FILOSOFIA DEL LINGUAGGIO

DOCENTE: CARLO PENCO
ANNO: 2013-2014
SSD: M-FIL/05
CFU: 9

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: FILOSOFIA (2013-2014)
MUTUAZIONI:
SCIENZE STORICHE, ARCHIVISTICHE E LIBRARIE (2013-2014) 6 CFU
LETTERE (2013-2014) 9 CFU

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Il linguaggio può essere studiato in modi diversi: come struttura o sistema (il sistema della lingua), come facoltà (la capacità che si mostra nella competenza dei parlanti) o come attività (analoga ad altre attività  sociali). Il corso presenterà il linguaggio sotto quest'ultimo punto di vista: capire come funziona il linguaggio è capire come funziona un particolare tipo di azione. Tra le azioni linguistiche l'azione di asserire è stata reputata centrale fin da Aristotele. Ma non possiamo fare tutta la storia dei filosofi che hanno riflettuto sul linguaggio! Discuteremo quindi solo alcuni aspetti centrali del dibattito contemporaneo sull'asserzione, sul significato e sul suo rapporto con la verità.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Verranno fornite dispense su AULAWEB e altre informazioni.
Utili sono comunque:
C. Penco 2010, Introduzione alla Filosofia del Linguaggio, Laterza, Roma
P. Casalengo, Breve introduzione alla filosofia del linguaggio, Carocci, Roma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Il linguaggio può essere studiato in modi diversi: come struttura o sistema (il sistema della lingua), come facoltà (la capacità che si mostra nella competenza dei parlanti) o come attività (analoga ad altre attività sociali). Il corso presenterà il linguaggio sotto quest'ultimo punto di vista: capire come funziona il linguaggio è capire come funziona un particolare tipo di azione. Tra le azioni linguistiche l'azione di asserire è stata reputata centrale fin da Aristotele. Ma non possiamo fare tutta la storia dei filosofi che hanno riflettuto sul linguaggio! Discuteremo quindi solo alcuni aspetti centrali del dibattito contemporaneo sull'asserzione, sul significato e sul suo rapporto con la verità, e sul rapporto tra semantica pragmatica.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Verranno fornite dispense su AULAWEB e altre informazioni.
Utili sono comunque:
C. Penco 2010, Introduzione alla Filosofia del Linguaggio, Laterza, Roma
P. Casalengo, Breve introduzione alla filosofia del linguaggio, Carocci, Roma

Metodi di Accertamento

Esame scritto in classe – tesina scritta da svolgere a casa - esame orale o esame scritto finale

Obbiettivi Formativi

Introdurre gli studenti ai problemi del significato e della comprensione linguistica sulla scia della tradizione di Frege, Russell e Wittgenstein. Mostrare i collegamenti con linguistica, logica e informatica. Mettere in grado lo studente di applicare aspetti della filosofia del linguaggio all'analisi del discorso quotidiano e del discorso pubblico (giornali, telvisione, internet). Introdurre gli studenti di filosofia alla lettura e discussione di testi classici.

Curriculum Docente

Ho deciso di dedicarmi alla filosofia dopo aver seguito le lezioni e partecipato a stupende conversazioni con Annagrazia Papone (docente di Storia della filosofia contemporanea). Laureato nel 1972 a Genova con Evandro Agazzi, ho conseguito nel 1977 il diploma di specializzazione postlaurea in Filosofia della Scienza con una tesi sulla filosofia della matematica di Wittgenstein (referenti: Evandro Agazzi, Andrea Levi e Romeo Crippa). A quel tempo in Italia non esisteva ancora il Dottorato di ricerca. Ho studiato a Cambridge con Timothy Smiley e a Oxford con Michael Dummett, di cui ho curato l'edizione italiana di Frege, Philosophy of language. Ho insegnato logica e filosofia della scienza all'Università di Lecce dal 1989 al 1992. Ho passato un periodo di ricerca a Pittsburgh seguendo un seminario di Robert Brandom e John McDowell. Nel 2014 ho lavorato presso lo Institute of Philosophy della "School of Advanced Study" dell'Università di Londra. Il mio lavoro di ricerca è strettamente collegato alla didattica, che vuole tenere gli studenti aggiornati sulle discussioni attuali in filosofia del linguaggio. La mia Introduzione alla filosofia del linguaggio (Laterza, 7a edizione 2013) e un'antologia sul problema dei confini tra semantica e pragmatica (con F. Domaneschi: What is Said and What is Not: CSLI Publication, Standord) sono due lavori fatti in questo senso. Nel campo della ricerca ho lavorato su Frege, Wittgenstein, e problemi di confine tra semantica e pragmatica, pubblicando su diverse riviste tra cui Epistemologia, Grazer Philosophische Studien, Languge, Cognition and Neuroscience, Philosophia, Philosophical Investigations, Pragmatic and Cognition, Theorema, Theoria.... Informazioni più dettagliate sul mio CV si trovano alla pagina: http://www.dafist.unige.it/dif/epi/hp/penco/
---
I have studied with Annagrazia Papone and Evandro Agazzi in Genoa, where I had my degrees in 1972 and 1977. I studied in Cambridge with Timothy Smiley and in Oxford with Michael Dummett (I translated into Italian his book Frege, Philosophy of laguage). I taought Logic and Philosophy of Science at the University of Lecce until my arrival to the University of Genoa in 1992, where I teach now philosophy of language. See my CV at http://www.dafist.unige.it/dif/epi/hp/penco/