Strumenti e metodi della storia locale

SSD: M-STO/02
DOCENTE: Diego MORENO

M-STO/02 – Strumenti e metodi della storia locale

Docente: Diego Moreno

I semestre

Crediti in totale: 9

Modulo I (crediti 6)

Nel modulo I si affronteranno le generalità ed i caratteri della storiografia locale sulla base dei lavori di E.Grendi questo modulo è propedeutico alla partecipazione al XX Seminario Permanente di Storia Locale

Modulo II (crediti 3)

Il modulo II svilupperà i rapporti tra storia locale e la microanalisi storico-geografica

Bibliografia

Per chi intenda e chi non intenda seguire le attività didattiche previste per il corso è obbligatoria la preparazione dei seguenti testi:

E.GRENDI, Storia di una storia locale.L’esperienza ligure 1792-1992, Marsilio,Venezia, 1996

R.CEVASCO, Memoria verde. Nuovi spazi per la ricerca geografica, Diabasis, Reggio Emilia, 2007

In alternativa ad uno dei due testi citati:

MORENO D., Dal documento al terreno, Il Mulino,Bologna,1990

BALZARETTI R., WATKINS C., PEARCE M., Ligurian Landscapes. Studies in History, Geography and Archaeology, London, Accordia,2004

BORDONE R., GUGLIELMOTTI P., LOMBARDINI S., ANGELO TORRE A. (a cura di) Atti del Convegno Lo spazio politico locale in età medievale, moderna e contemporanea, Editore dell’Orso, Alessandria, 2007.

M.QUAINI (a cura di), Una geografia per la storia. Dopo Lucio Gambi, "Quaderni Storici",127, 2008, pp. 207-242

Altre notizie

E’ vivamente raccomandata a tutti gli iscritti la partecipazione ai lavori del Seminario Permanente di Storia Locale (XX ciclo).

Al fine di acquisire ulteriori crediti lo studente può partecipare agli incontri settimanali del XX ciclo annuale (da novembre a maggio) del “Seminario Permanente di Storia Locale” svolto in collaborazione con Vittorio Tigrino e Luca Giana con gli insegnamenti dei proff. M. Quaini e O. Raggio (programmi e iscrizioni presso il DISMEC entro il mese di ottobre 2008) e che sarà dedicato a “INTERROGARE LA CITTA'. Storia urbana e storia locale”. Il Seminario che si svolge settimanalmente ogni martedì pomeriggio, è vivamente consigliato ad integrazione al corso ed è obbligatorio per chi intende scegliere la tesi.

Ad integrazione del corso,con particolare attenzione alla costruzione delle fonti osservazionali o di terreno, è prevista la possibilità di partecipare alla settimana di attività (da definirsi tra marzo-aprile 2008) previste per il ”13th Field Course on The Landscape History of Liguria” in Alta Val di Vara (SP) organizzata in collaborazione con i Departments of Geography, History and Archaeology dell’Università di Nottingham e il Museo Contadino di Cassego (Varese L.) ed il Laboratorio di Archeologia e Storia Ambientale (LASA). Iscrizioni presso il DISMEC dal 15 gennaio 2009.

Esplorazione delle basi storiografiche per una  Nuova Storia Locale di valore analitico nei confronti dei sistemi sociali, economici ed ambientali basata sulla l'equipollenza delle fonti storiche ,sia testuali che di terreno, e le possibilità  del loro incrocio alla scala topografica.

Diego Moreno. E’ professore ordinario di Geografia, già docente di Storia dell'Agricoltura, tiene i corsi ufficiali di Geografia storica e Strumenti e metodi della storia locale. Docente e tutor nella Scuola di Dottorato in Scienze Storiche e Filosofiche-Corso "Geografia storica per la valorizzazione del patrimonio storico-ambientale". External examiner nella scuola di dottorato in Geografia dell'Università di Nottingham, ha collaborazioni didattiche e scientifiche attraverso diversi progetti internazionali con il Museum National d’Histoire Naturelle (Parigi), il GEODE dell'Università di Toulouse-Le Mirail, l’Università di Bergen (Norvegia), l’Università di Cantabria, etc. E' membro della direzione scientifica di Quaderni storici, Archeologia Post-medievale e Anthropozoologica. E' co-responsabile delle attività del Laboratorio di Archeologia e Storia Ambientale (DISMEC-DIPTERIS-Università di Genova) e del Seminario Permanente di Storia Locale (DISMEC Università di Genova). Le sue ricerche sono indirizzate allo sviluppo di un approccio geografico, storico ed archeologico microanalitico all'ecologia delle risorse ambientali e nello studio dei paesaggi rurali in Europa nonché alle applicazioni della ricerca geografica e storica allo studio e alla valorizzazione delle produzioni agro-alimentari locali.