Generi storiografici. La storia culturale

SSD: M-STO/01-02
DOCENTE: Osvaldo RAGGIO, Marina MONTESANO

M-STO/01-02 – Generi storiografici. La storia culturale

Docenti: Osvaldo RAGGIO, Marina MONTESANO

II semestre

Crediti in totale: 12

Modulo I (crediti 6)

Conversioni religiose, percorsi culturali

Il corso si propone di presentare e discutere i generi della storiografia contemporanea con riferimento alle tematiche della storia culturale del medioevo. E' prevista la lettura e la discussione di testi metodologici, anche da parte degli studenti in aula.

Bibliografia

H. BRESC, Arabi per lingua. Ebrei per religione. L'evoluzione dell'ebraismo siciliano in ambiente latino dal XII al XV secolo, Messina, MESOGEA, 2001.

B.Z. KEDAR, Crociata e missione. L'Europa incontro all'Islam, Roma, Jouvence, 1991.

J.-C. SCHMITT, La conversione di Ermanno l'Ebreo, Bari, Laterza, 2005.

Modulo II (crediti 6)

Storia culturale e percorsi individuali.

Il corso si propone di presentare e discutere i generi della storiografia contemporanea con riferimento ai temi della storia culturale dell'età moderna. E' prevista la lettura e la discussione di testi metodologici, anche da parte degli studenti in aula.

Bibliografia

L. HUNT (a cura di), The New Cultural History, Berkeley, University of California Press, 1989.

N. ZEMON DAVIS, La doppia vita di Leone l'Africano, Bari, Laterza, 2008.

N. WACHTEL, La fede del ricordo. Ritratti e itinerari di marrani in America (XVI-XX secolo), Torino, Einaudi, 2003.

L. COLLEY, Prigionieri. L'Inghilterra, l'Impero e il mondo 1600-1800, Torino, Einaudi, 2004.

Altre notizie

Saranno parte integrante del corso esercitazioni orali e scritte su materiali bibliografici, che saranno messi a disposizione degli studenti presso le biblioteche del DISAM e del DISMEC.

Il corso avrà carattere seminariale: è consigliata la frequenza.

Il corso si propone di presentare e discutere i generi della storiografia contemporanea con riferimento alle tematiche della storia culturale tra medioevo e età moderna. E’ prevista la lettura e l’analisi dei testi, anche da parte degli studenti in aula.

Osvaldo Raggio. Si è laureato in Scienze politiche (indirizzo storico-politico) all’Università di Genova con una tesi di Storia moderna sotto la direzione del prof. Edoardo Grendi; ha conseguito il titolo di dottore in Storia e Civiltà presso l’European University Institute (Firenze) nel 1988; ricercatore presso il Dipartimento di Storia moderna e contemporanea, Facoltà di Lettere e Filosofia, dell’Università di Genova nel 1993; è attualmente professore associato confermato di Storia moderna (M-STO/02). Insegna Storia moderna nel corso di laurea triennale in Storia, e Generi storiografici nel corso di laurea magistrale in Scienze storiche, archivistiche e librarie. In precedenza ha insegnato anche Storia della storiografia moderna e Metodologia della ricerca storica. E’ Presidente del corso di laurea triennale in Storia e della Laurea magistrale in Scienze storiche, archivistiche e librarie. E’ membro della direzione della rivista Quaderni storici. I suoi interessi di ricerca e la produzione scientifica hanno riguardato fondamentalmente tre temi: le forme di accesso alle risorse e gli scambi nelle campagne tra XVI e XVIII secolo; le configurazioni politiche e sociali di antico regime, i rapporti tra centri e periferie, le pratiche della giurisdizione e del possesso; i consumi culturali, le forme di socialità e le reti di relazione dell’aristocrazia nel Settecento. Questi tre temi, che hanno accompagnato lo sviluppo e la diversificazione della sua attività di ricerca, hanno una comune base metodologica: la scala microanalitica e topografica di osservazione, l’intreccio delle fonti e l’attenzione ai processi storici (sociali e culturali) di costruzione e registrazione della documentazione. Questa prospettiva metodologica ha comportato una costante riflessione sulle peculiarità della ricerca storica nel panorama della storiografia contemporanea e nel rapporto con le scienze sociali.
 
Marina Montesano si è laureata in lettere presso l'Università di Bari. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia medievale presso l'Università di Firenze. E' stata borsista dell'Accademia della Crusca, della Brown University di Providence (Rhode Island), di Villa I Tatti (Harvard University – Fondazione Berenson, Firenze). E' fellow di Harvard. Dal 1999-2000 è ricercatrice dell'Università di Genova, dove insegna Istituzioni medievali nel triennio e Generi storiografici (I modulo) nella magistrale. Nella SSIS di Genova è coordinatrice degli insegnamenti di Didattica della storia per le classi di concorso 43-50, 51, 52. Partecipa a convegni nazionali e internazionali e è autrice di numerosi volumi e saggi. Principali linee di ricerca: storia della cultura medievale, con particolare riferimento alle origini della caccia alle streghe, al rapporto tra medicina e magia, alla circolazione di temi e motivi culturali nelle società medievali, ai contatti tra Occidente e Oriente letti attraverso le fonti di storia della crociata e del pellegrinaggio.