Metodologie per lo studio dell’arte contemporanea

SSD: ART/03
DOCENTE: Franco SBORGI, Leo LECCI, Paola VALENTI

-ART/03 – Metodologie per lo studio dell’arte contemporanea

Docenti: Franco SBORGI, Leo LECCI, Paola VALENTI

I semestre

Crediti in totale: 9

 

Modulo I (crediti 3)

Docente: Franco SBORGI

Problemi di metodo per lo studio dell'arte contemporanea.

Il modulo affronterà problematiche generali dell'arte del Novecento individuando specifici settori di approfondimento.

 Bibliografia

E. CRISPOLTI, Come studiare l'arte contemporanea, Roma, Donzelli 2005.

F. SBORGI, L’interrelazione fra le arti nella seconda metà del XX secolo in V. Terraroli (a cura di), L'arte del XX secolo. La nascita dell'arte contemporanea 1946-1968, Skira editore, Milano 2008, pp. 343-359.

AA.VV., 50 espèces d’espaces. Oeuvres du Centre Georges Pompidou, Musée national d’art moderne, cat. mostra di Marsiglia, Paris 1998.

Quest’ultimo testo deve essere utilizzato come approfondimento della problematica affrontata a lezione sul tema “dall’oggetto allo spazio” i cui relativi PPT, proiettati a lezione, sono consultabili  in un cd-rom disponibile presso la Biblioteca della Sezione Arti del Dipartimento di Italianistica, Romanistica, Arti e Spettacolo (via Balbi 4, III piano) e presso l’Archivio d’Arte Contemporanea (via Balbi 4, V piano)

Modulo II (crediti 3)

Docente: Leo Lecci

Il Minimalismo: origine, vicende, protagonisti.

Bibliografia

L. LECCI, Minimalismo, in V. Terraroli (a cura di), L'arte del XX secolo. La nascita dell'arte contemporanea 1946-1968, Skira editore, Milano 2008, pp. 385-397.

Lo studente dovrà inoltre completare la preparazione con una ricerca monografica a sua scelta su uno degli argomenti affrontati durante  lo svolgimento del corso. Una bibliografia di orientamento è fornita in allegato al programma.  

Modulo III (crediti 3)

Docente: Paola VALENTI

Strumenti per lo studio dell’arte contemporanea.

Prospezione sulle ricerche degli ultimi decenni. Il modulo si propone di indagare le dinamiche della ricerca artistica contemporanea e la loro ricezione critica anche attraverso il coinvolgimento di critici, artisti e operatori del settore.

Bibliografia di base:
Renato Barilli, Prima e dopo il 2000, La ricerca artistica 1970-2005, Feltrinelli 2006

Un testo a scelta tra:
M. De Cecco, G. Romano, Contemporanee, Postmedia,Milano 2002
P. Vagheggi, Contemporanei, Skira, Milano 2005
M. Mirolla, L’art c’est moi, Avagliano Editore, Roma 2006
A.B.O., Enciclopedia della parola. Dialoghi d’artista 1968-2008, Skira, Milano 2008

E’ richiesto, altresì, lo svolgimento di una esercitazione scritta, con note e indicazioni bibliografiche, che segua le seguenti modalità:
·    Individuazione di un movimento o di una corrente artistica posteriore al 1960
·    Analisi del modo in cui la critica del periodo ha favorito o seguito l’affermazione di quella corrente o di quel movimento
·    Analisi degli scritti teorico-programmatici e/o privati degli artisti protagonisti che si ritengono utili a comprendere le specifiche problematiche delle loro ricerche
·    Confronto con la critica posteriore per rilevare eventuali differenze di approccio.
·    N.B.: l’esercitazione deve essere inviata via mail o consegnata al
docente almeno tre giorni prima dell’esame.


Acquisire la conoscenza delle metodologie per lo studio approfondito di temi, tecniche, generi, problemi e figure della storia dell'arte contemporanea anche in riferimento al contesto storico-culturale.

Franco Sborgi, è Professore Ordinario di Storia dell’arte contemporanea alla Facoltà di Lettere dell'Università di Genova. Dal 1993 al 2002 ha diretto la Scuola di Specializzazione in Storia dell’arte, in cui ha insegnato Storia della fotografia e  Arti decorative e industriali. Dal 2001 insegna Storia dell’arte contemporanea al DAMS di Imperia. Al Diras, di cui è direttore dal 2006, ha costituito l’Archivio d’arte Contemporanea, che raccoglie materiali per la documentazione della cultura artistica del dopoguerra. E’ membro del comitato scientifico di Casa America e dell’Accademia Ligustica di Belle Arti. Fa parte dell’ Association of Sìgnificant Cemeteries in Europe. E’ membro del Comité International d’Histoire de l’Art. Le sue ricerche vanno dagli studi sulle Avanguardie storiche (Futurismo, Brancusi, ecc.) a quelli sul Modernismo, ai diversi aspetti del Novecento e dei suoi rapporti con le vicende storiche e sociali, fino alle più recenti esperienze artistiche. Un particolare ambito di studio è quello della scultura del XIX e XX secolo. Oltre a numerose monografie, ha studiato la diffusione internazionale della scultura italiana e i suoi modelli. Ha organizzato molte mostre a carattere nazionale ed internazionale.

Leo Lecci  si è laureato in Lettere con indirizzo artistico presso l'Università di Genova, dove si è poi diplomato presso la Scuola di Specializzazione in Storia dell'Arte (indirizzo contemporaneo). Dal 2004 è ricercatore nella stessa Università per il settore scientifico disciplinare L-ART/03 - Storia dell'arte contemporanea. Tiene in affidamento il corso di Storia della grafica in età contemporanea e un modulo del corso di Metodologie per lo studio dell'arte contemporanea nell'ambito del corso di Laurea specialistica in Storia dell'Arte. E' autore di numerosi testi critici relativi all’arte del XIX e XX secolo pubblicati in libri e riviste di carattere nazionale e internazionale e ha partecipato all’organizzazione di diverse mostre in ambito nazionale. Sta attualmente collaborando alla Storia dell’arte del XX secolo, pubblicazione in più volumi dell’editore Skira edita sia in italiano che in inglese.

Paola Valenti (Genova 1967), si è laureata in Lingue presso l’Università di Genova con una tesi in Storia dell’Arte Contemporanea e si è poi diplomata presso la Scuola di Specializzazione in Storia dell'Arte (indirizzo contemporaneo) della stessa Università. Presso l’ateneo genovese ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Architettura. Dal 2003 al 2004 è stata assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Romanistica Arte e Spettacolo della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova.
E' autrice di vari contributi critici sull’arte del XX secolo pubblicati in libri e riviste di carattere nazionale e internazionale e ha partecipato all’organizzazione di diverse mostre. Scrive regolarmente sulla rivista di arte contemporanea “Juliet Art Magazine” e sta collaborando alla Storia dell’arte del XX secolo, pubblicazione in più volumi edita da Skira in italiano e inglese. Insegna a contratto presso le Facoltà di Lettere e di Architettura dell’Università di Genova e presso l’Accademia Ligustica di Belle Arti.