FILOLOGIA LATINA (LM)

DOCENTE: LARA NICOLINI
ANNO: 2016-2017
SSD: L-FIL-LET/04
CFU: 6

PERIODO: Annuale

ATTIVATO DA: SCIENZE DELL'ANTICHITA': ARCHEOLOGIA, FILOLOGIA E LETTERATURE, STORIA (2016-2017)

Programma

Programma per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Per una nuova edizione apuleiana: problemi testuali nelle Metamorfosi di Apuleio. Parallelamente allo studio per un nuovo apparato critico (che accompagnerà la nuova costituzione del testo nei volumi dell'edizione Valla, in uscita a partire dal 2017), la docente intende presentare agli studenti una selezione di loci vexati e possibili soluzioni, in particolare nei libri I-III delle Metamorfosi apuleiane. Dopo un breve percorso istituzionale e una digressione sullo statuto speciale dei testi a tradizione unica, si procederà alla lettura di varie pericopi di testo con discussione mirata sui problemi testuali più importanti.

Nota: Il corso dà per scontate una buona conoscenza della grammatica e della sintassi latina. In caso di lacune in questi campi, si consiglia fortemente, un buon manuale di Grammatica Latina, da concordare con la docente.

Ospiti: Marco Petoletti, Luca Graverini

Orario Lezioni: Martedì ore 15:00-17:00 Mercoledì 15:00-17:00

Bibliografia per gli studenti che utilizzano l'insegnamento per 6 cfu

Testi latini

Corso monografico: brani scelti e commentati a lezione, tratti da Apuleio, Le Metamorfosi (Per un'edizione con testo a fronte, si consiglia l'edizione a cura di L. Nicolini, Apuleio, Le Metamorfosi, Bur, Milano 2005 o, in alternativa, quella a cura di A. Fo, Le Metamorfosi o L'asino d'oro, Frassinelli, Milano 2002 , o id., Einaudi, Torino 20102 ; l'edizione critica di riferimento sarà quella uscita negli OCT a cura di M. Zimmerman, Apulei Metamorphoseon libri XI, Oxford 2012, ma possono essere utilizzate anche le meno recenti edizioni a cura di D.S. Robertson, Apulée. Les Métamorphoses, texte établi par D.S. Robertson et traduit par P. Vallette, 3 vols., Paris 1956. e R. Helm, Apuleius, vol. I, Metamorphoseon libri XI, Monachii Lipsiae 1931 e successive).

Testi di complemento

- Ovidio, Metamorfosi, libro I. (Si consiglia fortemente l'edizione BUR, con introd. di G. Rosati e trad. di G. Faranda Villa, Ovidio. Metamorfosi, Rizzoli Milano 1997, o in alternativa il volume I, a cura di A. Barchiesi, di Ovidio. Metamorfosi, ed. Valla, Mondadori, Milano 2007; l'ed. critica di riferimento è quella a cura di R.J. Tarrant, P. Ouidi Nasonis Metamorphoses. Oxford Classical Texts. Oxford 2004).

- Svetonio, Vite dei Cesari, dal Libro I, Cesare, i segg. capitoli: 1, 2, 4, 6, 8-10; 13-14; 27-32; 41-45; 48-52;67-69; 78-79; 81-82; 89).

Manuali:

P. Chiesa, Elementi di critica testuale, Bologna, Pàtron, 2012.

A. Traina, G. Bernardi Perini, Propedeutica al latino Universitario, Bologna, Pàtron 1988.

Metodi di Accertamento

L’esame consiste in una prova scritta e una orale.

Prova scritta: consiste in una breve relazione su un problema testuale precedentemente discusso e intende verificare sia la comprensione dello stesso, sia la capacità di presentare la questione in una forma organica e ben strutturata, oltre che chiara e capace di padroneggiare la terminologia tecnica.

Prova orale: è costituita da un colloquio sugli argomenti in programma, volto ad accertare la preparazione del candidato sui contenuti specifici del corso (in particolare sarà richiesto al candidato di discutere uno dei casi filologici presentati durante il corso) e dalla lettura, traduzione e analisi di un brano scelto tra i testi di complemento. 

Obbiettivi Formativi

Il corso ha l'obiettivo di fornire le basi dei metodi tradizionali e moderni di critica testuale, e di preparare gli studenti, anche attraverso esperienze concrete (come l'identificazione e soluzioni di alcuni problemi testuali individuali e la preparazione di un apparato critico preciso) alla ricerca nel campo della filologia latina.

The course aims to give the basis of traditional and modern methods of textual criticism, and to prepare students to research in the field of Latin philology, through concrete experiences (such as the identification and solution of some individual textual problems and the preparation of an accurate critical apparatus).


Curriculum Docente

Lara Nicolini è stata a lungo Ricercatore presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove ha tenuto annualmente i corsi di Propedeutica al latino universitario. I suoi principali interessi sono la lingua e la grammatica latina, e la letteratura di età tarda. A parte qualche incursione nella letteratura cristiana e alcuni lavori dedicati al Commentario di Calcidio al Timeo di Platone, ha rivolto la sua attenzione soprattutto ad Apuleio, autore a cui ha dedicato moltissimi contributi, tra cui un dettagliato commento a un’ampia sezione sezione del romanzo (La novella di Carite e Tlepolemo, Napoli 2000), una traduzione completa corredata da note e da un denso saggio introduttivo (Apuleio, Le Metamorfosi, Milano 2005 ), e un volume monografico sull’etimologia e i giochi di parole (Ad (l)usum lectoris: giochi di parole in Apuleio, Bologna 2011). Il suo lavoro più recente è, insieme ad altri studiosi di varia provenienza, il volume di commento al libro XI delle Metamorfosi (Apuleius Madaurensis, Metamorphoses, Book XI, Text Introduction and Commentary, Leiden - Boston 2015). Al momento lavora su aspetti dell’influenza ovidiana nell’opera di Apuleio (con articoli e contributi testuali solo in parte già pubblicati), e ad un'edizione critica delle Metamorfosi di Apuleio.