STORIA DEL LIBRO E DELL'EDITORIA MODULO II

DOCENTE: ORIANA CARTAREGIA
ANNO: 2014-2015
SSD: M-STO/08
CFU: 6

Questo Insegnamento è parte di
65341 STORIA DEL LIBRO E DELL'EDITORIA (LM) (12 CFU)

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: SCIENZE STORICHE (2014-2015)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Corso: Storia del libro 2014-2015 : modulo II Biblioteche in rete
Titolo del modulo: Biblioteche in rete e ricerca bibliografica in internet: libri e cataloghi antichi e moderni
Docente: ORIANA CARTAREGIA, e.mail: Oriana.Cartaregia@unige.it / oriana.cartaregia@beniculturali.it

Argomento e obiettivi: Strutturato come laboratorio pratico il corso si propone di fornire allo studente strumenti di conoscenza del mondo delle biblioteche in rete, con particolare riguardo alla Biblioteca Universitaria di Genova e a quelle sul territorio genovese, e di affrontare il tema delle risorse elettroniche disponibili, della loro scelta e valutazione, con particolare attenzione a quelle relative al libro antico e alla storia del libro. Temi affrontati: la “biblioteca ibrida”; il reference online; evoluzione di Opac e Metaopac; Open Access e Linked Data; servizi offerti da siti di biblioteche con particolare riferimento alle risorse riguardanti il libro antico, i cataloghi storici e le raccolte digitali; segreti e virtù di Google; valutazione dell’attendibilità dei dati offerti in rete. Seguono prove pratiche di riscontro online (record bibliografici e eventuali copie digitali) a partire dalle ‘voci’ di un catalogo del XVIII secolo interamente digitalizzato.


Metodologia: lezioni frontali bi-trisettimanali (Lun, Mart, Giov) dal 2 aprile 2015 presso la sede dell’ex Hotel Colombia della Biblioteca Universitaria di Genova; incontri sui servizi di alcune biblioteche sul territorio; analisi di documenti ed esercitazione finale la cui votazione farà media con le votazioni dell’altro modulo del corso se previsto nel piano di studi dello studente. Agli studenti è richiesta la conoscenza della lingua italiana, capacità e possibilità di utilizzo di Internet nel proprio domicilio.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Bibliografia di riferimento


1)Mauro Guerrini, La biblioteca spiegata agli studenti universitari, Milano, Editrice Bibliografica, 2012;

2) Mauro Guerrini e Tiziana Possemato, “Linked data: un nuovo alfabeto del web semantico”, pubblicato in JLIS.it, Vol. 4, n. 1 (2013), http://leo.cineca.it/index.php/jlis/article/view/6305/7892. Tutto il numero della rivista è dedicato a quanto emerso nel seminario internazionale svoltosi a Firenze nel giugno 2012: Global Interoperability and Linked Data in Libraries: Special issue;

3) Antonella Iacono, "Dal record al dato. Linked data e ricerca dell’informazione nell’OPAC", JLIS.it, Vol. 5, n. 1 (2014) , http://leo.cineca.it/index.php/jlis/article/view/9095.

Metodi di Accertamento

Prova finale: esercitazione coordinata dal docente sulla base di file digitali tratti da catalogo del XVIII secolo.

ATTENZIONE: Gli studenti che conseguono solo 6 cfu sono tenuti a seguire SOLO il modulo I (docente Cavagna). L'esame finale per chi consegue 12 crediti è cumulativo, orale e scritto: orale per il modulo I con conoscenza dei contenuti, discussione e argomentazione delle posizioni critiche e redazione di una esercitazione concordata, sull’editoria italiana; scritto per il II modulo. La votazione finale per gli studenti che conseguono 12 crediti è la media aritmetica delle votazioni conseguite nei singoli moduli. Si richiede la conoscenza della lingua italiana. Si raccomanda la frequenza.

Qualora lo studente non possa frequentare il Modulo II, pur avendo la necessità di conseguire 12 cfu, dovrà concordare con Prof.ssa A. G. Cavagna, entro dicembre 2014, un supplemento di bibliografia per sostenere l'esame finale.

Obbiettivi Formativi

Il corso offre conoscenza della tecnica di stampa a caratteri mobili delle sue influenze e interazioni nel processo di diffusione della cultura e diffusione testuale; esamina tipologie e caratteristiche principali, testuali, bibliologiche e paratestuali, dei maggiori generi editoriali d'età moderna e contemporanea mettendo a disposizioni parametri teorici e conoscitivi per la valutazione dell'editoria anche scolastica e per l'infanzia. Particolare attenzione è posta all'uso di fonti cartacee, catalografiche e online, anche di tipo digitale nativo.

Curriculum Docente

Laureata in lettere e filosofia presso l’Università degli Studi di Genova, ha conseguito il Diploma di Archivistica, Paleografia e Diplomatica presso la Scuola annessa all’Archivio di Stato di Genova e l'abilitazione all’insegnamento di Italiano, Storia ed educazione civica, geografia nella Scuola Media. Dal 1980 lavora presso la Biblioteca Universitaria di Genova. Responsabile sino al 2012 dell’Unità Operativa Consultazione del Settore documenti antichi rari e di pregio della Biblioteca Universitaria di Genova del Ministerro per i Beni e le Attività Culturali (MiBAC), partecipa nel periodo 1993-2009 al progetto nazionale, condotto dall’Istituto Centrale per il Catalogo Unico e le Informazioni Bibliografiche (ICCU) del MiBAC, di catalogazione delle edizioni italiane del XVI secolo (EDIT16). Dal gennaio 1994 al dicembre 1999 ha coordinato per la Biblioteca Universitaria di Genova il progetto BIBMAN – la bibliografia dei manoscritti in alfabeto latino promosso dall’ICCU del MiBAC. Dal 22.11.2004 è responsabile del Sito Web (http://www.bibliotecauniversitaria.ge.it) e dei Servizi online della Biblioteca Universitaria di Genova. Tra marzo 2009 e ottobre 2012 è responsabile dell’Ufficio di Direzione, Organizzazione e qualità del servizio. Attualmente coordina l’Ufficio Progettazione, coordinamento sistema informativo, sistema di comunicazione interna e front-office, occupandosi per la Biblioteca Universitaria di Genova della partecipazione al Polo SBN Ligure e al Catalogo delle Biblioteche Liguri (http://www.catalogobibliotecheliguri.it/). È referente per la Biblioteca Universitaria di Genova del Servizio educativo, incarico per il quale organizza dal 2012 laboratori e progetti didattici rivolti alle scuole di I e II grado. È tutor in Biblioteca Universitaria nei progetti di inserimento lavorativo ("500 giovani per la cultura"; "130 giovani per la cultura", ecc.) banditi dal Ministero dei beni e della attività culturali e del turismo. Ha colaborato a diversi progetti per la costruzione di di percorsi digitali. Dal gennaio 2008 è direttore scientifico “Vedi Anche” Bollettino della Sezione Liguria dell’Associazione Italiana Biblioteche del quale a partire dal 2012, anno della sua messa online (http://leo.cilea.it/index.php/vedianche/), è divenuta anche direttore responsabile. È iscritta al registro speciale dei professionisti presso l’Ordine dei Giornalisti della Liguria. Ha all'attivo numerose pubblicazioni e partecipazioni a corsi, giornate seminariali e incontri di aggiornamento professionale sia come discente che come docente.