FILOSOFIA DELLA SCIENZA (LM)

DOCENTE: MARIA LUISA MONTECUCCO
ANNO: 2014-2015
SSD: M-FIL/02
CFU: 6

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: METODOLOGIE FILOSOFICHE (2014-2015)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Nella prima parte del corso, gli argomenti generali della filosofia della scienza - quali il rapporto tra filosofia e scienza, la nozione di teoria scientifica, i modelli di spiegazione, la natura delle leggi, determinismo e riduzionismo ecc. - verranno affrontati prevalentemente nel contesto della biologia evoluzionistica, con opportune introduzioni tematiche. Saranno in particolare indagate le teorie dell’evoluzione, sotto diverse interpretazioni attuali, insieme con il dibattito sull'unità di base della selezione naturale, arrivando a presentare anche temi più recenti quali il determinismo genetico e il rapporto tra geni e ambiente. Collaborerà a questa parte Davide Serpico, dottorando in Filosofia con un progetto di ricerca su geni, ambiente, comportamenti e cognizione.

Nella seconda parte del corso interverrà il Prof. Nino Zanghì (Settore FIS/02). La parte centrale delle sue lezioni riguarderà temi di filosofia dello spazio e del tempo. Tra i temi trattati:
1) I problemi della filosofia naturale
2) La geometria nel suo sviluppo-storico-critico
3) Il problema del continuo: da Aristotele a Cantor e alle idee di base della geometria moderna
4) Le geometrie non-euclidee e la ridefinizione di Riemann della geometria
5) Il rapporto tra matematica e realtà da Kant a Gödel
6) Il rapporto tra fisica e metafisica
7) Il rapporto tra fisica ed esperienza secondo Einstein

Gli argomenti saranno presentati in una forma non tecnica, mettendo in evidenza gli aspetti di carattere concettuale e storico.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

(I parte)

Testi di riferimento per tematiche inerenti la teoria dell'evoluzione:
Dennett D.C. (1997) Darwin’s dangerous idea. Evolution and the meaning of life, New York, Simon & Schuster [trad. it. L’idea pericolosa di Darwin. L’evoluzione e il significato della vita, Torino, Bollati Boringhieri, 2004].
Gould S.J. (1980) The Panda’s Thumb, New York, Norton & Co. [trad. it. Il pollice del panda, Milano, Il Saggiatore, 2012].
Eldredge N. (1995) Reinventing Darwin. The Great Debate at the High Table of Evolutionary Theory, New York, Wiley & Sons [trad. it. Ripensare Darwin. Il dibattito alla Tavola Alta dell’evoluzione, Torino, Einaudi, 1999].
Mayr E. (2004) What Makes Biology Unique? [trad. it. L’unicità della biologia, Milano, Raffaello Cortina Editore, 2005].

Testi di riferimento per biologia, genetica, riduzionismo e determinismo:
Lewontin, R. (2000) The Triple Helix: Gene, Organism and Environment, Cambridge (US), Harvard University Press [ed. originale Gene, organismo e ambiente, Roma-Bari, Laterza, 1998].
Rose, S. (1997) Lifelines, New York, Oxford University Press [trad. it. Linee di vita. Oltre il determinismo, Milano, Garzanti, 2001].
Mayr E. (2004) What Makes Biology Unique? [trad. it. L’unicità della biologia, Milano, Raffaello Cortina Editore, 2005]

(II parte)

Il materiale didattico per le lezioni sara' disponibile al sito web http://www.ge.infn.it/~zanghi/lezioni.html

V. Allori, M. Dorato, F. Laudisa, N. Zanghì, La natura delle cose. Introduzione ai fondamenti e alla filosofia della fisica, Carocci, 2005.
T. Maudlin, The metaphysics within physics, Oxford University Press, 2010.

Altri riferimenti bibliografici saranno proposti agli studenti nel corso delle lezioni, sia per eventuali relazioni in classe che per ulteriori approfondimenti.
Gli studenti non frequentanti devono prendere contatto con i docenti via e mail prima del termine delle lezioni (luisa.montecucco@unige.it - Nino.Zanghi@ge.infn.it).

Metodi di Accertamento

Saranno proposte agli studenti frequentanti relazioni in forma orale o anche scritta - valutabili ai fini dell’esame. Per l’esame finale (orale), saranno precisati quali testi della bibliografia o parti di essi utilizzare tenendo conto dei diversi profili curriculari.

Obbiettivi Formativi

(1) consolidare le conoscenze di natura logico-epistemologica apprese durante il corso di studio triennale, approfondendo nozioni come quelle di deduzione e induzione, sistema assiomatico formale, teoriescientifiche e modelli di spiegazione, cambiamento teorico e realismo scientifico (2) introdurre ad alcuni temi di filosofia della fisica con particolare riferimento allo sviluppo dei concetti di tempo, spazio e materia, collegandoli alla storia del pensiero scientifico contemporaneo (e non solo) e alle riflessioni filosofiche che lo accompagnano.

Curriculum Docente

Luisa Montecucco ha condotto studi logico-filosofici presso l’Università di Genova e successivamente, per tre anni, presso l’Università di Stanford (USA, California) all’Institute for the Mathematical Studies in the Social Sciences e al Center for the Study of Language and Information. Ha quindi svolto attività di ricerca e didattica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Genova come ricercatrice del settore di Logica e Filosofia della scienza, tenendo anche l’insegnamento di Storia del pensiero scientifico moderno e contemporaneo nel triennio 1997/2000. Nel 2004 è stata Docente nel Master di Scienze cognitive dell'Università di Genova. Fa parte del Collegio dei Docenti della Scuola di Dottorato in Filosofia. A partire dal 2000 ad oggi, insegna Filosofia della scienza (nell’ambito della laurea magistrale in Metodologie Filosofiche) e dal 2003 anche Filosofia della mente (laurea triennale in Filosofia), sempre presso l’Università di Genova. Le sue pubblicazioni e i suoi interessi di ricerca sono rivolti a temi appartenenti prevalentemente a tali settori.