STORIA DELLA LINGUA ITALIANA MODULO I

DOCENTE: VITTORIO COLETTI
ANNO: 2013-2014
SSD: L-FIL-LET/12
CFU: 6

Questo Insegnamento è parte di
64908 STORIA DELLA LINGUA ITALIANA (12 CFU)

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: LETTERE (2013-2014)
MUTUAZIONI:
VALORIZZAZIONE CULTURALE DEL TERRITORIO E DEL PAESAGGIO (2013-2014) 6 CFU

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Modulo I
1) L'italiano: grammatica storica e grammatica attuale; storia e strutture del lessico
2) Lettura e commento di alcuni capitoli dal I° libro del De vulgari eloquentia di Dante.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Testi Modulo I (studenti frequentanti)
- appunti delle lezioni
- V. Coletti, "Eccessi di parole", Cesati 2012, capp. 3-6;
- Dante Alighieri, "De vulgari eloquentia", a c. di V. Coletti, Garzanti, Milano.

NOTA BENE.
Gli studenti frequentanti che utilizzano l'insegnamento per 12 CFU devono preparare i testi indicati sopra per il modulo I (Coletti) e i testi previsti per il modulo II (Testa).
NOTA BENE. Gli studenti frequentanti che utilizzano l'insegnamento per 6 CFU devono seguire obbligatoriamente il modulo I (Coletti) e il loro programma d'esame è il seguente:
- Appunti delle lezioni;
- V. Coletti, "Eccessi di parole", Cesati 2012, capp. 3-6;
- C. Marazzini, "La lingua italiana. Profilo storico" (dal cap. V compreso).

Metodi di Accertamento

Studenti frequentanti che utilizzano l'insegnamento per 12 CFU.
L'esame sarà in forma scritta; per il punto 1) sono previste domande aperte; per il punto 2) la stesura di una breve relazione-commento.

Studenti frequentanti che utilizzano l'insegnamento per 6 CFU.
L'esame sarà in forma scritta (domande aperte) per gli argomenti del punto 1) e in forma orale per il volume di Marazzini.

Obbiettivi Formativi

Gli studenti di Lettere, al termine del corso, dovrebbero possedere le seguenti abilità: -competenze di grammatica storica dell’italiano e di storia della grammatica (dei cambiamenti grammaticali attestati nell’italiano contemporaneo); -idea della composizione del lessico italiano (lingue di provenienza, modalità di produzione, distribuzione nel tempo e nei diversi settori della comunicazione, indici di frequenza); - pratica dei principali strumenti cartacei e informatici di ricerca linguistica; - consapevolezza della variabilità sociolinguistica della lingua e dei rapporti tra italiano e dialetti; - conoscenza della storia esterna dell’italiano e dei dibattiti che l’hanno accompagnata; - capacità di analisi linguistica di testi di diversa tipologia (colti, popolari, scritti, orali) e di diversa età (antichi e contemporanei); - attitudine alla lettura linguistica e formale di testi letterari, in modo speciale dei più importanti della nostra storia o dei più attuali.

Curriculum Docente

Vittorio Coletti è, dal 1986, professore ordinario di Storia della lingua italiana, disciplina che insegna nell’Università di Genova dal 1976, essendo stato dal 1974 in essa assistente di ruolo. La stessa disciplina ha insegnato anche all’Università di Trento. Ha insegnato anche nelle università di Paris VIII e di Nizza in Francia. Tiene lezioni nei corsi di dottorato in Filologia e storia dei testi italiani e romanzi.
I suoi studi riguardano la storia dell’italiano letterario (Einaudi 1993), specialmente novecentesco (Italiano d’autore, Marietti 1989, Dietro la parola, Dell’Orso 2000) e, in particolare, autori come Montale, Ungaretti, Pavese, Calvino, Campana, Luzi, Caproni, Sbarbaro, Manzoni e Dante, e il ruolo dell’educazione religiosa nella diffusione dell’italiano (Parole dal pulpito, n. ed. accresciuta CUSL 2006). Si è occupato anche della lingua comune in vari saggi sui neologismi e le parole perdute e quelle condannate in tribunale (Eccessi di parole, Cesati 2012) e, soprattutto, come coautore, con Francesco Sabatini, del Dizionario della lingua italiana (Sansoni 2008 e 2012). Appassionato dell’opera lirica, ha dedicato ai libretti d’opera vari saggi e il volume Da Monteverdi a Puccini (Einaudi 2003). Al romanzo dell’epoca della globalizzazione ha dedicato Romanzo mondo (Il Mulino 2011). Ha recentemente pubblicato Grammatica dell'italiano adulto (il Mulino 2015).