Arti monumentali e applicate del Medioevo europeo

SSD: L-ART/01
DOCENTE: Clario DI FABIO, Gianluca AMERI

L-ART/01 – Arti monumentali e applicate del Medioevo europeo

Docenti: Clario DI FABIO, Gianluca AMERI

II semestre

Crediti in totale: 12

Modulo I (crediti 6)

Docente: Clario DI FABIO

Giovanni Pisano

Bibliografia

E. CARLI, Giovanni Pisano, Pisa, Pacini 1977;

S. SPANNOCCHI, Giovanni Pisano, I grandi scultori, 11, Roma, Gruppo Editoriale L’Espresso, 2005

Modulo II (crediti 3)

Docente:Gianluca AMERI

Arti applicate e oreficeria nel Medioevo

Principali tecniche e tipologie della produzione suntuaria medievale (secc. IX-XV). I rapporti con le arti ‘maggiori’; artisti, botteghe, committenza.

Bibliografia

Arti e tecniche nel Medioevo, a cura di F. CRIVELLO, Torino 2006 (Arazzi, Avori, Bronzo e arti della fusione, Ceramiche e arti fittili, Cuoio, Ferro battuto, Oreficeria e tecniche orafe, Ricami, Sigilli)

A.R. CALDERONI MASETTI, I Tesori delle Cattedrali, in Medioevo: l’Europa delle cattedrali, a cura di A.C. QUINTAVALLE, Milano 2007, pp. 376-386

D. GABORIT-CHOPIN, L’abate Suger: vetrate e oggetti preziosi a Saint-Denis, in Benedetto: l’eredità artistica, a cura di R. CASSANELLI, Milano 2007, pp. 249-260

K. POMIAN, Collezionismo, in Enciclopedia dell’arte medievale, vol. V, Roma 1994, pp. 156-160

V. BRANCONE, Petrarca conoscitore, in “Polittico”, 3, 2004, pp. 31-47

Modulo III (crediti 3)

Docente:Gianluca AMERI

Tesori e collezioni: alcuni casi di raccolta, uso e percezione delle opere d’arte applicata nel Medioevo.

Bibliografia

Arti e tecniche nel Medioevo, a cura di F. CRIVELLO, Torino 2006 (Avori, Bronzo e arti della fusione, Oreficeria e tecniche orafe, Sigilli)

A.R. CALDERONI MASETTI, Smalto, in Enciclopedia dell’arte medievale, vol. X, Roma 1999, pp. 732-745

K. POMIAN, Collezionismo, in Enciclopedia dell’arte medievale, vol. V, Roma 1994, pp. 156-160

M. COLLARETA, Teofilo“qui et Rugerus”: artista e teorico dell’arte, in Artifex bonus. Il mondo dell’artista medievale, a cura di E. CASTELNUOVO, Roma 2004, pp. 50-55

A.R. CALDERONI MASETTI, Un inventario imperiale del 1313, in De Lapidibus sententiae, a cura di T. FRANCO, G. VALENZANO, Padova 2002, pp. 55-66

Altre notizie

Base da 6 cfu: Modulo I; crediti aggregabili da 3: moduli 2 e 3.

Quanti seguono ambo i moduli 2 e 3 sono tenuti a preparare i testi a, b, c, d del Modulo II; i testi d, e del modulo 3.

Verranno fornite le fotocopie dei testi e le immagini su CD.

Obiettivo del corso è affrontare e approfondire tematiche di architettura, arti figurative e arti applicate medievali in un'ottica europea, con attenzione specifica ai fenomeni "dinamici" di interrelazione fra aree culturali diverse.

Clario Di Fabio ha studiato nelle Università di Genova e Firenze. E’ stato direttore della Galleria di Palazzo Bianco, del Museo Sant’Agostino e del Museo del Tesoro della Cattedrale di Genova. Qui, ha progettato, realizzato e diretto il sistema dei Musei di Strada Nuova. Dal 2005 è professore associato in Storia dell’Arte Medievale (L-ART/02) presso l’Università di Genova. Insegna nel c.di l. in Conservazione dei Beni Culturali, nel c.di l. spec. in Storia dell’Arte, nella Scuola di Specializzazione, nel Dottorato e nella SSIS. Socio dell'AISAME, partecipa e tiene relazioni agli annuali convegni di Parma. E’ autore di oltre duecento saggi, in maggioranza dedicati alla produzione artistica medievale tra XI e XV secolo, editi in riviste italiane e straniere, atti di convegni e volumi miscellanei. E’ stato co-curatore della collana in cinque volumi “Genova e l’Europa – Opere, artisti, committenti e collezionisti”. Si occupa altresì di pittura fiamminga del XV/XVII secolo, di pittura e miniatura genovese del XVI/XVII secolo, di problemi di cultura artistica neogotica e di storia della tutela e del restauro. E’ stato curatore delle mostre Van Dyck a Genova (1997), El Siglo de los Genoveses (1999), Rubens a Genova (2004), Il Polittico della Cervara di Gerard David (2005), Luca Cambiaso (2007).

Gianluca Ameri è nato a Novi Ligure nel 1976. Dopo il diploma di liceo classico (1995), si è laureato in Conservazione dei Beni Culturali presso la Facoltà di Lettere e Filosofia all’Università di Genova (a.a. 2001/2002), dove ha subito iniziato la collaborazione scientifica e didattica con la Cattedra di Storia dell’arte medievale, venendo nominato cultore della materia. Nel 2006 ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia dell’arte all’Università di Parma; dal 2006 al 2008 è stato Postdoc-Stipendiat presso il Kunsthistorisches Institut in Florenz. Dal 2005 ha insegnato Storia dell’oreficeria, Storia dell’oreficeria medievale, Storia dell’oreficeria e delle arti applicate nel Medioevo, per la Laurea Specialistica in Storia dell’arte, presso la Facoltà di Lettere dell’Ateneo genovese; ha collaborato all’insegnamento di Storia dell’arte medievale per il DAMS di Imperia. È autore di vari saggi su riviste, atti di convegni, cataloghi di mostre. Principali linee di ricerca: le arti applicate dei secoli IX-XV e il dialogo con le arti ‘maggiori’, il collezionismo in età medievale attraverso lo studio degli inventari e delle opere, il viaggio e la percezione medievale dell’arte, la produzione artistica del Gotico internazionale fra Italia ed Europa.