STORIA GRECA

DOCENTE: GABRIELLA OTTONE
ANNO: 2014-2015
SSD: L-ANT/02
CFU: 9

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: STORIA (2014-2015)
MUTUAZIONI:
FILOSOFIA (2014-2015) 9 CFU
METODOLOGIE FILOSOFICHE (2014-2015) 6 CFU

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Definizione della disciplina. Lineamenti di storia greca dall'età micenea al 146 a.C. Strumenti generali, fondamenti metodologici ed ermeneutici per l’analisi critica delle diverse tipologie di fonti storiche, bibliografia di base; coordinate cronologiche e geografiche; storia politica e aspetti istituzionali; storiografia greca. Applicazione degli strumenti informatici alla ricerca scientifica in ambito antichistico.
Il corso mira ad analizzare in particolare la polimorfia del pensiero storico greco nell'approccio agli eventi del passato in prospettiva sia locale sia panellenica. A tale fine verrà proposto un esame diacronico delle basi documentarie, con specifica attenzione a questioni inerenti l'impostazione metodologica e concettuale del prodotto storiografico e la sua corretta interpretazione alla luce del contesto storico, politico e culturale di appartenenza.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

PER TUTTI:

Un manuale a scelta fra:
C. BEARZOT, Manuale di storia greca. Seconda edizione, Bologna, Il Mulino, 2011;
M. BETTALLI, A.L. D’AGATA, A. MAGNETTO (a cura di), Storia greca. Seconda edizione, Roma, Carocci, 2013;
D. MUSTI, Storia greca. Linee di sviluppo dall'età micenea all'età romana, Bari, Laterza, 2006.

e uno a scelta fra:
D. AMBAGLIO, Storia della storiografia greca, Bologna, Monduzzi, 2007;
M. BETTALLI (a cura di), Introduzione alla storiografia greca. Nuova edizione, Roma, Carocci, 2009.

Inoltre:
S. SAID, Introduzione alla mitologia greca. Letture antiche e moderne, trad. it., Roma, Editori Riuniti University Press, 2012.

PER I FREQUENTANTI: Gli appunti delle lezioni costituiscono parte integrante del programma.
PER I NON FREQUENTANTI: Alla bibliografia sopra indicata si aggiunga:
G. POMA (a cura di), Le fonti per la storia antica, Bologna, Il Mulino, 2008.
Il programma d'esame nella sua forma integrale, ivi incluse specifiche letture integrative, dovrà essere preliminarmente concordato con la docente.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Definizione della disciplina. Lineamenti di storia greca dall'età micenea al 146 a.C. Strumenti generali, fondamenti metodologici ed ermeneutici per l’analisi critica delle diverse tipologie di fonti storiche, bibliografia di base; coordinate cronologiche e geografiche; storia politica e aspetti istituzionali; storiografia greca. Applicazione degli strumenti informatici alla ricerca scientifica in ambito antichistico.
Il corso mira ad analizzare in particolare la polimorfia del pensiero storico greco nell'approccio agli eventi del passato in prospettiva sia locale sia panellenica. A tale fine verrà proposto un esame diacronico delle basi documentarie, con specifica attenzione a questioni inerenti l'impostazione metodologica e concettuale del prodotto storiografico e la sua corretta interpretazione alla luce del contesto storico, politico e culturale di appartenenza.
Nella seconda parte del corso verranno approfonditi alcuni momenti e aspetti salienti della storia greca attraverso l'analisi di specifici "case-studies" e l'esegesi di fonti di significativa rilevanza rispetto al problema del rapporto fra documentazione superstite e possibilità di ricostruzione storica.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

PER TUTTI:

Un manuale a scelta fra:
C. BEARZOT, Manuale di storia greca. Seconda edizione, Bologna, Il Mulino, 2011;
M. BETTALLI, A.L. D’AGATA, A. MAGNETTO (a cura di), Storia greca. Seconda edizione, Roma, Carocci, 2013;
D. MUSTI, Storia greca. Linee di sviluppo dall'età micenea all'età romana, Bari, Laterza, 2006.

e uno a scelta fra:
D. AMBAGLIO, Storia della storiografia greca, Bologna, Monduzzi, 2007;
M. BETTALLI (a cura di), Introduzione alla storiografia greca. Nuova edizione, Roma, Carocci, 2009.

