CANCELLERIE E DOCUMENTI DELLE ISTITUZIONI CITTADINE II

DOCENTE: SANDRA MACCHIAVELLO
ANNO: 2013-2014
SSD: M-STO/09
CFU: 6

Questo Insegnamento è parte di
53270 CANCELLERIE E DOCUMENTI DELLE ISTITUZIONI CITTADINE (12 CFU)

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: SCIENZE STORICHE, ARCHIVISTICHE E LIBRARIE (2013-2014)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

La documentazione vescovile: caratteristiche, redattori e rapporti con le istituzioni.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Il materiale bibliografico e i facsimili dei documenti, presentati e discussi durante il corso, saranno scaricabili tramite pendrive (chiavetta usb) presso lo studio del docente (via Balbi, 2 al 2° piano).

Metodi di Accertamento

Prova orale

Obbiettivi Formativi

Gli obiettivi didattici del corso sono la conoscenza dell’evoluzione dei caratteri estrinseci e intrinseci dei documenti prodotti dalle curie vescovili e dalle cancellerie comunali; l’apprendimento delle moderne norme di edizione; la capacità di riconoscere e leggere scritture documentarie degli stessi ambiti.

Curriculum Docente

Nel 1994 dottore di ricerca in Diplomatica; nel 1999 ricercatore a tempo indeterminato della stessa disciplina (settore M-STO/09) presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Genova.

Consigliere-Bibliotecario della Società Ligure di Storia Patria dal 2002.
Membro del comitato di redazione di "Scrineum" Saggi e materiali online di scienze del documento e del libro medievali dal 2007 (http://scrineum.unipv.it/)

Attività scientifica
Nell’ambito di progetti editoriali mirati alla valorizzazione delle fonti genovesi e liguri ha curato una serie di edizioni critiche.
Relativamente ai confini regionali ha condotto l’edizione sia degli atti di una causa del secolo XIII, in cui il protagonista principale è il borgo di Quiliano sito nel Savonese, sia di un liber iurium del secolo XVI, contenente statuti, convenzioni e documenti, riguardante Rezzo, piccola comunità montana situata nell’estremo Ponente ligure.
All’interno della sfera urbana ha concentrato l’interesse sul cartario di San Siro, uno dei monasteri cittadini più antichi, con particolare attenzione alla documentazione tramandata dal 1225 al 1328.
A fronte di una linea di ricerca orientata alla pubblicazione di cartulari di notai attivi nella curia arcivescovile, ha preparato l’edizione del cartolare del notaio Simon Francisci de Compagnono, operante nel primo quarto del secolo XV.
Sulla scia di un primo approccio alla documentazione ecclesiastica, ha incentrato gli studi sulle origini della cattedrale genovese e sugli sviluppi istituzionali della Chiesa genovese tra XIV e XV secolo.
In riferimento costante ai variegati aspetti di quel complesso rapporto di interazione che la documentazione intrattiene con le strutture e l’ideologia dell’istituzione da cui essa dipende o a cui deve fare riferimento, le ricerche più recenti sono orientate a indagare le scelte documentarie messe in atto dai vertici della Chiesa genovese – episcopio e capitolo cattedrale – nei secoli XII-XIV.

Attività didattica
Nel biennio 1999-2001 ha curato una serie di esercitazioni sui documenti notarili genovesi prodotti tra XII e XIV secolo sia per il corso di Diplomatica (15 ore), sia per quello di Paleografia latina (15 ore).
A partire dall’a.a. 2001-2002, per il Corso di laurea triennale in Conservazione dei Beni Culturali tiene in affidamento un corso annuale di Codicologia e poi dall’a.a. 2003-2004 di Storia del libro manoscritto per il quale ha preparato una serie di dispense in mancanza di una bibliografia manualistica adeguata alle esigenze del Corso (9 crediti).