TEORIE E TECNICHE DEL LINGUAGGIO RADIOTELEVISIVO

DOCENTE: ORONZO TROTTA
ANNO: 2014-2015
SSD: L-ART/06
CFU: 6

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (D.A.M.S.) (2014-2015)

I dati dell'attività didattica sono reperibili all'indirizzo www.imperia.unige.it


Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

L’insegnamento si propone di introdurre gli studenti alla teoria generale dei mezzi di comunicazione elettronici.
Della televisione e della radio verrà indagata l’influenza che hanno avuto e che continuano ad avere anche in tempo di internet sulla vita collettiva e personale. Verranno analizzati il loro ruolo politico e culturale, la storia di tv e radio in Italia dal monopolio Rai alla moltiplicazione dei canali, i linguaggi e l'organizzazione dei palinsesti, le prospettive per il futuro attraverso l'incrocio sempre più complesso col web.
Infine, si discuteranno alcune delle posizioni teoriche più significative sul ruolo dei mezzi di comunicazione di massa.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Obbligatori:
Enrico Menduni I linguaggi della radio e della televisione, Laterza
Umberto Eco Fenomenologia di Mike Bongiorno in Diario minimo, Bompiani
Umberto Eco Tv: la trasparenza perduta in Sette anni di desiderio, Bompiani

Obbligatorio a scelta uno fra i seguenti libri:
Marshall McLuhan Gli strumenti del comunicare, Garzanti
Guy Debord La società dello spettacolo, BCDe
Joshua Meyrowitz Oltre il senso del luogo: come i media elettronici influenzano il comportamento sociale, Baskerville
Karl Popper e John Condry Cattiva maestra televisione, Donzelli
Daniel Dayan e Elihu Katz Le grandi cerimonie dei media, Baskerville
Henry Jenkins Cultura convergente, Apogeo

Metodi di Accertamento

Esercitazioni sui fondamenti del linguaggio televisivo e dell'informazione.
Esame orale finale.

Obbiettivi Formativi

L’esperienza della radiofonia viene affrontata sia dal punto di vista storico che da quello tecnico, con una presentazione dei concetti di organizzazione del palinsesto, offerta musicale, regia di canale, proposta pubblicitaria, formato radiofonico e analisi degli ascolti. Della televisione verrà indagata prima di tutto l’influenza che ha sulla vita di ognuno di noi, attraverso l’analisi dei suoi vari linguaggi, dei generi, del loro mescolamento.

Curriculum Docente

Renzo Trotta ha lavorato alla Rai dal 1978 al 1988 come programmista-regista, dal 1988 come giornalista. Ha realizzato fra l’altro “La colonna”, storia delle Brigate Rosse a Genova, in onda nel 2000 su RaiTre per il ciclo “La grande storia”. Ha svolto il ruolo di vicecaporedattore della redazione Rai della Liguria.
Ha firmato otto regie teatrali, da “Cymbeline” di W.Shakespeare (1982) al “Misantropo” di Molière (2007).
Ha pubblicato “Sidney Pollack” (Moizzi, 1977), “Francis Ford Coppola” (Le Mani, 1996), “Pollack in nero” in “Sidney Pollack cineasta e gentiluomo” a cura di Franco La Polla (Lindau, 1997), “Il furore di Fedra” in “Fedra” di Jean Racine (Marietti, 2000).
Dal 1992 insegna Storia del teatro alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova.
Dal 2009 al 2013 ha tenuto il corso di Teoria e tecniche del linguaggio radiotelevisivo al Dams di Imperia.