Pedagogia generale

SSD: M-PED/01
DOCENTE: Olga ROSSI CASSOTTANA

M-PED/01 – Pedagogia Generale

Docente: Olga ROSSI CASSOTTANA

II semestre

Crediti totali: 9

Modulo l (crediti 6)

Introduzione alla Pedagogia generale tra fondamenti e rapporti di interdisciplinarità con le altre scienze umane.

Il corso nell’introdurre ai fondamenti della Pedagogia generale intende evidenziare il contributo di tutte le discipline che, a diverso titolo, si configurano quali fonti insostituibili delle condizioni dell’educazione e dell’educabilità umana, mettendo in rilievo il ruolo specifico della pedagogia quale scienza di sintesi interpretativa e prospettica di tutti i dati intorno all’uomo nell’ambito della formazione.

Bibliografia:

Un testo a scelta tra:

G. CATTANEI, Avviamento allo studio della pedagogia, Ecig, Genova, ristampa 2006.

G. CHIOSSO, Novecento pedagogico, La Scuola editrice, Brescia, ristampa 2005 (indicato per coloro che desiderino approfondire le linee principali della pedagogia del Novecento).

P.BERTOLINI, Ad armi pari. La pedagogia a confronto con le altre scienze sociali, Utet, Torino, 2005 (indicato per coloro che intendano seguire i risvolti del dibattito più recente sui rapporti tra la pedagogia e le altre scienze umane).

Modulo ll (crediti 3)

Pedagogia nella contemporaneità.

Il modulo intende conseguire l’obiettivo preminente di interpretare sotto il profilo pedagogico gli attuali scenari dei processi educativi e di cogliere alcuni punti nodali che rappresentano dei veri e propri capisaldi per la formazione della personalità. La contemporaneità, caratterizzata da progressive incertezze e continue sfide, pone in primo piano la formazione nell’ambito della scuola, delle famiglie, ormai diversificate, e lungo il ciclo di vita, secondo una prospettiva di interdisciplinarità della pedagogia con alcuni saperi considerati irrinunciabili per l’interpretazione dell’evento pedagogico: l’antropologia, le psicologie, la psicoanalisi e la storia della pedagogia e/o dell’educazione.

Bibliografia:

Un testo a scelta tra:

E. COLICCHI (a cura di), Il soggetto nella pedagogia contemporanea, Carocci, Roma, 2008.

O. ROSSI CASSOTTANA, Pedagogia nella contemporaneità tra fondamenti, suggestioni antiche e trame inedite per l’educare, in corso di stampa.

Per gli studenti che non possono frequentare si richiede inoltre la lettura di un testo a scelta di approfondimento di tematiche di particolare rilievo pedagogico:

A. BOBBIO (a cura di), I diritti sottili del bambino, A. Armando, Roma, 2007.

D. BRUZZONE, Ricerca di senso e cura dell’esistenza, Erickson, Gardolo (Tn), 2007.

C. LANEVE (a cura di), Pedagogia e didattica dei beni culturali. Viaggio nella memoria e nell’arte (particolarmente indicato per gli studenti i scritti al Corso di Laurea in Beni culturali), La Scuola, Brescia.

P. MALAVASI, P. RIVOLTELLA, S. POLENGHI, Cinema, pratiche formative, educazione, Vita e pensiero, Milano, 2005.

G. MOLLO, Il senso della formazione, Editrice La Scuola, Brescia 2005.

G. PORCELLI – B. CAMBIAGHI, Insegnamento della lingua straniera nei primi due anni della scuola secondaria superiore, la Scuola editrice, Brescia (particolarmente indicato per gli studenti iscritti al corso di Laurea in Lingue e Letterature straniere).

B. ROSSI, Intelligenze per educare, Guerrini scientifica, Milano, 2005.

Altre notizie

Per gli studenti che seguono con assiduità il corso, gli appunti delle lezioni possono sostituire parzialmente i testi indicato. Un modulo del corso, potrà, a scelta dello studente, essere svolto in forma scritta.

È prevista l’organizzazione di alcuni Seminari-Laboratorio su: “L’Approccio Centrato sulla Persona: applicazioni del counselling psicopedagogico”, condotto dal Prof. D. Bruzzone, dai dott. G. Nasta e G. Belgrano, “L’impianto pedagogico dei percorsi triennali sperimentali in Liguria” a cura del dott. Sandro Clavarino, “La sperimentazione dell’educazione 24-36 mesi”, a cura di A. Galasso, coordinati dalla docente. Di altri incontri e conferenze verrà data notizia nel corso dell’anno.

Gli studenti iscritti secondo l’Ordinamento didattico precedente possono sostituire l’esame di Psicopedagogia con Pedagogia generale, concordando il programma con la docente.

Evidenziare il contributo di tutte le discipline che si configurano quali fonti insostituibili delle condizioni dell’educazione e dell’educabilità umana, mettendo in rilevo il ruolo specifico della pedagogia quale scienza di sintesi interpretativa e prospettica di tutti i dati intorno all’uomo nell’ottica della formazione. Promuovere, secondo un approccio interpretativo e problematico e sullo sfondo di una consapevolezza anche storica, un adeguato livello di consapevolezza su argomenti che rappresentano dimensioni costitutive dell’agire pedagogico: la pedagogia della relazione, le principali impostazioni educative, l’incontro della pedagogia con le principali teorie della personalità, le metodologie dell’apprendimento attivo, l’osservazione in prospettiva pedagogica, la formazione ai ruoli educativi, i contributi dell’orientamento e della valutazione per una pedagogia dell’individualizzazione.

Olga Rossi Cassottana si è laureata con lode in Lettere con tesi su Fattori psicologici della valutazione dei meriti all'Università di Genova nel 1974, ha studiato scienze dell'educazione all'Università di Torino, psicologa, assegnista discipline pedagogiche e psicologiche, assegnista M.P.I in Pedagogia, Ricercatore in Pedagogia dal 1981. Dal 2000 è Professore Associato di Pedagogia generale e sociale. Dal 1992-93 ha insegnato Pedagogia, dal 2000-2001 Pedagogia generale e Psicopedagogia. E' stata membro di molte commissioni del Dipartimento e del Corso di Laurea in Filosofia e delegato di Facoltà per il Genuense Athenaeum. Le sue linee di ricerca presentano due nuclei fondamentali: il legame tra la pedagogia e le scienze dell'uomo, l'attenzione per una pedagogia del ciclo di vita. Ha pubblicato oltre 80 titoli su: l'orientamento scolastico, lo svantaggio, la formazione dei docenti, l'interculturalità, la progettualità nell'educazione, la scuola primaria, il profilo di pedagogisti ed educatori innovatori (Montessori, Pizzigoni etc.), la pedagogia familiare e la formazione della personalità, la riforma della secondaria, il ruolo del pedagogista, la formazione in prospettiva europea.