ARTI MONUMENTALI DEL MEDIOEVO EUROPEO (LM)

DOCENTE: CLARIO DI FABIO
ANNO: 2014-2015
SSD: L-ART/01
CFU: 9

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: STORIA DELL'ARTE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO ARTISTICO (2014-2015)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Il "Benedetto Antelami" di Géza De Francovich (1952). Rilettura critica e aggiornamenti di una "biografia d'artista" medievale

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Géza De Francovich, Benedetto Antelami architetto e scultore e l'arte del suo tempo, Milano 1952 (presente in due copie nella Biblioteca del DIRAAS/Arte)

Willibald Sauerländer, Benedetto Antelami: un bilancio critico, in Willibald Sauerländer, Romanesque Art, 2, London 2004, pp. 504-614, 886-887

(altri testi saranno indicati a lezione)

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Il "Benedetto Antelami" di Géza De Francovich (1952). Rilettura critica, approfondimento e aggiornamenti di una "biografia d'artista" medievale

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Géza De Francovich, Benedetto Antelami architetto e scultore e l'arte del suo tempo, Milano 1952 (presente in due copie nella Biblioteca del DIRAAS/Arte)

Willibald Sauerländer, Benedetto Antelami: un bilancio critico, in Willibald Sauerländer, Romanesque Art, 2, London 2004, pp. 504-614, 886-887

(altri testi saranno indicati a lezione)

Saverio Lomartire, Comacini, Campionesi, Antelami, "Lombardi": problemi terminologici e storiografici, in Els "comacini" i l’arquitectura romànica a Catalunya, atti del convegno a cura di Pere Freixas e Jordi Camps,  Girona 2010  pp. 9-31 

Metodi di Accertamento

L'esame è orale e prevede l'impiego delle immagini dei libri di testo e di quelle utilizzate a lezione, rese disponibili agli studenti. Si verificheranno: la conoscenza specifica degli argomenti richiesti; il possesso di competenze linguistiche specifiche, la capacità di leggere e decodificare le immagini, di istituire nessi anche di carattere interdisciplinare. Elementi di eccellenza saranno giudicati la capacità di approfondire gli argomenti e gli eventuali apporti critici individuali.

E' previsto un viaggio nei luoghi (Parma, Fidenza) in cui si trovano le opere principali dell'artista

Obbiettivi Formativi

Obiettivo del corso è affrontare e approfondire tematiche di architettura, arti figurative e arti applicate medievali in un'ottica europea, con attenzione specifica ai fenomeni dinamici di interrelazione fra aree culturali diverse.

Curriculum Docente

Clario Di Fabio ha studiato nelle Università di Genova e Firenze. E’ stato direttore della Galleria di Palazzo Bianco, del Museo Sant’Agostino e del Museo del Tesoro della Cattedrale di Genova. Qui, ha progettato, realizzato e diretto il sistema dei Musei di Strada Nuova. Dal 2005 è professore associato in Storia dell’Arte Medievale (L-ART/01) presso l’Università di Genova. Insegna nel c.di l. in Conservazione dei Beni Culturali, nel c.di l. Magistrale in Storia dell’Arte e Valorizzazione del Patrimonio Artistico (di cui è il coordinatore), nella Scuola di Specializzazione, nel Dottorato. E' membro della Giunta del DIRAAS e del Consiglio della Scuola di Lettere e Filosofia. E’ autore di monografie e di molti saggi, in maggioranza dedicati alla produzione artistica medievale tra XI e XV secolo, editi in riviste italiane e straniere, atti di convegni e volumi miscellanei. Ha fatto e fa parte dei comitati di riviste internazionali (Revue de l'Art, Convivium) e svolge attività di referente per riviste italiane e straniere e per il MIUR.