Culture ed estetica dell’Africa

CODICE: 53329
SSD: M-DEA/01
DOCENTE: Maria Giovanna PARODI DA PASSANO

M-DEA/01 -  Culture ed estetica dell’Africa

Docente: Maria Giovanna PARODI DA PASSANO

II semestre

Crediti in totale: 6

Modulo unico (crediti 6)

Dei, re e popolazioni del Benin (ex Dahomey).

Bibliografia

A. Brivio e G. Parodi da Passano (a cura di), Africa: turismo e patrimonio. Il caso del Benin, Dossier Africa e Mediterraneo n°67, 2009.
B. Triaca, Itinerari in Benin. Storia, arte, cultura, COE, Milano 1997.
Più un testo a scelta tra:
G. Carbone, L'Africa. Gli stati, la politica, i conflitti, Il Mulino, Bologna 2005.
Anna Maria Gentili, Il leone e il cacciatore. Storia dell'Africa sub-sahariana, Carocci, Roma 2008

Altre notizie

L'esame prevede esercitazioni al di fuori delle lezioni frontali e prove scritte.
I non frequentanti sono tenuti a concordare il programma con la docente.

Il corso si propone di offrire conoscenze avanzate sui contesti storico-culturali e sui contenuti estetici delle società dell'Africa subsahariana e di fornire strumenti relativi a ricerca e analisi di tipo antropologico nel campo dell'etno-estetica.

Giovanna Parodi da Passano è docente di “Etnologia e Antropologia del Turismo” nel corso di laurea triennale in “Scienze geografiche per il territorio, il turismo ed il paesaggio culturale”, e di “Culture ed estetica dell’Africa” nel corso di laurea magistrale in “Antropologia culturale ed Etnologia”.
Africanista di formazione, attualmente si occupa dei culti legati ad associazioni di maschere e di estetica della rappresentazione nello spazio culturale yoruba sudoccidentale; della musealizzazione di oggetti e memorie inerenti ai culti afro-cubani; di arte contemporanea africana; di turismo e patrimonio in Africa. Su questi temi negli ultimi anni ha pubblicato studi e partecipato a convegni internazionali.
Autrice di volumi, saggi, articoli e curatele, è stata Visiting Scholar presso l’Institute of African Studies della Columbia University di New York e ha collaborato con l’IES (Institut d’Ethnosociologie) dell’Università di Abidjan e con il Musée Etnographique di Porto-Novo. Ha in corso un progetto di ricerca dal titolo “Poeticas y politicas”con il Museo Municipal de Guanabacoa, Ciudad Habana. Socio fondatore del CE.ST.AR.AF. (Centro Studi di Storia delle Arti Africane dell’Università Internazionale dell’Arte di Firenze), è socio onorario del CSAA di Milano, membro della Société des Africanistes e socio dell’ IS.I.A.O. (Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente).