Storia della scienza e delle tecniche

SSD: M-STO/05
DOCENTE: Ezio VACCARI

M-STO/05 – Storia della scienza e delle tecniche

Docente: Ezio Vaccari

II semestre

Crediti in totale: 6

 Programma del corso:


Argomenti trattati nel corso:
- sviluppo storico della storiografia delle scienze e delle tecniche;
- metodi e linguaggi dell'indagine storico-scientifica;
- strumenti per il reperimento e la valutazione delle fonti;
- casi di valorizzazione storico-scientifica e storico-tecnica del territorio;
- nuove tendenze della storiografia moderna delle scienze e delle tecniche.

Bibliografia:

P. GOVONI, Che cos'è la storia della scienza, Roma, Carocci, 2004
F. ANDRIETTI – D. GENERALI, Storia e storiografia della scienza, Milano, F. Angeli, 2004, pp. 9-82
H. KRAGH, Introduzione alla storiografia della scienza, Bologna, Zanichelli, 1990

Altre Notizie:

Il docente fornirà agli studenti materiale didattico integrativo in formato digitale ed eventualmente cartaceo. In base al numero dei frequentanti potranno essere organizzati seminari di approfondimento su alcune tematiche del programma.

Il corso propone l’esame comparato di alcuni casi di sviluppo disciplinare delle scienze in età moderna, con particolare attenzione all’analisi delle fonti primarie, ai sistemi di classificazione e ai linguaggi.

Ezio Vaccari si è laureato in Lettere a Firenze ed ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia della Scienza a Bari. Ha svolto attività di ricerca a Rostock, Freiberg, Dublino, Vienna, Parigi e Genova. È stato resident fellow al Dibner Institute for the History of Science and Technology del MIT di Boston. E' attualmente professore straordinario di Storia della Scienza e delle Tecniche presso l'Università degli Studi dell'Insubria, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali (sede di Varese). Delegato del Rettore per la Didattica, è stato coordinatore di Ateneo per il progetto CampusOne. Si occupa di storia di scienze della Terra ed in particolare delle relazioni tra geologia e tecniche minerarie in età moderna, dello sviluppo storico delle forme di comunicazione scientifico-tecnica e di storia della cultura materiale in territorio prealpino, fluviale e lacustre. Fa parte dell'International Commission on the History of Geological Sciences e del Comité Français d'Histoire de la Géologie. Ha diretto la ricerca “Scienziati in montagna dal Cinquecento all’Ottocento” per l’Istituto Nazionale della Montagna. È associate editor della rivista internazionale “Earth Sciences History”. Rappresenta l’Università dell’Insubria nella Fondazione Domenico Morino di Castelletto Ticino (NO), di cui dirige il "Centro di documentazione e di ricerca sulla cultura materiale e sulla storia delle tecniche". Coordina il progetto “Per un Museo della Cultura Materiale Prealpina” a Brinzio (VA). Ha pubblicato 2 monografie e oltre 80 saggi in riviste ed atti di convegni.