aristotele a Frege) ed introdurre gli studenti alle applicazioni e alle discussioni contemporanee dell'ontologia, in particolare su cosa si intende per "oggetti sociali" (tra cui documenti, oggetti artistici, oggetti culturali, istituzioni, ecc.).

Carlo Penco: Laureato nel 1972 a Genova e specializzato in filosofia della scienza nel 1977, ha studiato poi a Cambridge e a Oxford. Ricercatore dal 1983 ha insegnato all'Università di Lecce (1988-1991) e di Genova dal 1992; ha tenuto conferenze o lezioni in Università italiane ed estere; è stato membro di consigli direttivi di società filosofiche (SILFS, SIFA, ESAP) ed è nel comitato di diverse riviste (Epistemologia, European Journal of Analytic Philosophy, Networks, Peruvian Journal of Epistemology, Theoria). Presidente del Biennio di Metodologie filosofiche, Responsabile della Scuola di Dottorato in Scienze Umane, Delegato di Facoltà per il web. Le sue ricerche vertono su diversi temi di filosofia del linguaggio, ontologia e teoria della comunicazione, anche in rapporto all'intelligenza artificiale (contesto cognitivo, descrizioni definite, concetto di senso come procedura, ecc.). Ha curato varii volumi su Frege, Wittgenstein, Austin, Dummett e pubblicato su varie riviste (tra cui Epistemologia, History and Philosophy of Logic, History of modern Logic, Pragmatics and Cognition, Rivista di Filosofia).
Home Page
English Home Page