Epigrafia e istituzioni romane

CODICE: 53295
SSD: L-ANT/03
DOCENTE: Giovanni MENNELLA

L-ANT/03 - Epigrafia e istituzioni romane

Docente: Giovanni MENNELLA

II semestre

Crediti in totale: 9

Modulo I (crediti 6)

Avviamento allo studio dell'epigrafia latina, con lettura di testi.

Bibliografia

A. Donati, Epigrafia romana. La comunicazione nell'antichità, Bologna, Il Mulino (collana "Itinerari"), 2002.
E. Cimarosti, Testimonianze di età romana. Guida alla lettura delle epigrafi della Valle di Susa, Torino, Segusium, Società di ricerche e studi valsusini, 2008 (i capitoli introduttivi e di base).

Modulo II (crediti 3)

Aspetti di vita pubblica e privata romana nella documentazione epigrafica.

Bibliografia

J. Carcopino, La vita quotidiana a Roma all'apogeo dell'Impero, Bari, Laterza 1983 e successive ristampe.
E. Cimarosti, Testimonianze di età romana. Guida alla lettura delle epigrafi della Valle di Susa, Torino, Segusium, Società di Ricerche e studi valsusini, 2008 (selezione di testi, in base agli argomenti considerati).

Altre notizie

Ulteriore bibliografia e altro materiale didattico di lavoro verranno indicati e concordati durante il corso, in base ai documenti presi in esame.
Sono previste uscite di istruzione e di approfondimento in musei e siti archeologici in Liguria e Piemonte.

L’insegnamento mira a facilitare la conoscenza della civiltà romana attraverso la lettura e l’esegesi di testi epigrafici relativi alle sue manifestazioni istituzionali, politiche e sociali.

Giovanni Mennella si è laureato in Lettere (indirizzo classico) e in Storia nell’Università di Genova, dove ha anche conseguito il diploma di perfezionamento in Storia Antica. Ha insegnato Storia dell’Economia Antica nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Salerno, e attualmente è professore ordinario di Storia e Civiltà romana e di Epigrafia e istituzioni romane nel Dipartimento di Scienze dell’Antichità, del Medioevo e geografico-ambientali dell’Università di Genova, nella quale è stato anche docente di Epigrafia latina. E’ vicepresidente dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri, membro della Commissione per le Inscriptiones Italiae, e socio corrispondente della Pontificia Accademia Romana di Archeologia. Studioso di epigrafia latina segnatamente nell’ambito territoriale ligure e piemontese, è autore di 6 volumi e di circa 300 contributi scientifici tra articoli, saggi e recensioni.