METODOLOGIE DELLA RICERCA ARCHEOLOGICA

DOCENTE: SILVIA PALLECCHI
ANNO: 2013-2014
SSD: L-ANT/10
CFU: 9

PERIODO: Annuale
AULAWEB:
ATTIVATO DA: CONSERVAZIONE DEI BENI CULTURALI (2013-2014)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Archeologie: introduzione ai metodi e ai problemi dell’archeologia contemporanea. Sviluppo dell’approccio scientifico e stratigrafico in campo archeologico. La ricognizione archeologica. Sistemi di diagnostica e di valutazione. Strategie e metodi del lavoro sul campo. La stratigrafia archeologica e il matrix di Harris. Stratigrafia e archeologia degli elevati. Elaborazioni post-scavo di dati e reperti. Cronologia relativa e cronologia assoluta. Archeometria: sistemi di datazione e di caratterizzazione.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

C. Renfrew, P. Bahn, Archeologia. Teorie, metodi, pratica, Zanichelli, Bologna 1995 (2010).
A. Carandini, Storie dalla terra. Manuale di scavo archeologico, Einaudi, Torino 1991 (2010).
R. Francovich, D. Manacorda (a cura di), Dizionario di archeologia, Laterza, Bari 2000 (2012).
E. C. Harris, Principi di stratigrafia archeologica, Carocci, Roma 1983 (2012).
D. Manacorda, Il sito archeologico: fra ricerca e valorizzazione, Carocci, Roma 2007 (2013).
D. Manacorda, Lezioni di archeologia, Laterza, Bari 2008 (2010).
A. Guidi, I metodi della ricerca archeologica, Laterza, Bari 2008.
M. Medri, Manuale di rilievo archeologico, Laterza, Bari 2003 (2008).

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

Archeologie: introduzione ai metodi e ai problemi dell’archeologia contemporanea. Sviluppo dell’approccio scientifico e stratigrafico in campo archeologico. La ricognizione archeologica. Sistemi di diagnostica e di valutazione. Strategie e metodi del lavoro sul campo. La stratigrafia archeologica e il matrix di Harris. Stratigrafia e archeologia degli elevati. Elaborazioni post-scavo di dati e reperti. Cronologia relativa e cronologia assoluta. Archeometria: sistemi di datazione e di caratterizzazione. Dallo scavo archeologico all’edizione dei dati. Conservazione, tutela e valorizzazione. Le nuove frontiere dell’archeologia.

Testi relativi al programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 9 cfu

C. Renfrew, P. Bahn, Archeologia. Teorie, metodi, pratica, Zanichelli, Bologna 1995 (2010).
Il mondo dell’archeologia, I, Istituto dell’Enciclopedia Italiana, Roma 2002: voci “Lo scavo archeologico”, “La ricostruzione dell’ambiente”, “Lo studio dei reperti”, pp. 174-255.
A. Carandini, Storie dalla terra. Manuale di scavo archeologico, Einaudi, Torino 1991 (2010).
E. C. Harris, Principi di stratigrafia archeologica, Carocci, Roma 1983 (2012).
Ph.Barker, Tecniche dello scavo archeologico, Longanesi, Milano 1981.
R. Francovich, D. Manacorda (a cura di), Dizionario di archeologia, Laterza, Bari 2000 (2012).
S. Pallecchi, Archeologia delle tracce, Carocci, Roma 2008.
D. Manacorda, Il sito archeologico: fra ricerca e valorizzazione, Carocci, Roma 2007 (2013).
D. Manacorda, Lezioni di archeologia, Laterza, Bari 2008 (2010).
A. Guidi, I metodi della ricerca archeologica, Laterza, Bari 2008.
M. Medri, Manuale di rilievo archeologico, Laterza, Bari 2003 (2008).
E. Giannichedda, Archeologia teorica, Carocci, Roma 2002.

Metodi di Accertamento

Test scritto ed esame orale.

Obbiettivi Formativi

L’insegnamento si propone di fornire agli studenti le informazioni di base sui principali metodi applicati in archeologia, con particolare riguardo alla ricerca sul campo. Al termine del corso saranno acquisite cognizioni ed elementi critici su tre temi principali: scavo stratigrafico, archeologia dei paesaggi, archeologia subacquea.


Curriculum Docente

Carlo Varaldo, nato a Savona nel 1948, si è laureato con una tesi in “Archeologia medievale” presso l’Università degli Studi di Genova nel luglio del 1971, ateneo presso il quale è professore ordinario di Archeologia medievale dal 2000 e dove ha insegnato Epigrafia medievale, Archeologia della Liguria nel medioevo, Storia dell’architettura medievale, Archeologia e storia dell’arte tardo antica, Storia dell'Archeologia medievale; è stato inoltre docente di Istituzioni medievali all’Università di Sassari e di Archeologia medievale all’Università di Torino, sede di Vercelli. Ha diretto 87 scavi e missioni archeologiche in Italia, Libano, Cina e Israele; è autore di oltre 260 pubblicazioni, di cui 14 monografie. E’ stato presidente del Corso di laurea magistrale in Archeologia e del Corso di laurea triennale in Conservazione dei beni Culturali; è attualmente direttore della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici presso l'Università degli Studi di Genova. E’ direttore scientifico dell’Istituto Internazionale di Studi Liguri, direttore delle riviste “Ligures” e “Rivista di Studi Liguri”, direttore del Civico Museo Storico Archeologico di Savona, membro del Comitato scientifico della rivista “Archeologia medievale”, del Comitato Nazionale per la realizzazione del "Corpus delle Inscriptiones Medii Aevi Italiae (saecula VI-XII)" e del Comitato scientifico internazionale dell’Association Internationale pour l’Etude de la Céramique Médiévale Méditerranéenne (AIECM2); dirige la Scuola Interdisciplinare delle Metodologie Archeologiche. Le sue principali linee di ricerca riguardano sia l’alto sia il basso medioevo e, in particolare, l’archeologia urbana, gli insediamenti fortificati, l’urbanistica e la topografia medievale, la ceramologia, l’epigrafia medievale, i rapporti fra archeologia e storia dell’arte, l’archeologia delle presenze occidentali in Medio ed Estremo Oriente.