ERMENEUTICA FILOSOFICA

DOCENTE: FRANCESCO CAMERA
ANNO: 2014-2015
SSD: M-FIL/01
CFU: 9

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: FILOSOFIA (2014-2015)
MUTUAZIONI:
METODOLOGIE FILOSOFICHE (2014-2015) 9 CFU

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Il comprendere come problema filosofico

Nel corso verranno innanzitutto delineati i caratteri principali del complesso fenomeno del comprendere e dell’interpretare in prospettiva ermeneutica in età moderna e contemporanea (con particolare riferimento all’epoca della Riforma e ad autori quali Spinoza, Schleiermacher, Dilthey, Heidegger, Gadamer e Ricoeur). Successivamente verrà approfondita la concezione del comprendere elaborata da Heidegger in Essere e Tempo, intesa come struttura costitutiva dell’esistenza umana radicalmente differente da ogni forma di conoscenza teoretica o contemplativa.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

J. Grondin, L’ermeneutica, Queriniana, Brescia 2012.
W. Dilthey, La nascita dell’ermeneutica, a cura di F. Camera, il melangolo, Genova 2012.
M. Heidegger, Essere e tempo, ed. it. a cura di F. Volpi sulla versione di P. Chiodi, Longanesi, Milano 2005 (§§ 1- 44).
A. Fabris, “Essere e tempo” di Heidegger. Introduzione alla lettura, Carocci, Roma 2010.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Parte I: Il comprendere come problema filosofico

Nel corso verranno innanzitutto delineati i caratteri principali del complesso fenomeno del comprendere e dell’interpretare in prospettiva ermeneutica in età moderna e contemporanea (con particolare riferimento all’epoca della Riforma e ad autori quali Spinoza, Schleiermacher, Dilthey, Heidegger, Gadamer e Ricoeur). Successivamente verrà approfondita la concezione del comprendere elaborata da Heidegger in Essere e Tempo, intesa come struttura costitutiva dell’esistenza umana radicalmente differente da ogni forma di conoscenza teoretica o contemplativa.

Parte II: Esistenza e soggettività: io corpo e mondo da Heidegger a Cartesio

Le lezioni di questa parte del corso intendono approfondire la concezione heideggeriana della soggettività e dell’essere-nel-mondo elaborata in antitesi alla celebre distinzione cartesiana tra “res cogitans” e “res extensa”. Tuttavia si cercherà anche di discutere fino a che punto la posizione heideggeriana si allontani da quella moderna (come apparentemente vorrebbe) e ne risolva (oppure ne riproponga) i problemi. In tal senso una particolare attenzione verrà riservata al tema dell’affettività e della corporeità.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

J. Grondin, L’ermeneutica, Queriniana, Brescia 2012.
W. Dilthey, La nascita dell’ermeneutica, a cura di F. Camera, il melangolo, Genova 2012.
M. Heidegger, Essere e tempo, ed. it. a cura di F. Volpi sulla versione di P. Chiodi, Longanesi, Milano 2005 (§§ 1- 44).
A. Fabris, “Essere e tempo” di Heidegger. Introduzione alla lettura, Carocci, Roma 2010.
R. Cartesio, Meditazioni metafisiche, tr. it. di S. Landucci con testo originale a fronte, Laterza, Roma-Bari 2010.
E. Scribano, Guida alla lettura delle “Meditazioni metafisiche” di Descartes, Laterza, Roma-Bari 2010.

Metodi di Accertamento

L’esame consiste in un colloquio orale. E' necessaria la preiscrizione. Per 6 cfu l’esame richiede la conoscenza dei testi indicati nella parte I. Per 9 cfu l’esame richiede la conoscenza di tutti i testi indicati (parte I e II). Ulteriori indicazioni bibliografiche verranno fornite nel corso delle lezioni. La parte II del corso verrà svolta in collaborazione con il Dott. Andrea Sangiacomo. Gli studenti non frequentanti sono invitati a prendere contatti col docente all’inizio delle lezioni.

Obbiettivi Formativi

Mettere a fuoco il complesso fenomeno del comprendere e dell’interpretare come autonomo problema filosofico. Guidare, attraverso l’esame delle procedure di approccio testuale (metodo letterale o allegorico, principio autorale, contestualizzazione storica, problematizzazione critica), ad una corretta lettura dei testi filosofici (con particolare riferimento ai classici della tradizione occidentale).

Curriculum Docente

Francesco Camera ha compiuto i suoi studi presso l’Università di Genova, dove si è laureato in filosofia con Alberto Caracciolo. Successivamente, come borsista del D.A.A.D., ha svolto attività di ricerca in Germania, presso le Università di Bochum e Friburgo. Ha inoltre svolto attività di ricerca presso l’Università di Tubinga nel quadro del programma di Short Mobility del CNR. Divenuto Ricercatore confermato presso l’Ateneo genovese nel 1984, dal 1997 insegna nel Corso di Studi triennale Ermeneutica Filosofica e Propedeutica Filosofica e nel Corso di Studi magistrale Teoresi Filosofica. Dal 2006 è Professore associato di Filosofia Teoretica. Dal 2009 al 2010 ha insegnato anche Filosofia Teoretica presso l’Università degli Studi di Udine. Nel 2013 ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale a Professore ordinario di I fascia nel settore M-FIL/01. Dal luglio del 2012 è coordinatore del Corso di Studi Triennale in Filosofia. E’ membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca FINO. Fa parte della redazione nord-occidentale della rivista “Filosofia e Teologia” ed è segretario di redazione del “Giornale di Metafisica”. E’ anche membro della “Heidegger Gesellschaft” e della Società italiana di Studi kantiani.

Principali pubblicazioni: Il problema del tempo nel primo Heidegger, Casale Monf. 1984); L’ermeneutica tra Heidegger e Levinas, Brescia 2001; Paul Celan. Poesia e religione, Genova 2003; Ermeneutica e filosofia trascendentale, Genova 2003; Sotto il segno di Hermes. Pensare in prospettiva ermeneutica, Genova 2011. Ha inoltre curato l’edizione italiana di due opere significative di Heidegger (Concetti fondamentali, Genova, 1989; Eraclito, Milano 1993), di Dilthey, Gadamer e Levinas. Principali curatele: A. Moscato, Metafisica e intelligibilità. Studi di filosofia teoretica, Genova 2000; Messianismo, ebraismo, cristianesimo e filosofia, Brescia 2005 (con G. Cunico), Interpretazioni filosofiche della Bibbia, Acqui T. 2006 (con A. Pirni), La ragione della parola. Religione, ermeneutica e linguaggio in Baruch Spinoza, Milano 2013 (con A. Sangiacomo).

Linee di ricerca: le problematiche del comprendere e dell’interpretare nel loro sviluppo storico e nelle loro articolazioni teoretiche, con particolare riferimento al dibattito novecentesco in area continentale (Heidegger, Gadamer); lo studio del rapporto tra linguaggio filosofico (argomentativo o apofantico) e altri tipi di linguaggi (tra i quali la parola poetica); esegesi e commento dei principali classici del pensiero occidentale quale parte integrante di una filosofia ermeneutica che si confronta con la tradizione.

Email Docente: camera@nous.unige.it