Etica

SSD: M-FIL/03
DOCENTE: Domenico VENTURELLI - Daniele ROLANDO

M-FIL/03 – Etica

Docenti: Domenico VENTURELLI, Daniele ROLANDO

II semestre.

Crediti in totale: 9

Modulo I (crediti 6)

Docente: Domenico VENTURELLI

Etica e Linguaggio.

Il titolo Etica e Linguaggio non indica semplicemente il nesso che costituisce il filo conduttore del corso, da seguire in una diradata selva di testi, ma dice insieme il compito e la mèta verso cui volge la meditazione di quel nesso essenziale. Muovendo dal problema dell’origine (Ursprung) del linguaggio umano e dal fenomeno storico della pluralità delle lingue e dei costumi dell’umanità, assumendo la molteplicità delle lingue e delle nazioni a veicolo di una più intima unione del genere umano, il titolo formula l’impegno sempre rinnovato a ricomporre nell’apertura del comprendere, nella fatica del tradurre e dell’interpretare, il dolore per tutte le fratture e le lacerazioni del presente.

Bibliografia

J.G. HERDER, Über den Ursprung der Sprache (1772), Saggio sull’origine del linguaggio, Pratiche, Parma 1996.

W. VON HUMBOLDT, Sullo studio comparato delle lingue in relazione alle diverse epoche dello sviluppo linguistico (29 giugno 1820), in: ID., Scritti filosofici, a cura di G. Moretto e F. Tessitore, UTET, Torino, 2004, pp. 723-745.

F. NIETZSCHE, Su verità e menzogna in senso extra-morale (1873), in: ID., La filosofia nell’epoca tragica dei Greci e Scritti dal 1870 al 1873, Adelphi, Milano 1973, pp. 353-372.

M. HEIDEGGER, In camino verso il Linguaggio (1959), nell’omonimo volume, a cura di A. Caracciolo, Mursia, Milano 1973, pp. 189-213.

H.G. GADAMER, La pluralità delle lingue e la comprensione del mondo (1990), in: ID., Linguaggio, Laterza, Roma-Bari 2006, pp. 73-93.

Modulo II (crediti 3)

Docente: Daniele ROLANDO

Nature, Self, Conduct of Life: Ralph Waldo Emerson e la costruzione del linguaggio della soggettività morale.

 

Bibliografia

R.W. EMERSON, Natura e altri saggi, a cura di T. Pisanti, BUR, Milano 1990.

ID., Condotta di vita, intr. di G. Mariani, a cura di B. Soressi, Rubettino, Soneria Mannelli, 2008.

Obiettivo dell'insegnamento è favorire l'interrogazione critica sul luogo aporetico dell'etica nell'inizio greco della filosofia e sull'etica come 'filosofia prima' nelle correnti più vitali del pensiero moderno e contemporaneo. Promuovere lo studio dell'intera tradizione platonico-aristotelica e l'indagine dei nessi etica-metafisica, etica-ontologia, etica-linguaggio, etica-religione, etica-politica, etica-storia da Kant ai nostri giorni. Concorrere alla formazione di personalità autonome, dotate di spirito critico e creativo, capaci d'orientarsi in ogni ambito della vita pubblica.

Domenico Venturelli, nato a Riva Trigoso nel 1947, laureato nel 1971 a Genova con Alberto Caracciolo, dal 1971 al 1987 è stato borsista, contrattista e ricercatore confermato. Dal 1987 al 1991 è stato professore ordinario di Filosofia della storia presso l'Università della Calabria. Dal 1991-92 ad oggi è professore ordinario di Filosofia morale nell'Ateneo genovese. Membro del Comitato di consulenza del Giornale di Metafisica e socio corrispondente dell'Accademia Ligure di Scienze e Lettere, ha avviato presso Il Melangolo la collana Ethos e Poiesis, studi e testi in memoria di Alberto Caracciolo. Con le edizioni dell'Orso, in collaborazione con Giovanni Moretto, ha curato la collana Etica ed ermeneutica. E' autore di vari volumi e curatore di numeri monografici di Humanitas e Per la filosofia. Le sue ricerche riguardano la filosofia critica di Kant, l'idealismo trascendentale e il problema del nichilismo; i rapporti tra etica, ontologia e religione; il significato di Nietzsche, Heidegger, Levinas per il pensiero d'oggi; figure di filosofi italiani del 900: Labriola, Croce, Gentile, Levi, Caracciolo, Pareyson, Piovani; saggi d'interpretazione filosofica di testi religiosi.
Home Page

Daniele Rolando, nato il 2-1-1950, ricercatore confermato nel settore M-fil03, e , oltre a tenere un modulo all’interno del’insegnamento di ‘Etica’ nel corso specialistico di metodologie filosofiche, insegna con affidamento gratuito Filosofia della storia nel corso triennale di filosofia. La sua attività di ricerca si è concentrata sui seguenti temi: Il modernismo cattolico in Inghilterra ed in Italia con particolare riferimento ad autori quali George Tyrrell e Ernesto Buonaiuti; Il pensiero plotiniano, visto come punto centrali di demarcazione fra mondo antico e coscienza cristiana, il liberalismo religioso nel pensiero di Locke e Spinosa, il pensiero italiano fra Ottocento e Novecento con particolare riguardo al cosiddetto neoilluminismo italiano-ma anche al rapporto fra pensiero morale e pensiero economico-e a figure emblematiche come Prezzolini e Martinetti e soprattutto Giuseppe Rensi a cui ha dedicato particolare attenzione. Si sta attualmente occupando del pensiero di William James, su ci ha appena ultimato un volume sulla ‘volontà di credere’, e sta raccogliendo materiale per un successivo volume su un possibile confronto Smith Pareto.