Lingua e letteratura latina

CODICE: 53041
SSD: L-FIL-LET/04
DOCENTE: Gigliola MAGGIULLI

L-FIL-LET/04 - Lingua e letteratura latina

Docente: Gigliola MAGGIULLI

I semestre

Crediti in totale: 9

Modulo I (crediti 6)

Galleria di ritratti al femminile attraverso i generi letterari, i periodi della letteratura latina e le influenze culturali.

Bibliografia

G. MAGGIULLI, Galleria di ritratti al femminile dalle origini di Roma al II sec. d. C. (dispensa 2009-2010).

Modulo II (crediti 3)

Il lessico della negatività in Seneca tragico: visioni di orrore, i signa del male. Lettura e traduzione di passi scelti dalle Tragedie di Seneca.

Bibliografia

P. FORNARO, Tradizione di Tragedia. L’obiezione del disordine da Omero a Beckett, Arcipelago Edizioni Milano 2009 (cap. Catarsi filosofica, pp. 202-235; e altro capitolo a scelta).
G. MAGGIULLI, Figli sacrificati. Il capro espiatorio nella drammaturgia senecana, in FuturAntico 5, Genova 2008, pp. 75-117.
G. MAGGIULLI, Nel signum del cerchio. Un tratto di scenografia senecana, in “Maia” LX (2008), pp. 411-420.

Altre notizie

 

L’insegnamento di “Lingua e Letteratura latina” ha come obiettivo l’inserimento della letteratura latina nella storia e nella cultura di Roma privilegiando, allo studio monografico dell’autore, i periodi ed i luoghi di acculturazione, i generi letterari e relativi codici linguistici, il rapporto diacronico (VIII sec. a. C. –V sec. d. C.) fra cultura, testo e iconografia.

Gigliola Maggiulli, laureata in Lettere presso l’Università di Genova, è professore associato in Letteratura Latina ed insegna anche Tradizioni iconografiche della Cultura e Letteratura latina. Ha insegnato Didattica del Latino, Lingua latina, Lingua e Letteratura latina. È autrice di volumi, saggi, articoli su riviste italiane e straniere, voci di enciclopedie, dizionari, recensioni. Ha partecipato a convegni in Italia e all’estero.
Principali linee di ricerca: il lessico tecnico negli scrittori scientifici e nella poesia latina; il lessico medico e l’uso della fitoterapia attraverso le testimonianze degli autori latini (III sec. a. C. – V sec. d. C.); i miti nei testi classici e rivisitazione nel melodramma moderno; aspetti dei paesaggi nella poesia latina con particolare interesse alla scenografia epica/didascalica virgiliana e drammaturgica senecana. Gli ultimi studi vertono in particolare sull’ actio dei personaggi delle tragedie di Seneca.