LETTERATURA ITALIANA (LM)

DOCENTE: GIORGIO BERTONE
ANNO: 2014-2015
SSD: L-FIL-LET/10
CFU: 6

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: SCIENZE STORICHE, ARCHIVISTICHE E LIBRARIE (2014-2015)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

La città medioevale nel Decameron.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Giovanni Boccaccio, Decameron, a cura di Vittore Branca, Torino, Einaudi, 1980 (e successive edizz.), voll. 2.Luigi Surdich, Boccaccio, Bari, Laterza, 2011 (Ia ediz). Capp. 6 e 7.Paul Renucci, L’irrésistible essor de la civilisation urbaine dans le Decameron, “Revue des Etudes Italiennes”, Nouvelle serie, XXI, 1975, pp. 209-248 (si trova in Dipartimento a disposizione degli studenti) Franco Franceschi, Ilaria Taddei, Le città italiane nel Medioevo, XII-XIV secolo, Bologna, il Mulino, 2012. 

Si raccomanda di consultare sempre la bacheca del corso di Letteratura italiana

Metodi di Accertamento

Esame orale. E’ PREVISTA UNA PROVA SCRITTA NELLE MODALITA’ CHE VERRANNO ILLUSTRATE (v. aulaweb dove sono raccolte tutte le prove degli anni passati).


Obbiettivi Formativi

Il corso mira a individuare in modo scientifico il contesto storico, culturale e artistico in cui sono prodotti i testi della letteratura italiana; conoscere la tradizione letteraria dei diversi generi della letteratura italiana; acquisire un metodo di interpretazione critico-scientifica e di analisi filologica (almeno nelle questioni essenziali) dei testi; saper riconoscere il valore di un testo di letteratura italiana nell’ambito della poetica del suo autore, della storia della letteratura e della cultura italiana.

Curriculum Docente

Professore ordinario di letteratura italiana all’Università di Genova. Ha insegnato a Cagliari (come associato), Oxford, Barcellona, Nizza. È stato per quattro anni Coordinatore del corso di Dottorato Fistir (Filologia, interpretazione e storia dei testiitaliani e romanzi) e Direttore della Scuola di Dottorato in "Culture classichee moderne". Ha pubblicato articoli, saggi, edizioni critiche e studi sullaletteratura italiana -e non solo- dal Petrarca ad oggi (per l’intera bibliografia vedi sito diraas.unige.it). Le sue linee di ricerca attuali sono indirizzate allo studio della letteratura contemporanea,specialmente quella ligure del Novecento, da Boine a Calvino a FrancescoBiamonti a Montale; al rapporto tra letteratura e paesaggio, in prosa e in poesia, e tra letteratura e arti figurative. Ha studiato e pubblicato libri sul tema “Letteratura ed emigrazione”, pubblicando una edizione scientifica di “Sull’Oceano” di Edmondo de Amicis e di “Primo Maggio”, e molti altri saggi attinenti. Ha studiato la letteratura di viaggio: “Racconti di vento e di mare”, Torino, Einaudi, 2010. Gli ultimi suoi libri: “Che fare dellaletteratura italiana nell’èra globale”, Novara, Interlinea, 2012, trattaampiamente delle questioni principali (generi, storia e geografia, cronotopi ecc.) della letteratura italiana nel quadro di cultura globalizzata; “The end”. Il finale dei film”, Genova, il Melangolo, 2014. Giorgio Bertone a fine 2010 ha insegnato come professeur invité all’Università diNizza in un corso per laureati in Letteratura e civiltà italiana; ed èinserito nei Viviers exterieurs descomités de sélection della Facoltà di Lettere dell'Università di Nizza “Sophia Antipolis”. Da queste collaborazioni con le Unviersità straniere scaturiscono co-tutele di dottorato (una tesi su "Il movimento di "Corrente" e la rivista"Corrente di vita giovanile" (1938-1940)”: Arte e letteratura a Milano neglianni trenta", Proff. Antonello Perli e Giorgio Bertone, dottoranda: DanielaLauria, e una tesi su "La narrativa di Nico Orengo e il paesaggio", Proff.Manuela Bertone e Giorgio Bertone, dottoranda: Federica Lorenzi). Bertone faparte pure del progetto internazionale "Dante e l'arte" (che si estende a tutti isecoli, anche ai rapporti tra letteratura e arte nel novecento italiano (Università Autonoma di Barcellona e altre università europee) per la sezione otto novecentesca).