Inoltre:
M.L. ARDUINI, Il metodo e le origini nella Grecia antica. Trattato di metodologia della ricerca storica, vol. I, Milano, Jaca Book, 1996 (capitoli IV-VI);
S. SAID, Introduzione alla mitologia greca. Letture antiche e moderne, trad. it., Roma, Editori Riuniti University Press, 2012.

PER I FREQUENTANTI: Gli appunti delle lezioni costituiscono parte integrante del programma.
PER I NON FREQUENTANTI: Alla bibliografia sopra indicata si aggiungano:
G. POMA (a cura di), Le fonti per la storia antica, Bologna, Il Mulino, 2008.
P. CARTLEDGE, Il pensiero politico in pratica. Grecia antica (secoli VII a.C. - II d.C.), trad.it., Roma, Carocci, 2011 (Sezione introduttiva, pp. 17-44 e tre "Contesti" a scelta).
Il programma d'esame nella sua forma integrale, ivi incluse specifiche letture integrative, dovrà essere preliminarmente concordato con la docente.

Metodi di Accertamento

La prova d'esame si svolge in forma orale. La Commissione esaminatrice, presieduta dalla docente che ha tenuto l'insegnamento, verifica il raggiungimento degli obiettivi formativi, valutando il grado di apprendimento dei contenuti, la precisione espositiva e la capacità di operare collegamenti tra gli argomenti.

Obbiettivi Formativi

L’insegnamento intende favorire l’acquisizione delle seguenti abilità, conoscenze e competenze: conoscere le principali linee dello sviluppo storico e istituzionale del mondo greco e dei fondamenti della sua civiltà, dall’età del Bronzo all’Ellenismo; saper affrontare in modo metodologicamente corretto lo studio delle basi documentarie della storia greca; sapersi orientare nella ricerca bibliografica e fra gli strumenti di ricerca; acquisire un metodo di lettura e di interpretazione critica dei principali testi della storiografia greca e saper valutare le informazioni storiche fornite da autori appartenenti ad altri generi letterari, collocando le testimonianze nel loro contesto storico-culturale.

Curriculum Docente

Gabriella Ottone si è laureata in Lettere Classiche presso l'Università di Genova (1991) e ha conseguito il Dottorato di ricerca in Storia greca (1995: Università di Genova-Torino-Siena); ha vinto una borsa post-dottorato biennale presso l’Università di Bologna (1996-1998); è stata titolare per cinque anni (2003-2008) di un assegno di ricerca presso l’Università di Roma Tor Vergata. Dal 2010 è ricercatore TD di Storia greca presso l'Ateneo genovese. È componente del Collegio docenti del Corso di Dottorato di ricerca in Letterature e culture classiche e moderne. Ha insegnato Storia greca come professore a contratto in Corsi di Laurea Specialistici e Magistrali presso le Università di Modena e Reggio Emilia e di Genova. Dal 2003 è membro del Comitato Scientifico del progetto internazionale e serie editoriale “I frammenti degli storici greci”. In tale veste ha contribuito a organizzare quattro convegni internazionali e un workshop presso le Università di Genova e del Piemonte Orientale. È stata titolare di PRA e componente di diversi PRIN finanziati. Dal 2010 è Asistente Honorario presso l'Universidad de Sevilla. Collabora a due progetti internazionali sullo studio e l'edizione di storici greci frammentari. Ha partecipato in qualità di relatore invitato a molteplici convegni internazionali e ha tenuto conferenze in Scuole di Dottorato in Italia e all'estero. È autrice di una quarantina di pubblicazioni, fra cui due monografie, co-curatrice di quattro volumi di Atti di convegni internazionali e di uno scritto inedito di Gaetano De Sanctis. Le sue ricerche vertono principalmente sullo studio della storiografia greca, con particolare attenzione a quella frammentaria, nel suo rapporto con quella integralmente pervenuta, ai contesti di storia locale, alle tradizioni mitografiche ed ecistiche, alla cultura etnografica, ad aspetti di biografia antica, nonché alla scrittura storica post-tucididea e sua ricezione in età tardo-antica e bizantina, a problematiche di esegesi delle fonti e di metodologia dell'edizione critica dei testi. Si è occupata altresì di aspetti giuridici e istituzionali, attraverso l'analisi delle evidenze epigrafiche utili alla ricostruzione del milieu storico-politico di riferimento.