Archeo-antropologia della Liguria

SSD: BIO/08
DOCENTE: Roberto MAGGI

BIO/08 – Archeo-antropologia della Liguria

Docente: Roberto MAGGI

II semestre

Crediti in totale: 6

Modulo unico (crediti 6)

Cenni sulla questione dell’evoluzione umana; cenni di storia dell’archeologia e della paletnologia; origine e storia della paletnologia in Liguria. Presentazione dei principali siti liguri, con particolare riferimento a quelli che hanno restituito reperti umani ed al loro uso antico. Rassegna dei reperti più importanti. Discussione degli aspetti culturali e sociali dei gruppi umani evidenziati dall’archeologia. Metodi e casi di studio per l’indagine sull’uso delle risorse ambientali: l’archeologia del paesaggio antropico.

Bibliografia

La bibliografia sarà fornita durante il corso.

Aspetti archeologici, archeometrici, sociali e paleoeconomici del popolamento preistorico ligure. Caratteri e dinamiche dei gruppi umani, dell’uso dei siti e delle risorse ambientali .

Roberto Maggi dal 1978  è membro dell’Istituto Italiano di Paleontologia umana e dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria. Ha partecipato a missioni archeologiche in Libia, Oman, Sarawi. Entrato nel 1980 nel Ministero per i beni e le attività culturali, ha lavorato in Liguria, prima come archeologo per la Preistoria presso la Soprintendenza per i beni archeologici e poi presso la Direzione regionale. Ha curato alcune mostre ed il Museo per la Preistoria e Protostoria del Tigullio. Ha organizzato convegni, tra cui nel 1989 la Tavola Rotonda The Archaeology o f pastoralism in southern Europe, in collaborazione con la Scuola Britannica di Roma. Ha coordinato progetti di ricerca e valorizzazione, tra cui: 1) Impatto antropico e storia della vegetazione postglaciale dell' Appennino ligure, in collaborazione col il Royal Holloway College dell’Università di Londra; 2) Archeologia e storia ambientale per la conoscenza, valorizzazione e gestione delle zone umide liguri; 3) Individuazione e valorizzazione delle risorse culturali e storico-ambientali dell’Alta via dei Monti Liguri; 4) Conoscenza e Fruizione della Caverna delle Arene Candide. L’attività di ricerca è rivolta prevalentemente all’archeologia delle risorse ambientali in ambito pre-protostorico. Dal 1999-2000 fino al 2005-6 è stato docente a contratto di Ecologia Preistorica presso l’ Università di Genova E’ autore o coautore di oltre 170 pubblicazioni e curatore o co-curatore di 8 monografie.