Ermeneutica filosofica

CODICE: 52974
SSD: M-FIL/01
DOCENTE: Francesco CAMERA

M-FIL/01 -  Ermeneutica filosofica

Docente: Francesco CAMERA

I semestre

Crediti in totale: 9

Modulo I (crediti 6)

Storia e problemi dell’ermeneutica filosofica
Nel corso delle lezioni verrà messo a fuoco il complesso fenomeno del comprendere e dell’interpretare come autonomo problema filosofico. Particolare attenzione verrà rivolta all’esame delle procedure di approccio testuale (metodo letterale o allegorico, principio autorale, contestualizzazione storica, problematizzazione critica), con cui si attua il rapporto interpretativo con i testi filosofici (con particolare riferimento ai classici della tradizione occidentale).

Bibliografia

F. Bianco, Introduzione all’ermeneutica, Laterza, Roma-Bari, 2005.
M. Ravera (a cura di), Il pensiero ermeneutico, Lampi di stampa, Milano, 1999.
F. Camera, L’ermeneutica tra Heidegger e Levinas, Morcelliana, Brescia 2001 (parte I, pp.13-144).
F. Camera, Ermeneutica e verità (L’universalità del problema ermeneutico nel Novecento e il suo rapporto con la verità), in “Quaderni del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere Moderne dell’Università di Genova”, XI, 2001, pp. 309-334.

Modulo II (crediti 3)

Il linguaggio come comunicazione e come interpretazione
L’ermeneutica filosofica novecentesca ha messo in evidenza in maniera inequivocabile l’importanza imprescindibile del linguaggio nella formazione di ogni esperienza umana. Il modulo si propone di discutere alcune concezioni paradigmatiche del linguaggio che si sono presentate nella tradizione filosofica occidentale (Aristotele, Humboldt e Heidegger). Attraverso la lettura dei testi, nelle lezioni si cercherà di mostrare come l’esperienza della parola e del dire non sia esclusivamente limitata al momento della mera designazione o comunicazione strumentale, ma abbia sempre anche una portata più ampia.

Bibliografia

Aristotele, Dell’interpretazione, Rizzoli (BUR), Milano, 1992, capitoli 1-4 (pp. 78-85).
W. von Humboldt, La diversità delle lingue, Laterza, Roma-Bari 2004, §§ 8-14 (pp. 35-96).
Id., Sullo studio comparato delle lingue in relazione alle diverse epoche dello sviluppo linguistico, in Id., Scritti filosofici, Utet, Torino 2007, pp. 723-745.
M. Heidegger, In cammino verso il Linguaggio, Mursia, Milano 2007.

Altre notizie

Altre notizie: l’esame consiste in una prova orale che presuppone la conoscenza di tutti i testi indicati nella bibliografia. Gli studenti non frequentanti sono invitati a prendere contatti col docente all’inizio delle lezioni.

Mettere a fuoco il complesso fenomeno del comprendere e dell’interpretare come autonomo problema filosofico. Guidare, attraverso l’esame delle procedure di approccio testuale (metodo letterale o allegorico, principio autorale, contestualizzazione storica, problematizzazione critica), ad una corretta lettura dei testi filosofici (con particolare riferimento ai classici della tradizione occidentale).

Francesco Camera ha compiuto i suoi studi presso l’Università di Genova, dove si è laureato in filosofia con Alberto Caracciolo. Successivamente, come borsista del D.A.A.D., ha svolto attività di ricerca in Germania, presso le Università di Bochum e Friburgo. Divenuto ricercatore confermato presso l’Ateneo genovese nel 1984, dal 1997 insegna Ermeneutica Filosofica e Propedeutica Filosofica. Ha insegnato anche presso la SSIS e nel 2006 ha conseguito l’idoneità a professore di seconda fascia di Filosofia Teoretica. Linee di ricerca: le problematiche del comprendere e dell’interpretare nel loro sviluppo storico e nelle loro articolazioni teoretiche, con particolare riferimento al dibattito novecentesco in area continentale (Heidegger, Gadamer); lo studio del rapporto tra linguaggio filosofico (argomentativo o apofantico) e altri tipi di linguaggi (tra i quali la parola poetica); esegesi e commento dei principali classici del pensiero occidentale quale parte integrante di una filosofia ermeneutica che si confronta con la tradizione.