Culture ed estetica dell’Africa

SSD: M-DEA/01
DOCENTE: Maria Giovanna PARODI DA PASSANO

M-DEA/01 – Culture ed estetica dell’Africa

Docente: Maria Giovanna PARODI DA PASSANO

II semestre

Crediti in totale: 6

Modulo unico (crediti 6)

Feticci e maschere rivisitati: i nuovi traguardi dell'antropologia museale.

Bibliografia

J.P. COLLEYN, C. DE CLIPPEL (a cura di), Bamanaya. Un'arte di vivere in Mali, Centro Studi Archeologia Africana, Milano, 1998.

G. PARODI DA PASSANO (a cura di), EVHÉ-OUATCHI. Un'estetica del disordine, Centro Studi Archeologia Africana, Milano, 2004.

G. PARODI DA PASSANO, "Gelede: sotto il segno della maschera", in M.L. CIMINELLI (a cura di) Immagini in opera. Nuove vie in antropologia dell'arte, Liguori, Napoli, 2007.

Altre notizie

I non frequentanti sono tenuti a concordare il programma con la docente.

Il corso si propone di offrire conoscenze avanzate sui contesti storico-culturali e sui contenuti estetici delle società dell'Africa subsahariana e di fornire strumenti relativi a ricerca e analisi di tipo antropologico nel campo dell'etno-estetica.

Giovanna Parodi da Passano è docente di “Etnologia e Antropologia del Turismo” nel corso di laurea triennale in “Scienze geografiche per il territorio, il turismo ed il paesaggio culturale”, e di “Culture ed estetica dell’Africa” nel corso di laurea magistrale in “Antropologia culturale ed Etnologia”.
Africanista di formazione, attualmente si occupa dei culti legati ad associazioni di maschere e di estetica della rappresentazione nello spazio culturale yoruba sudoccidentale; della musealizzazione di oggetti e memorie inerenti ai culti afro-cubani; di arte contemporanea africana; di turismo e patrimonio in Africa. Su questi temi negli ultimi anni ha pubblicato studi e partecipato a convegni internazionali.
Autrice di volumi, saggi, articoli e curatele, è stata Visiting Scholar presso l’Institute of African Studies della Columbia University di New York e ha collaborato con l’IES (Institut d’Ethnosociologie) dell’Università di Abidjan e con il Musée Etnographique (Joseph Adandé) di Porto-Novo. Ha in corso un progetto di ricerca dal titolo “Poeticas y politicas”con il Museo Municipal de Guanabacoa, Ciudad Habana. Socio fondatore del CE.ST.AR.AF. (Centro Studi di Storia delle Arti Africane dell’Università Internazionale dell’Arte di Firenze), è socio onorario del CSAA di Milano, membro della Société des Africanistes e socio dell’ IS.I.A.O. (Istituto Italiano per l’Africa e l’Oriente).