ARCHIVISTICA GENERALE

DOCENTE: MARCO BOLOGNA
ANNO: 2013-2014
SSD: M-STO/08
CFU: 9

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (2013-2014)
MUTUAZIONI:
STORIA (2013-2014) 6 CFU
LETTERE (2013-2014) 6 CFU

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Durante il corso delle lezioni verrà illustrata per sommi capi la storia degli archivi e dell'archivistica europea e italiana, dal Medioevo ai giorni nostri.
Successivamente saranno trattati i principali temi della teoria, del metodo e dei lavori archivistici in Italia dal XVI secolo ad oggi con un'attenzione
particolare ad alcune specificità genovesi.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

1. E. LODOLINI, Storia dell’archivistica italiana, Milano, Franco Angeli. Solo i capitoli dal 4 al 20 compresi.
2. P. CARUCCI, Le fonti archivistiche. Ordinamento e conservazione, Roma, Carocci editore, da p.11 a p.195.
3. Archivistica. Teorie, metodi, pratiche, a cura di L. Giuva e M. Guercio, Roma, Carocci editore, 2013.

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Durante il corso delle lezioni verrà illustrata per sommi capi la storia degli archivi e dell'archivistica europea e italiana, dal Medioevo ai giorni nostri.
Successivamente saranno trattati i principali temi della teoria, del metodo e dei lavori archivistici in Italia dal XVI secolo ad oggi con un'attenzione particolare ad alcune specificità genovesi.

Per gli studenti che utilizzano l'insegnamento da 9 crediti saranno presentati oltre alla normativa di riferimento, gli studi e le riflessioni avviati negli ultimi anni relativamente allo sviluppo di programmi di gestione documentaria in ambiente digitale. Sono oggetto di approfondimento la produzione di documenti digitali, la gestione e la conservazione informatizzate dei documenti, i software informatici appositamente dedicati alla descrizione archivistica, secondo gli standard internazionali.

Le lezioni e le esercitazioni a cura di Franca Canepa si svolgeranno presso l'Archivio Regionale in via Rigola 3 a partire dal 18 novembre nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 13.30 alle 15.30, con esercitazioni pratiche mediante l'utilizzo di software specifici per la gestione informatica dei documenti e l'inventariazione degli archivi storici.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

1. E. LODOLINI, Storia dell’archivistica italiana, Milano, Franco Angeli. Solo i capitoli dal 4 al 20 compresi.
2. P. CARUCCI, Le fonti archivistiche. Ordinamento e conservazione, Roma, Carocci editore, da p.11 a p.195.
3. Archivistica. Teorie, metodi, pratiche, a cura di L. Giuva e M. Guercio, Roma, Carocci editore, 2013
oppure
L. GIUVA. S. VITALI, I. ZANNI ROSIELLO, Il potere degli archivi, Milano, Bruno MOndadori, 207
Ulteriore bibliografia sarà indicata durante la seconda parte del corso

Metodi di Accertamento

Esame orale

Obbiettivi Formativi

L'insegnamento di “Archivistica generale” si pone l'obiettivo di offrire un quadro completo sulla formazione, organizzazione e conservazione degli archivi e sull'elaborazione di mezzi di corredo per garantirne la fruizione.


Curriculum Docente

Marco Bologna nato a Milano nel 1948. Si laurea in Lettere nell'Università degli studi di Milano nel 1971 e inizia subito l’insegnamento nella scuola media superiore (1972-1976). Nel 1976 è nominato Archivista di Stato presso la Soprintendenza archivistica per la Lombardia ove resta fino al 1979 quando viene nominato direttore dell'Archivio di Stato di Savona (1979-1990) e direttore dell'Archivio di Stato di Imperia (1979-1980). Nel 1990 lascia il Ministero per i beni e le attività culturali avendo vinto il concorso per ‘ricercatore universitario’ presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli studi di Genova ove diviene ‘ricercatore confermato’ nel 1993. Dal 1994 gli viene affidato l'insegnamento di Archivistica presso il Corso di laurea in Storia della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli studi di Milano e dal 1° novembre 1997 è trasferito all'Università degli studi di Milano dove prosegue ad avere l'affidamento del corso di Archivistica.
Dal 1° gennaio 2001 è professore ordinario e titolare dell’insegnamento di Archivistica nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi di Milano. Viene eletto presidente del corso di laurea in Scienze storiche dell’Università degli studi di Milano per il triennio accademico 2003-2006 e rieletto per il triennio accademico 2006-2009. Nel 2009 viene eletto presidente del corso di laurea in Scienze dei Beni culturali per il triennio 2009-2012.
Consigliere della Società Ligure di Storia Patria dal 1984. Nei trienni 2000-2002 e 2006-2008 è membro della Commissione archivi dell’INSMLI e nel 2001-2003 del Comitato scientifico del Centro per lo studio della cultura d’impresa.
Dal 2003 è membro del Consiglio direttivo di APICE e nel quadriennio 2005-2009 è delegato dal Rettore alla conservazione del patrimonio storico-archivistico dell’Università degli Studi di Milano. Nel triennio 2007-2009 è rappresentante dell’Università degli studi di Milano nel consiglio d’amministrazione della Fondazione Feltrinelli.
In pensione dal 1 giugno 2013 per volontarie dimissioni.