CHIMICA DEI MATERIALI PER IL RESTAURO

DOCENTE: SILVIA VICINI
ANNO: 2014-2015
SSD: CHIM/12
CFU: 6

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (2014-2015)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

L'insegnamento intende chiarire il ruolo del chimico nel settore della conservazione dei Beni Culturali; la parte fondamentale del corso riguarderà i materiali impiegati in campo artistico (pittorici -supporti, pigmenti e coloranti, leganti e vernici-, lapidei e cellulosici -carta e tessuti-), il loro degrado, le tecniche e i materiali usati per il loro restauro (pulitura, consolidamento e protezione). Si farà cenno alle metodologie analitiche (invasive e non) per la loro caratterizzazione.

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

- M. MATTEINI, A. MOLES, La chimica nel restauro: i materiali nell'arte pittorica, Firenze, Nardini, 1989.
- E. PEDEMONTE, G. FORNARI, Chimica e restauro. La scienza dei materiali per l'architettura, Venezia, Marsilio Ed., 2003.
- E. PEDEMONTE, La carta. Storia, Produzione, Degrado, Restauro. Venezia, Marsilio Ed., 2008.
- E. PEDEMONTE, Fibre tessuti e moda. Storia, Produzione, Degrado, Restauro e Conservazione. Venezia, Marsilio Ed., 2012.
(Parti dei testi da definire col docente e testi di approfondimento da definire col docente; sono importanti gli appunti delle lezioni)

Metodi di Accertamento

Esame orale con possibilità di svolgere, in primo appello, un compitino scritto facoltativo. Questo se sostenuto con esito positivo, permetterà di semplificare l’esame orale. La Commissione deciderà, per ogni a.a., quale peso relativo dare al compitino. L'esame orale è condotto da due docenti e ha una durata di circa 30 minuti. Con queste modalità, la commissione è in grado di verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi dell'insegnamento. Quando questi non sono raggiunti, lo studente è invitato ad approfondire lo studio e ad avvalersi di ulteriori spiegazioni da parte del docente.

Obbiettivi Formativi

L'insegnamento si pone l'obiettivo di chiarire il ruolo del chimico nel settore della conservazione dei Beni Culturali, evidenziando i materiali impiegati in campo artistico (pittorici, lapidei e cellulosici), le proprietà chimico-fisiche, il degrado, le tecniche e i materiali usati per il restauro e le metodologie analitiche per la caratterizzazione.


Curriculum Docente

Silvia Vicini si è laureata in Chimica nel 1998, presso il Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell’Università di Genova e ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Scienze Chimiche nel 2002 (Relatore: Prof. E. Pedemonte). Attualmente è ricercatrice universitaria (Chimica Industriale - CHIM/04) presso la Scuola di Scienze M.F.N. dell’Università di Genova. L’attività di ricerca verte principalmente su studi riguardanti i materiali polimerici e la loro applicazione nel settore dei Beni Culturali. Si è occupata dell’analisi dei costituenti lo strato pittorico dei dipinti con attenzione particolare ai metodi di riconoscimento di pigmenti e leganti. E’ passata allo studio dell’applicazione di polimeri, come consolidanti e protettivi, per materiali lapidei, intonaci e manufatti cellulosici d’interesse storico-artistico. Nell’ambito del Dottorato, ha svolto un training di un anno in Atofina Chemical Inc., R&D Technical Center, PA, USA, occupandosi dello studio di polimeri acrilici e fluorurati utilizzati come coating per substrati porosi. Nel corso delle sue ricerche ha trascorso un periodo presso la Division of General Chemistry, Faculty of Chemistry, Nicolaus Copernicus University of Torun, Poland, nell’ambito del progetto NATO Science Program 2002. Nel 2013 e nel 2014 ha trascorso un periodo di 6 mesi, come Visitor Professor presso l’Universidade Federal de Minas Gerais (UFMG); Departamento de Química, Belo Horizonte, Brazil, lavorando su gel polimerici per la pulitura di opere d'arte. È socia dell’Associazione Italiana di Scienze e Tecnologia delle Macromolecole, è afferente al Consorzio Interuniversitario Nazionale di Scienza e Tecnologia dei Materiali. E’ stata relatrice di varie tesi di Laurea. Ha partecipato a 55 congressi nazionali e internazionali, presentando contributi, a 15 scuole ed ha partecipato all’organizzazione di Scuole, Convegni, Workshop. Negli anni di ricerca ha pubblicato 85 articoli di cui 55 su riviste internazionali (h-index 19). Ha partecipato alla stesura di capitoli di libri. E’ co-inventore di quattro brevetti di cui uno americano. Ha partecipato a sei progetti PRIN finanziati, a due finanziati dal Parco Scientifico e Tecnologico della Liguria e ad un progetto europeo nell’ambito del 6th Framework Programme for Research, Technological Development and Demonstration. E’ ed è stata titolare di contratti di ricerca industriale con aziende manifatturiere italiane. 
E' titolare, per affidamento, dei seguenti insegnamenti ufficiali, presso l'Università degli Studi Genova:
- "Chimica dei materiali per il restauro" (6 CFU), Corso di Laurea triennale in Conservazione dei Beni Culturali, Scuola di Scienze umanistiche.
- "Laboratorio di chimica industriale (Mod II)" (6 CFU), Corso di Laurea magistrale in Chimica Industriale, Scuola di Scienze MFN.
- "Inquinanti e loro impatto ambientale" (4 CFU), Corso di Laurea triennale in Chimica e Tecnologie Chimiche, Scuola di Scienze MFN.