Filologia Italiana

SSD: L-FIL-LET/13
DOCENTE: Marco BERISSO

L-FIL-LET/13 – Filologia Italiana

Docente: Marco BERISSO

I semestre

Crediti in totale: 9

Modulo I (crediti 6)

Problemi relativi all’edizione critica dei testi della letteratura italiana. Manoscritti e libri a stampa. Trasmissione testuale. Edizione diplomatica, edizione interpretativa, edizione critica.

La tradizione testuale dei testi italiani volgari dal Due al Quattrocento.

Bibliografia

A. STUSSI, Introduzione agli studi di filologia italiana, Bologna, Il Mulino, 1994.

Ulteriori indicazioni bibliografiche verranno fornite a lezione.

Modulo II (crediti 3)

La tradizione delle opere di Dante.

Bibliografia

La bibliografia verrà fornita durante le lezioni.

Altre notizie

Chi per giustificatissimi motivi non potesse frequentare le lezioni è pregato di contattare il docente entro la fine del corso per concordare il programma d’esame del Modulo I.

 

Lo studente dovrà acquisire a livello teorico gli elementi fondamentali della critica testuale, con particolare riferimento al metodo cosiddetto lachmanniano. Come conseguenza di tale apprendimento, dovrà essere in grado di usufruire senza difficoltà di una qualsiasi edizione critica di un testo letterario e di affrontarla con le necessarie competenze critiche.
Sarà inoltre necessario che lo studente possieda le nozioni fondamentali di bibliografia testuale (filologia dei testi a stampa).
Dovrà inoltre acquisire conoscenze specifiche nel campo della storia della tradizione della letteratura italiana medievale in volgare, sia relativamente ai principali manoscritti e stampe che riportano i testi della letteratura italiana e al loro organizzarsi in tradizioni testuali, sia in merito alla trasmissione delle principali opere letterarie italiane, con particolare rilievo per le opere di Dante.

Marco Berisso si è laureato presso l’Università di Genova. Dopo aver conseguito il dottorato di ricerca presso l’Università di Firenze, è stato borsista al Centro di Ricerche Filologiche dell’Accademia della Crusca e assegnista presso il DIRAS dell’Università di Genova. Dal 2002 partecipa al progetto “Letteratura italiana delle Origini” (L.I.O.) promosso dalla Fondazione “Ezio Franceschini” di Firenze e dal 2004 è redattore del “Tesoro della Lingua Italiana delle Origini” (T.L.I.O.) presso il centro CNR dell’“Opera del Vocabolario Italiano” sempre a Firenze. Ricercatore di Filologia italiana, si è occupato prevalentemente di poesia due-trecentesca (con pubblicazioni e interventi relativi alla lirica sino a Dante, alla produzione didascalico-allegorica, alle forme e generi metrici, alla poesia comico-realistica) e di testi otto-novecenteschi.