Storia del teatro e dello spettacolo (LETTERE)

CODICE: 52561
SSD: L-ART/05
DOCENTE: Eugenio BUONACCORSI

L-ART/05 -  Storia del teatro e dello spettacolo

Docente: Eugenio BUONACCORSI

annuale

Crediti in totale: 9

Modulo I (crediti 6)

Linee generali, problemi e figure principali della storia del teatro drammatico

Bibliografia

a) PER FREQUENTANTI
S. SINISI e I. INNAMORATI, Storia del teatro. Lo spazio scenico dai greci alle avanguardie, Milano, Bruno Mondadori, 2003

b- PER NON FREQUENTANTI in aggiunta a quanto sopra indicato:
ALONGE Roberto, Nuovo manuale di storia del teatro, Utet, Torino, 2008 .

Modulo II (crediti 3)

Tecniche e linguaggi della scena contemporanea

Bibliografia

c- PER FREQUENTANTI:
DE MARINIS Marco, In cerca dell’attore, Bulzoni, Roma, 2000

d- PER NON FREQUENTANTI in aggiunta a quanto sopra indicato:
Lettura di ulteriori – rispetto ai testi a) b) e c) del modulo I e del modulo II- tre testi teatrali (tragedie,drammi, commedie, ecc.) di autori diversi a scelta, appartenenti a vari secoli o periodi (dall’antica Grecia al Novecento), tra quelli citati nei manuali di storia del teatro di riferimento.

Altre notizie

Per coloro che replicano l’esame:
F. MANCINI, L’evoluzione dello spazio scenico, Bari, Dedalo, 1975 e altri testi da concordare col docente

La disciplina si propone di far conoscere i lineamenti dell’evoluzione del teatro dalle origini ad oggi, con particolare attenzione all’approfondimento di specifici codici del linguaggio dello spettacolo come la drammaturgia, la regia, la recitazione, la scenografia.

Eugenio Buonaccorsi è professore ordinario presso l'Ateneo, dove insegna Storia del teatro e dello spettacolo e Istituzioni di regia. E’ stato Presidente del Dams e di Scienze dello spettacolo. Ha tenuto corsi alle Università di Amsterdam, Lugano e Friburgo. Dirige una ricerca, «Teatro e teatralità a Genova e in Liguria», finanziata con i fondi di Ateneo. È autore di libri, articoli e saggi su vari momenti e figure della storia dello spettacolo, in particolare sul ”Grande Attore” dell’800, la scena futurista, il teatro di Brecht in Italia, Govi e la drammaturgia in Liguria. Ha diretto una collana di testi teatrali per Costa & Nolan, che ha permesso di far conoscere in Italia i più significativi drammaturghi stranieri a partire dagli anni settanta del Novecento. Ha fondato il Teatro dell’Archivolto, di cui è stato per qualche anno direttore artistico. E’ stato per un decennio presidente del Museo-Biblioteca dell’Attore. Principali linee di ricerca: la ricezione di Brecht in Italia, la regia in rapporto al lavoro dell’attore nel Novecento, Pirandello e il cinema, il teatro in Liguria.