DRAMMATURGIA

DOCENTE: SIMONA MORANDO
ANNO: 2014-2015
SSD: L-ART/05
CFU: 9

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: DISCIPLINE DELLE ARTI, DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO (D.A.M.S.) (2014-2015)

I dati dell'attività didattica sono reperibili all'indirizzo www.imperia.unige.it


Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

1) Lineamenti di storia della drammaturgia e di analisi dei testi drammaturgici dalla tragedia greca al Novecento.
2) Canone novecentesco: testo, copione, scena. Si lavorerà sul processo di approdo di un testo alla scena di un'opera importante del teatro italiano.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Per frequentanti e non frequentanti.

Per la parte 1: Annamaria Cascetta, Laura Peja, Ingresso a teatro. Guida all’analisi della drammaturgia, Firenze, Le Lettere, 2003 (parti scelte).
Un testo a scelta tra E. Ibsen, Casa di bambola, qualsiasi edizione in commercio; A. Cechov, Il gabbiano, qualsiasi edizione in commercio (tipo Milano, Garzanti); A. Strindberg, La contessina Julie, Torino Einaudi, edizione recente; A. Jarry, Ubu re, Milano Adelphi, edizione recente; L. Pirandello, Sei personaggi in cerca d’autore, Milano, Garzanti. Altri testi verranno proposti durante il corso. 


Per la parte 2: Si lavorerà su testi, su copioni e su spettacoli messi a disposizione dalla docente in collaborazione col Museo Biblioteca dell’Attore di Genova.
La bibliografia definitiva di questa parte verrà creata in itinere e segnalata tempestivamente su aulaweb.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

1) Lineamenti di storia della drammaturgia e di analisi dei testi drammaturgici dalla tragedia greca al Novecento.
2) Canone novecentesco: testo, copione, scena.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Per la parte 1: Annamaria Cascetta, Laura Peja, Ingresso a teatro. Guida all’analisi della drammaturgia, Firenze, Le Lettere, 2003 (parti scelte).
Un testo a scelta tra E. Ibsen, Casa di bambola, qualsiasi edizione in commercio; A. Cechov, Il gabbiano, qualsiasi edizione in commercio (tipo Milano, Garzanti); A. Strindberg, La contessina Julie, Torino Einaudi, edizione recente; A. Jarry, Ubu re, Milano Adelphi, edizione recente; L. Pirandello, Sei personaggi in cerca d’autore, Milano, Garzanti. Altri testi verranno proposti durante il corso.

Per la parte 2:
Fernando Taviani, Uomini di scena, uomini di libro. La scena sulla coscienza, Roma, Officina edizioni, 2010.
Si lavorerà su testi, su copioni e su spettacoli messi a disposizione dalla docente in collaborazione col Museo Biblioteca dell’Attore di Genova.
La bibliografia definitiva di questa parte verrà creata in itinere e comunicati tempestivamente su aulaweb.

Metodi di Accertamento

Prova orale tesa all'accertamento dell'acquisizione delle problematiche legate alla disciplina, al testo drammatico e alla sua analisi verso la scena.

Obbiettivi Formativi

Gli obiettivi formativi della disciplina consistono nell’acquisizione delle conoscenze di base della drammaturgia e delle relazioni fra testi, attori e società .


Curriculum Docente

Simona Morando è ricercatrice dal 2006 presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Genova. E' stata docente di Letteratura italiana, Letteratura teatrale, Letteratura italiana e cinema e Drammturgia presso il D.A.M.S, Scienze dello Spettacolo e PRO.TA.VAS a Imperia. Insegna attualmente Letteratura italiana presso il Corso di Lingue e culture moderne, Letteratura teatrale presso il Corso di Lettere della Scuola di Scienze Umanistiche e ha un insegnamento (Letteratura italiana e letteratura dei luoghi) presso il Corso di Scienze del Turismo a Imperia. L'attività didattica si inserisce nel complesso delle linee di ricerca perseguite, riguardanti la letteratura e il teatro tra Cinque e Novecento: la narrativa di Italo Calvino, la poesia del secondo Novecento, l'opera di Pier Paolo Pasolini, la drammaturgia di Pirandello, il teatro di Giovan Battista Andreini, la favola pastorale e Torquato Tasso, la tradizione dei testi teatrali legati al "mito" di Don Giovanni tra Seicento e Ottocento. Per le pubblicazioni e l'attività di ricerca si rimanda alla pagina della docente sul sito del DIRAAS.