LETTERATURA LATINA

DOCENTE: SILVANA ROCCA
ANNO: 2014-2015
SSD: L-FIL-LET/04
CFU: 12

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: LETTERE (2014-2015)
MUTUAZIONI:
SCIENZE STORICHE, ARCHIVISTICHE E LIBRARIE (2014-2015) 6 CFU

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

La letteratura latina dalle origini ad Apuleio

Aspetti del mondo animale nella letteratura latina

Lettura e traduzione di Virgilio, Georgiche, III vv. 49-435; Cicerone, De natura deorum, II 121-161

Gli studenti che non possono frequentare le lezioni riceveranno informazioni e chiarimenti scrivendo a roccas@unige.it

Per gli studenti del curriculum di Musica e spettacolo:

Lineamenti di storia della letteratura latina con particolare attenzione alle forme teatrali pre-letterarie, al teatro comico letterario, alla tragedia (Questi ultimi aspetti potranno essere approfonditi nel testo indicato in Bibliografia).

Lettura in traduzione di una commedia di Plauto, di una di Terenzio e di una tragedia di Seneca (a scelta dello studente)

Aspetti del mondo animale nella letteratura latina

Lettura e traduzione di Virgilio, Georgiche, III vv. 49-435

Gli studenti che non possono frequentare le lezioni riceveranno informazioni e chiarimenti scrivendo a roccas@unige.it

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

F. DELLA CORTE, Mitologia classica, a cura di R. Rocca, Genova, Compagnia dei librai, 2012
G. B. CONTE, 'Letteratura latina: Dall’alta repubblica all’età di Augusto' e 'Letteratura latina: L’età imperiale', Firenze Le Monnier 2012 o altro manuale in uso nei Licei

Per i testi: è possibile utilizzare una qualsiasi edizione
Poiché sono previste all'interno del corso lezioni dedicate a esercizi di lingua latina, è possibile utilizzare una qualsiasi grammatica in uso nel I biennio dei licei

Gli studenti del curriculum di Musica e spettacolo, ai quali è richiesta la conoscenza dei principali autori latini dalle origini ad Apuleio, potranno approfondire le conoscenze sui testi teatrali utilizzando: G. Chiarini-F. Mosetti Casaretto, Introduzione al teatro latino, Milano 2008

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

La letteratura latina dalle origini ad Apuleio

Aspetti del mondo animale nella letteratura latina

Lettura e traduzione di Lucrezio, De rerum natura, V 788-877; Virgilio, Georgiche, III; Cicerone, De natura deorum, II 121-161

Gli studenti che non possono frequentare le lezioni riceveranno informazioni e chiarimenti scrivendo a roccas@unige.it

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

F. DELLA CORTE, Mitologia classica, a cura di R. Rocca, Genova, Compagnia dei librai, 2012
G. B. CONTE, 'Letteratura latina: Dall’alta repubblica all’età di Augusto' e 'Letteratura latina: L’età imperiale', Firenze Le Monnier 2012 o altro manuale in uso nei Licei
A. MASSARO, Gli animali in Lucrezio, "Silvae" 40 (2013)

Per i testi: è possibile utilizzare una qualsiasi edizione
Poiché sono previste all'interno del corso lezioni dedicate a esercizi di lingua latina, è possibile utilizzare una qualsiasi grammatica in uso nel I biennio dei licei

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 12 cfu

La letteratura latina dalle origini ad Apuleio

Aspetti del mondo animale nella letteratura latina

Lettura e traduzione di Lucrezio, De rerum natura, V 788-877; Virgilio, Georgiche, III; Varrone, De re rustica, II; Cicerone, De natura deorum, II 121-161

Gli studenti che non possono frequentare le lezioni riceveranno informazioni e chiarimenti scrivendo a roccas@unige.it

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 12 cfu

F. DELLA CORTE, Mitologia classica, Genova 2012
G. B. CONTE, 'Letteratura latina: Dall’alta repubblica all’età di Augusto' e 'Letteratura latina: L’età imperiale', Firenze Le Monnier 2012 o altro manuale in uso nei Licei
A. MASSARO, Gli animali in Lucrezio, "Silvae" 40 (2013)

