LETTERATURA ITALIANA MODERNA E CONTEMPORANEA

DOCENTE: FRANCO CONTORBIA
ANNO: 2014-2015
SSD: L-FIL-LET/11
CFU: 9

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: LETTERE (2014-2015)
MUTUAZIONI:
FILOSOFIA (2014-2015) 9 CFU

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

1. Introduzione al Novecento italiano.2. La Prima guerra mondiale nella letteratura italiana.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

1. È richiesta a tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, una sicura conoscenza delle letteratura italiana del Novecento successiva alle esperienze di Gabriele d’Annunzio e di Giovanni Pascoli nei limiti, almeno, di una buona antologia di scuola media superiore. Per questa parte l’esame verterà sulla antologia che ciascuno studente dichiarerà di avere adottato.2. Due letture a scelta tra le seguenti:- Giuseppe Prezzolini, "Tutta la guerra. Antologia del popolo italiano sul fronte e nel paese", Firenze, Bemporad, 1918 (poi Milano, Longanesi, 1968);- Francesco Formigari, "La letteratura di guerra in Italia. 1915-193", Roma, Istituto Nazionale Fascista di Cultura, 1935;- Mario Schettini, La prima guerra mondiale. Storia/letteratura, Firenze, Sansoni, 1965;- Mario Isnenghi, "I vinti di Caporetto. Nella letteratura di guerra", Padova, Marsilio, 1967:- Mario Isnenghi, "Il mito della grande guerra. Da Marinetti a Malaparte", Roma-Bari, Laterza, 1970 (e successive edizioni);- Andrea Cortellessa, "Le notti chiare erano tutte un'alba. Antologia dei poeti italiani nella prima guerra mondiale", Milano, Bruno Mondadori, 1998;- Fabio Todero, "Pagine della grande guerra. Scrittori in grigioverde", Milano, Mursia, 1999.È inoltre richiesto l’approfondimento di un autore a scelta (opere e bibliografia critica) da concordare con il docente.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

1. Introduzione al Novecento italiano.2. La Prima guerra mondiale nella letteratura italiana.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

1. È richiesta a tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, una sicura conoscenza delle letteratura italiana del Novecento successiva alle esperienze di Gabriele d’Annunzio e di Giovanni Pascoli nei limiti, almeno, di una buona antologia di scuola media superiore. Per questa parte l’esame verterà sulla antologia che ciascuno studente dichiarerà di avere adottato.2. Due letture a scelta tra le seguenti:- Giuseppe Prezzolini, "Tutta la guerra. Antologia del popolo italiano sul fronte e nel paese", Firenze, Bemporad, 1918 (poi  Milano, Longanesi, 1968);- Francesco Formigari, "La letteratura di guerra in Italia. 1915-193", Roma, Istituto Nazionale Fascista di Cultura, 1935;- Mario Schettini, La prima guerra mondiale. Storia/letteratura, Firenze, Sansoni, 1965;- Mario Isnenghi, "I vinti di Caporetto. Nella letteratura di guerra", Padova, Marsilio, 1967:- Mario Isnenghi, "Il mito della grande guerra. Da Marinetti a Malaparte", Roma-Bari, Laterza, 1970 (e successive edizioni);- Andrea Cortellessa, "Le notti chiare erano tutte un'alba. Antologia dei poeti italiani nella prima guerra mondiale", Milano, Bruno Mondadori, 1998;- Fabio Todero, "Pagine della grande guerra. Scrittori in grigioverde", Milano, Mursia, 1999.È inoltre richiesto l’approfondimento di un autore a scelta (opere e bibliografia critica) da concordare con il docente.

Metodi di Accertamento

Orale. È richiesta a tutti gli studenti, frequentanti e non frequentanti, una sicura conoscenza delle letteratura italiana del Novecento successiva alle esperienze di Gabriele d’Annunzio e di Giovanni Pascoli; sono inoltre richieste una buona conoscenza degli argomenti trattati a lezione e la lettura dei volumi concordati con il docente. La frequenza è vivamente consigliata. Gli studenti che per qualsiasi ragione non possano o non desiderino frequentare le lezioni dovranno dichiarare per iscritto la loro opzione prendendo contatto diretto (non telefonico né telematico) con il docente in orario di ricevimento entro il 31 ottobre 2014.

Obbiettivi Formativi

Approfondire la letteratura italiana moderna (poesia, prosa narrativa, saggistica) sia in rapporto ai testi e alla metodologia critica, sia in rapporto ad un meditato inquadramento storiografico. Proporre un allargamento della prospettiva critica che tenga conto delle parallele esperienze e sperimentazioni nei territori della musica e delle arti visive.

Curriculum Docente

Franco Contorbia si è laureato in Lettere nell’Università di Genova. È attualmente professore ordinario di Letteratura italiana moderna e contemporanea nel Dipartimento di Italianistica, Romanistica, Arti e Spettacolo (Facoltà di Lettere e Filosofia) dell’Università di Genova, dove è stato anche assistente ordinario di letteratura italiana e professore incaricato di Filologia italiana e di Storia della letteratura moderna e contemporanea. Nella medesima Facoltà è stato direttore dell’Istituto di Letteratura italiana, coordinatore del dottorato di ricerca in Analisi e interpretazione dei testi italiani e romanzi, presidente del corso di laurea in Lettere. È responsabile dell’Archivio del ’900 in Liguria, membro del comitato per l’edizione nazionale degli scritti di Renato Serra e di Giuseppe Giusti e dei comitati scientifici della biennale «Piemonte e letteratura» di San Salvatore Monferrato e della Fondazione Primo Conti di Fiesole. Ha fatto parte dei comitati nazionali per il cinquantenario della morte di Cesare Pavese e per il centenario della nascita di Carlo Levi. Ha pubblicato raccolte di studi, monografie, antologie, biografie per immagini, cataloghi di mostre bio-bibliografiche e iconografiche, indagando autori, opere, temi della letteratura italiana moderna e contemporanea sul terreno della filologia testuale non meno che su quello ermeneutico e storico-critico, aspirando a integrare letteratura e giornalismo, letteratura e arti figurative, letteratura e musica, in conformità con l’adozione di un’ottica mobilmente ‘inclusiva’ e pluridisciplinare.