STORIA DELLA FILOLOGIA CLASSICA (LM)

DOCENTE: LARA PAGANI
ANNO: 2014-2015
SSD: L-FIL-LET/05
CFU: 9

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: SCIENZE DELL'ANTICHITA': ARCHEOLOGIA, FILOLOGIA E LETTERATURE, STORIA (2014-2015)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

1) Presentazione delle principali linee di sviluppo storico della disciplina filologica, nonché dei meccanismi e degli strumenti della critica del testo, con l’analisi di esempi paradigmatici dalla letteratura greca e latina e la lettura di apparati critici.
2) La critica del testo secondo Paul Maas.

Gli studenti non frequentanti sostituiranno i passi analizzati durante le lezioni con la preparazione (traduzione e commento filologico, oltre che storico-letterario) di un testo della letteratura greca o latina da concordare preventivamente con la docente.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

P. CHIESA, Elementi di critica testuale, Bologna, Pàtron Editore, 2012 (II ed.).
L.D. REYNOLDS e N.G. WILSON, Copisti e filologi, Padova, Antenore, 1987 (III ed. riveduta e ampliata).
S. TIMPANARO, La genesi del metodo del Lachmann, Torino, UTET, 2004 (IV ed.).
P. MAAS, Critica del testo, trad. dal tedesco di N. Martinelli, con presentazione di G. Pasquali, Firenze, Le Monnier, 1952.

I passi esaminati a lezione saranno distribuiti in fotocopia.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

1) Presentazione delle principali linee di sviluppo storico della disciplina filologica, nonché dei meccanismi e degli strumenti della critica del testo, con l’analisi di esempi paradigmatici dalla letteratura greca e latina e la lettura di apparati critici.
2) La critica del testo secondo Paul Maas.
3) Figure e metodi della filologia d’età ellenistica, con l’esame e l’interpretazione dei frammenti rilevanti, conservati principalmente nei corpora scoliografici dei mss. medievali e in frustuli papiracei (con proiezione delle immagini degli originali).

Gli studenti non frequentanti sostituiranno i passi analizzati durante le lezioni con la preparazione (traduzione e commento filologico, oltre che storico-letterario) di un testo della letteratura greca o latina da concordare preventivamente con la docente.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

P. CHIESA, Elementi di critica testuale, Bologna, Pàtron Editore, 2012 (II ed.).
L.D. REYNOLDS e N.G. WILSON, Copisti e filologi, Padova, Antenore, 1987 (III ed. riveduta e ampliata).
S. TIMPANARO, La genesi del metodo del Lachmann, Torino, UTET, 2004 (IV ed.).
P. MAAS, Critica del testo, trad. dal tedesco di N. Martinelli, con presentazione di G. Pasquali, Firenze, Le Monnier, 1952.
F. MONTANA, La filologia ellenistica. Lineamenti di una storia culturale, Pavia, Pavia University Press, 2012.

I passi esaminati a lezione saranno distribuiti in fotocopia.

Metodi di Accertamento

Prova scritta: consiste in una relazione su un tema concordato e intende verificare sia la comprensione dell’argomento affrontato sia la capacità di presentarlo in una forma ben strutturata e argomentata e con padronanza della terminologia tecnica.
Prova orale: consiste in un colloquio in cui sarà accertata la conoscenza delle principali figure di filologi classici e delle linee di sviluppo della disciplina, la comprensione dei meccanismi e degli strumenti della critica del testo e la capacità di interpretare un apparato critico, a partire dalla traduzione e discussione dei passi esaminati durante il corso (o di un testo concordato per i non frequentanti).

Obbiettivi Formativi

L’insegnamento intende dotare gli studenti di conoscenze relative allo sviluppo storico dell’attività filologica sulle opere letterarie antiche greche e latine, individuando, attraverso la lettura e l’analisi diretta dei testi, personalità, metodi e tendenze delle varie fasi di questa disciplina, a partire dalle origini in epoca ellenistica, per giungere, attraverso il periodo umanistico e la stemmatica ottocentesca, fino agli orientamenti più recenti.


Curriculum Docente

Si è laureata in Lettere Classiche presso l’Università di Genova (1999) e ha conseguito il Dottorato di ricerca in Filologia greca e latina presso il medesimo Ateneo (2004). Dal 2004 al 2012 è stata Borsista e Assegnista presso il D.AR.FI.CL.ET., poi D.A.FI.ST, dove, dal 2103 al 2015 è stata Ricercatore TD. Da dicembre 2015 è Professore Associato presso il medesimo Dipartimento. Fa parte del collegio dei docenti del Dottorato in Letterature e culture classiche e moderne. Dall’a.a. 2009/2010 ha svolto attività di supporto alla didattica in relazione al Lettorato di greco e alle lezioni di metrica e filologia dell’insegnamento di Letteratura greca per il Corso di Laurea Triennale in Lettere.
Ha svolto soggiorni di ricerca presso la “Fondation Hardt pour l’étude de l’antiquité classique” (Vandœuvres - Genève) nel 2006 e nel 2014; è stata visiting scholar presso il Center for Hellenic Studies (Harvard University) di Washington nel 2014. È a capo di una delle Unità di ricerca del progetto “Omero, Esiodo, Pindaro, Eschilo: forme e trasmissione dell’esegesi antica”, che ha ricevuto un finanziamento triennale (2013-2016) nell’ambito del FIRB – Futuro in ricerca 2012. È Associate Editor del Lexicon of Greek Grammarians of Antiquity (LGGA) di Brill, partecipa al progetto Poorly Attested Words in Ancient Greek (PAWAG) ed è uno dei Rédacteurs del Centro Italiano dell’Année Philologique (www.aristarchus.unige.it).
È autrice di un’edizione critica, di articoli e recensioni pubblicati in sedi scientifiche italiane e straniere. Le sue principali linee di ricerca riguardano: la storia della filologia, della grammatica e dell’erudizione greche antiche, gli studi omerici, la lessicografia greca e la riflessione teorica sulla lingua nell’antichità greca, la papirologia letteraria.
https://unige-it.academia.edu/LaraPagani