Per i testi: è possibile utilizzare una qualsiasi edizione
Poiché sono previste all'interno del corso lezioni dedicate a esercizi di lingua latina, è possibile utilizzare una qualsiasi grammatica in uso nel I biennio dei licei

Metodi di Accertamento

L'esame prevede, per i soli studenti di Lettere moderne, una prova scritta e una prova orale. La prova scritta, il cui superamento è condizione necessaria per accedere alla prova orale, si svolge con l’ausilio del vocabolario e consiste nella traduzione di un brano di prosa latina. La prova orale consiste nella lettura, traduzione e commento dei testi e nella verifica delle conoscenze di letteratura latina in programma.

Per gli Studenti di Musica e spettacolo la prova orale consiste nella traduzione dal latino di Virgilio Georgiche iII vv. 49-435 e nella verifica delle conoscenze di letteratura latina in programma.

Sono previste lezioni dedicate a esercitazioni di lingua latina e relative prove intermedie finalizzate all'autovalutazione degli studenti. Per gli studenti di Musica e spettacolo la prova intermedia, facoltativa, è scritta e consiste nel commento o nell'approfondimento di un tema relativo a uno dei testi teatrali a scelta letti in traduzione.

Obbiettivi Formativi

Fornire metodi e strumenti per l’interpretazione e la traduzione di testi letterari latini; fare individuare i caratteri salienti della letteratura latina attraverso la collocazione degli autori nella trama generale della storia letteraria, i diversi generi letterari, le tradizioni di modelli e di stile, i topoi; far riconoscere gli apporti di pensiero, di categorie mentali e di linguaggio fornite dalla letteratura latina alla formazione della cultura europea.


Curriculum Docente

Silvana Rocca si è laureata in Lettere classiche presso l’Università degli Studi di Genova e ivi Perfezionata nel corso biennale in Filologia classica. È Professore Ordinario di Letteratura latina presso la sezione D.AR.FI.CL.E T. “F. Della Corte” del D.A.FI.ST. (Dipartimento di Antichità, Filosofia e Storia) e docente di Didattica del latino. È Direttore dei Corsi di Perfezionamento in “Approcci e Metodi per la didattica delle discipline classiche” e di “Cultura classica e Tradizione europea”; è stata Direttore del D.AR.FI.CL.E T. “F. Della Corte”; vice-direttore del D.A.FI.ST.; è stata Direttore della SSIS Liguria e Direttore del CARED (Centro di Ateneo per la Ricerca Educativa e Didattica); membro del Collegio dei docenti del Dottorato in Filologia classica. Coordina in seno alla Consulta Universitaria di Studi Latini la Commissione Scuola. È membro dell’Accademia Ligure di Scienze e Lettere.
È autrice di alcune monografie (tra cui Etologia Virgiliana, Animali e uomini in Cicerone) e numerose curatele, articoli e saggi. Linee di ricerca: gli animali nel mondo antico e i loro rapporti con il paesaggio; l’idea di preistoria negli autori latini; intertestualità e arte allusiva; forme del linguaggio e civiltà delle parole: studi sul lessico latino.
Si occupa della diffusione di nuove metodologie didattiche per l'insegnamento del latino (è stata membro del Direttivo dell’IRRSAE Piemonte e poi Liguria), in relazione all'evolversi dei metodi di educazione e delle istituzioni scolastiche (a partire dalla sua prima pubblicazione di didattica Avviamento alla Didattica del Latino del 1979), promuovendo tra l'altro la Certificazione linguistica di latino CUSL; anche per questi aspetti collabora con le Università di Franche-Comté, di Bourgogne, con l’Universidad Autònoma de Barcelona e con la Universidade de Coimbra.
Organizza annualmente dal 1986 il Convegno “Latina Didaxis” di cui cura la pubblicazione degli Atti; dirige la rivista di saggistica e didattica “Silvae di Latina Didaxis” da lei fondata nel 2000; è codirettore della Collana di Pubblicazioni del Darficlet; fa parte del Comitato scientifico della Collana di studi “Echo”.