Storia dell'archeologia

SSD: L-ANT/07
DOCENTE: Luigina QUARTINO

L-ANT/07 – STORIA DELL’ARCHEOLOGIA

Docente: Luigina Quartino

II semestre

Crediti in totale:6

Modulo unico (crediti 6)

L’archeologia classica nella cultura occidentale

Metodo e fonti

La scoperta dell’arte greca

Spolia, riusi, reimpieghi in età tardoantica e altomedievale

Lo studio delle antichità di Roma dal XII al XVIII secolo

Lo sviluppo di queste tematiche permetterà di fare un primo inquadramento sui motivi storici, le modalità e i mezzi tramite i quali sono andati maturando il recupero e lo studio dell’antichità classica e l’uso che di tale antichità è stato fatto dalla prima età imperiale al XVIII secolo

Bibliografia

R. BIANCHI BANDINELLI, Introduzione all’archeologia, Bari (Laterza) n.ed. 2003

L. BESCHI, La scoperta dell’arte greca, in Memoria dell’antico nell’arte italiana, III Torino,1984,pp.295-372

A. CORSO, Il collezionismo di scultura nell’antichità in I Giustiniani e l’Antico (a cura di G. FUSCONI), Genova 2002, pp.101-130

G.WATAGHIN CANTINO, Il rapporto con l’antico fra mito, arte e ricerca, in Memoria dell’antico nell’arte italiana I, Torino 1984,pp.171-217

Un articolo concordato con il docente sul tema del reimpiego in età tardoantica e medievale.

L'insegnamento di “Storia dell’archeologia”si propone di illustrare i personaggi e gli eventi "archeologici " fondamentali che hanno portato alla progressiva scoperta dell'antichità classica.

 

Luigina Quartino. Dal 1980 e’ ricercatore confermato (L-ANT / 07) presso il D.AR.FI.CL.ET. “Francesco Della Corte” . Dal 1992 è titolare per affidamento dell’insegnamento di Storia dell’Archeologia ( Corso di Laurea in Conservazione Beni Culturali): ha svolto attività di ricerca nell’ambito della scultura antica e all’antica proveninete dal territorio e dalle collezioni private genovesi con particolare interesse per gli aspetti iconografici e il loro recupero in età medievale ed umanistica. In collaborazione con la Soprintendenza Archeologica della Liguria e con il Comune di Genova (settore Musei) ha proceduto alla revisione dei materiali marmorei presenti sul territorio e alla realizzazione di cataloghi scientifici e divulgativi per mostre ed eventi culturali.
La linea di ricerca è quella attinente al collezionismo archeologico come documento storico: sono stati documentati statue, busti e ritratti (antichi e all’antica) presenti sul terrritorio (e’ prevista la messa on line del numeroso materiale). Nell’ambito del progetto Superba Antiqua (di cui e’ coordinatrice) e’ prevista la digitalizzazione dei numerosi libri (secc.XVI-XVII) a carattere archeologico- antiquario presenti nei fondi della Biblioteca Universitaria (BUG) ( parte del materiale e’ attualmente disponibile nel sito della Biblioteca) . Gli studi pubblicati vertono per lo più sulle linee della ricerca. Nell’ambito della didattica si segnala la partecipazione annuale degli studenti iscritti al corso di Storia dell’archeologia agli scavi della Villa di Livia a Primaporta (Convenzione effettuata nel 2007 con Soprintendenza Archeologica di Roma:direttore scientifico dello scavo Dott.ssa Matilde Carrara).